nucatoli siciliani

 

Siamo vicinissimi alla fine di quest'anno disastrosi per tutti, no che dico, disastroso per tutto il mondo! Per scaramanzia non vi lascio (per il momento) gli auguri per i nuovo anno...vediamo nei primi mesi come andrà! Ma un augurio voglio farlo: auguri di buona salute, perchè senza la salute non si può fare altro. Oggi una ricetta di biscotti tipici natalizi siciliani con frutta secca e fichi secchi, molto buoni!

charlotte royale al cioccolato

Io continuo a festeggiare, ho 2 ottimi motivi per continuare a farlo! Il primo è senza dubbio il risultato degli esami del mio cane (Maya, 12 anni, adottata dal canile La Muratella quando aveva solo 5 mesi), ha problemi di stomaco (che non vi sto a spiegare) dopo una serie di accertamenti (privati, quindi molto costosi) è arrivato il risultato: nulla di neoplastico maligno, ha una gastrite cronica, ma non è quindi in pericolo di vita!! Altra cosa importante per me da festeggiare è che il 26 dicembre questo blog ha compiuto 10 anniiiiiiiiiiiiiiii. Bellissimi, intensi, un vero traino che mi spinge ad andare sempre avanti a testa alta con curiosità e voglia di imparare, io penso sempre che ho ancora tanto da imparare ed il meglio deve ancora venire!! Buon compleanno acquaefarina-sississima!! Per festeggiare ho preparato questa torta Charlotte royale al cioccolato, non è difficile da preparare e molto golosa perchè tutta di cioccolato, perfetta anche per le festività.

Finocchiona IGP: debutta in TV il nuovo spot

 

                                      Finocchiona. Profumo di Toscana

Debutta in TV il nuovo spot della Finocchiona IGP: dal 18 ottobre sui canali RAI.

  Morbida. Saporita. Garantita. Questo il biglietto da visita della Finocchiona IGP che debutta in TV con un nuovo spot che andrà in onda, per la prima volta, su sette canali RAI.

susumelle calabresi

Siamo arrivati al 24 dicembre vigilia di Natale, questo anno così strano sta quasi per finire e ancora non sappiamo cosa ci aspetta per l'anno prossimo, godiamoci queste festività anche se non saranno in compagnia dei parenti e tentiamo di rilassarci! Oggi una ricetta calabrese, le susumelle, dolci che si preparano durante le festività natalizia, sono senza uova e senza burro ma con miele, spezie e poi ricoperti di glassa al cioccolato (io rigorosamente fondente!!). Buon Natale a tutti voi!!

susamielli napoletani

 

I susamielli sono biscotti tipici della tradizione natalizia napoletana, belli nella loro forma ad esse e golosi grazie alle spezie, mandorle e pisto, vengono preparati a Natale ed anche regalati! L'aria del Natale è vicinissima ormai anche se per i noti motivi staremo tutti a casa, o meglio ognuno a casa sua. Ed io come passerò questi giorni? A casa a cucinare e mangiare!!

Vini d'Italia del Gambero Rosso 2021

 

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2021

467 Tre Bicchieri, 2645 aziende in guida, 46.000 vini degustati

Tre giornate per presentare la trentaquattresima edizione della guida Vini d’Italia 2021 di Gambero Rosso. Il miglior modo per testimoniare la straordinaria vitalità dell’Italia del Vino che si conferma Paese leader per esportazioni anche nel difficile 2020. Tre giorni per analizzare ed esplorare il comparto vitivinicolo alla presenza dei 467 produttori premiati con i Tre Bicchieri e di ospiti illustri che saranno protagonisti di approfondimenti sul vino Made in Italy. Le giornate saranno condotte dal giornalista Gianluca Semprini e dal curatore della guida Marco Sabellico. 

 

kringle estone

Un delizioso dolce lievitato e intrecciato alla cannella (che adoro!!). Un pane dolce adatto ad ogni occasione, è una ricetta che proviene dalla Norvegia infatti la parola "kringle" significa "chiocciola". Un dolce questo adatto a tutte le occasioni delle festività natalizie. La treccia si vede poco ma vi assicuro che l'ho fatta, poi con la lievitazione e la cottura non si vede molto, pazienza.Questo dolce risulta poco dolce perchè contiene soltanto  cucchiaio di zucchero, se vi piace un pò più dolce aggiungetene 1 o 2 in più, dipende da come lo preferite, io almeno 1 cucchiaio o 2 in più li avrei aggiunti volentieri. In queste settimane di dicembre, come avevo già scritto, pubblicherò solo ricette dolci fino a fine dicembre, questo per addolcirci la vita!

jam drop cookies

Continua la mia preparazione con i dolci tipici, soprattutto natalizi, italiani ed esteri, come questi semplici e veloci biscotti di pasta frolla con l'aggiunta di confetture di vario gusto.  I jam drop cookies sono biscotti di pasta frolla con "una goccia di marmellata" vogliamo dire che somigliano a piccole gemme golose? Comunque sono davvero facilissimi da preparare e faranno un figurone e attenzione...uno tira l'altro! Facendo una ricerca in rete ho trovato che questa ricetta è di Donna Hay, di origine australiana, cuoca e food-stylist di fama internazionale, ha scritto tanti libri di cucina e vinto premi internazionali, infine pubblica sul donna hay magazine, rivista bimestrale. 

