Civitella del Tronto


Civitella del Tronto si trova in provincia di Teramo, arroccata su una collina fa parte dei borghi più belli d'Italia ed in effetti lo è!! Attrazioni di Civitella sono la Fortezza, il Museo Nina e Ruetta, la via più stretta d'Italia! Molto carino un pò tutto il centro storico medievale. La piazza principale poi sembra quasi sospesa nel vuoto sulla vallata, da qui si gode un'ottima panorama con vista direttamente sul Gran Sasso, sulla piazza vi è la Chiesa di San Lorenzo. Salendo su fino in cima vi è la Fortezza. Nonostante il terremoto del 2016 il paese è ben tenuto, pulito, ci sono palazzi medievali e signorili rinascimentali, tra vicoletti caratteristici, antiche abitazioni e soprattutto qui troviamo una vera attrazione: Ruetta, la Via più stretta d'Italia. La fortezza del 1600  è imponente con i suoi 25.000 mq ed è anche la più grande d'Europa.

Superfood Artico™


Diversi mesi fa sono stata invitata ad un Nordic Brunch: evento organizzato PolarDeli in collaborazione con l'Ambasciata di Finlandia per farci comprendere l'importanza del Superfood Artico.
Il Superfood Artico™ e la Dieta Nordica, un concetto fresco e sostenibile ho avuto così durante il brunch la possibilità di assaggiare i sapori delle terre artiche cresciuti sotto il sole di mezzanotte. Il tasting menù è stato realizzato da Kimmo Kettunen (foto qui sopra), lo chef dell’Ambasciata finlandese, unendo ad altri ingredienti comuni le particolarità dei sapori selvatici come gemme di abete, Rhodiola rosea, frutti di bosco e ortica, sono stata guidata in bella esperienza nordica!

I migliori vini italiani di LUCA MARONI


Alla scoperta dei Migliori Vini Italiani, le cantine premiate, come è andata la vendemmia e di conseguenza cosa ci troveremo, al palato e all'olfatto, nelle degustazioni dei vini, da 20 anni promotore di questa manifestazione Luca Maroni, analista sensoriale. Una nuova edizione, la XXI° de “I Migliori Vini Italiani” di Luca Maroni dal 13 al 16 febbraio 2020 si terrà presso il Salone delle Fontane a Roma: 4 giorni di degustazioni libere e illimitate, oltre 140 cantine, 800 vini alla mescita, laboratori, eccellenze gastronomiche, cene degustazione, momenti di approfondimento con grandi ospiti, musica dal vivo e intrattenimento.

Almatò

Tre amici romani, tre ex giocatori di rugby, tre appassionati di buona cucina: nasce così il ristorante Almatò che ha aperto da un paio di settimane nel quartiere Prati (Via Augusto Riboty, 20C). Tre menti ognuno con il suo ruolo all'interno del loro ristorante ma uniti da un grande, unico, sogno.

scrippelle 'mbusse in brodo di gallina


A metà novembre 2019 ho partecipato insieme ad altre 2 food blogger ad un tour nella provincia di Teramo, un tour enogastronomico e alla scoperta del territorio che mi ha dato la possibilità di conoscere la cucina teramana e tante persone appassionate che portano avanti le tradizione grazie a Borgo Spoltino, ne ho parlato qui, inclusa nel tour la visita di alcune città: come Casoli di Atri, ne ho parlato qui e Atri, ne ho parlato qui.

Napoli le pasticcerie

(la sfogliatella di Attanasio)
Nel post precedente vi ho parlato di alcuni buoni ristoranti e pizzerie che ho provato a Napoli e che vale la pena di provare, qui vi parlo delle pasticcerie. Eh si, Napoli ha una gran cultura anche sui dolci e diverse sono le pasticcerie conosciute e rinomate dove poter assaggiare tante golosità. Sono stata a Napoli per 4 giorni 3 anni fa, mi è dispiaciuto non poter rimanere di più, anche perchè a livello culturale ha tantissimo da offrire, mi riprometto di tornarci appena ne avrò il tempo.Un giro delle pasticcerie napoletano davvero non può mancare!

Napoli dove mangiare

(spaghetti alle vongole de La cucina di Elvira - Vomero)
Sono andata a Napoli per un viaggio per 4 giorni 3 anni fa, mi è dispiaciuto davvero tanto non riuscire a rimanere di più ma spero di tornarci appena ne avrò il tempo. Napoli è la patria del cibo e quindi ci si può sbizzarrire tra ristoranti, pizzerie e pasticcerie (di queste ve ne parlerò nel prossimo post). Di gran lunga preferisco provare ristoranti/pizzerie non di lusso e mescolarmi tra la gente normale e a volte anche tra la folla! Di seguito vi segnalo dei ristoranti e pizzerie che ho provato e che quindi consiglio.

Atri



















Atri è un comune in provincia di Teramo (Abruzzo) situato all'interno del comprensorio turistico delle Terre del Cerrano e fa parte dei Borghi più Belli d'Italia. Ricca di storia all'interno della città vi sono monumenti, palazzi e musei medievali tutti ben conservati per questo vanta l'appellativo di città d'arte. Sorge su tre colli (Maralto, Muralto e Colle di Mezzo) che si affacciano sul mare Adriatico e non è tutto, intorno alla città lo spettacolo dei Calanchi.  In cinque minuti dal centro città si raggiunge la suggestiva Oasi Wwf dei Calanchi di Atri, un'area naturale protetta che accoglie varie specie vegetali ed animali.

Latta Fermenti e Miscele

LATTA, fermenti e miscele, il nuovo locale di Leonardo Di Vincenzo, Paolo Bertani e Jerry Thomas dedicato alla fermentazione, ha aperto da poco, il 16 gennaio scorso all'interno degli ex mulini Biondi. Uno spazio dedicato alla sperimentazione ma soprattutto alla fermentazioni, dove birra e miscelazione si sono uniti in un unico progetto.

Casoli di Atri

E' un  piccolo e delizioso borgo in provincia di Teramo famoso perchè ci sono i murales dipinti sui muri delle case, per questo merita già la visita! Passeggiare per i vicoletti sembra quasi di stare all'interno di una galleria d'arte, ed è così che camminando si ammirano fiori, alberi, prati, Pinocchio, uomini  e cavalli alati, maialini, ritratti di uomini al bar, uomini al lavoro, murales astratti.

Borgo Spoltino


Quando parto per scoprire territori, aziende, ristoranti non mi aspetto nulla, ma amo conoscere persone, ascoltare le loro storie, guardarmi intorno per scoprire quanto di buono c'è, annusare odori nuovi, ieri sono tornata dall'Abruzzo, ho visitato alcuni luoghi della provincia di Teramo, i miei occhi si sono riempiti di bellezza! Abbiamo cenato tutte le sere a BORGO SPOLTINO, un borgo in miniatura, che oltre alla grande e comoda location (è composto da un elegante ristorante, una chiesa ed un altra struttura, molto grande e con 2 sale, adatta per ricevimenti e feste) sono rimasta contenta della calorosa accoglienza da parte di tutte le persone che lavorano lì, mi fa piacere pensare di aver trovato quasi una seconda famiglia grazie a Laura Del Vinaccio (la proprietaria), la signora Graziella Topitti (anche lei in cucina) il maître Gabriele Ruffini, lo chef Alberto Zippilli, e tutto il personale in generale, molto professionale e gentile.
Il ristorante è un eccellente ristorante di cucina tipica teramana e non perchè sono di parte ma perchè lo ha detto lo chef Antonino Cannavacciuolo che poco tempo fa è andato a pranzo lì scegliendolo appositamente!

Rustichella d'Abruzzo

Rustichella d'Abruzzo è un pastificio artigianale che si trova nel cuore verde dell'Italia, in Abruzzo, a capo dell'azienda una famiglia che ha cominciato a produrre pasta già dal lontano 1924 grazie Gaetano Sergiacomo, nonno materno che ha dato vita al Pastificio Gaetano Sergiacomo a Penne, una lunga storia di tradizione che dura ormai da 4 generazioni, una vera e propria cultura per la pasta, alimento principe della nostra dieta mediterranea, nel 1980 il pastificio diventa Rustichella d'Abruzzo.

Le luminarie di Gaeta

Gaeta città in provincia di Latina, si trova al confine tra Lazio e Campania, sorge sull'omonimo golfo, denominata anche la città delle 100 Chiese, tanto sono state le Chiese qui presenti fin'ora. Questa prima volta non sono andata per visitare il territorio e le chiese ma  per vedere Le Luminarie che saranno presenti lì fino al 19 gennaio 2020. Le Luminarie hanno dato vita a Gaeta già dal 3 novembre, la città si illumina, in programma ci sono anche video mappig e proiezioni artistiche e addirittura una pista di pattinaggio sul ghiaccio.