PArCo - Parco archeologico del Colosseo è ancora più accessibile

 

A dicembre…il PArCo è ancora più accessibile

In linea con l’idea fondante di un parco accessibile a tutti, nel corso del 2020, nonostante l’emergenza sanitaria, il PArCo ha proseguito con l’attivazione di una serie di supporti e percorsi specifici per il pubblico con disabilità, guardando con attenzione alle esigenze dei visitatori (siano essi in età scolare o adulti) ipo-vedenti, della comunità non udente e anche di visitatori con disabilità psichiche e cognitive o, ancora, più semplicemente con difficoltà di tipo sociale. Tutto ciò nella ferma convinzione che la cultura, i beni comuni e la bellezza in senso lato possano avere un ruolo pedagogico, da un lato, e psicologico dall’altro, favorendo il senso di inclusione nella comunità.

albero di Natale di pasta frolla

 

Durante queste periodo e per le festività voglio riempire questo blog di ricette dolci, così per far finta di addolcirci la vita già amara per tutto quanto voi sapete già. Ho iniziato qualche giorno fa con la pubblicazione della ricetta dei lussekatter svedesi, i dolcetti a forma di S tipici della Svezia che si preparano e mangiano per la festa di Santa Lucia, che contengono anche lo zafferano simbolo della luce, Santa Lucia è la santa protettrice della vista e della luce, trovate la  ricetta qui. Oggi invece pubblico questa ricetta dell'albero di Natale fatto di pasta frolla e farcito con confetture di vario gusto, non è difficile da preparare ma comunque ci vuole un pò di manualità.

lussekatter svedesi

Questi dolcetti lievitati a forma di esse, aromatizzati allo zafferano, celebri in Svezia si preparano e mangiano nel giorno di Santa Lucia, il 13 dicembre. La parola Lussekatter significa gatto potremmo infatti pensare a delle code di gatto vista la loro forma ad esse, vengono preparati appunto in onore di questa santa, inoltre si dice che il 13 dicembre sia il giorno più corto che ci sia, lo zafferano che è uno degli ingredienti della ricetta è qui il simbolo della luce, questi dolcetti proverebbero ad accendere questa giornata. In Svezia questa festività è molto sentita, Santa Lucia è la santa protettrice della vista e della luce.

Italian Taste Summit

ITALIAN TASTE SUMMIT:
IL MONDO DEL VINO RIAPRE I PROPRI CONFINI

Si è svolto i 12 e 13 ottobre scorso presso il Grand Hotel de la Minerve
l’importante incontro tra 30 importatori internazionali e
oltre 35 selezionate aziende vitivinicole italiane

pane integrale

Ancora un pane, dopo aver pubblicato la ricetta dei panini integrali che trovate qui, oggi un pane integrale, o meglio una unica, grande, ciabatta. Con questa ricetta potete però anche preparare 4-5 ciabatte nel formato singolo, a voi la scelta. Mi sono trovata meglio con un una ciabattona anche per non rovinare l'alveolatura che si era formata. Mi piace immensamente mettere le mani nella farina per lavorarla e vedere che poi cresce, piano piano, da marzo sono in smart woking non ho più comprato nulla di tutto questo al supermercato, preparo io ogni settimana panini, pani, focacce e pizze.

crostata di patate con friarielli

Adoro preparare ricette del Sud Italia, sarà perchè sono mezza romana e mezza pugliese o anche perchè le ricette del Sud sono così appaganti, per la gola e riempiono tanto la pancia. Oggi una torta salata molto semplice da preparare con patate e friarielli ottima come antipasto o contorno unico, si mangia benissimo sia tiepida che fredda. Per questa ricetta ho utilizzato mezzo barattolo di friarielli sott'olio, quindi già puliti, cotti e conditi, l'altra metà del barattolo lo avevo già utilizzato in un goloso timballo, il timballo napoletano a grattè, ricetta qui. Entrambe sono ricette campane.

pizzerie d'Italia del Gambero Rosso 2021

Maestri dell’impasto
Simone Lombardi (Crosta -Milano) e Francesco Martucci (I Masanielli -Caserta)
Migliore carta delle Bevande
Vinarte – Agropoli (SA)
Pizzaiolo Emergente (Premio Acqua Panna- San Pellegrino)
Sabrina Bianco “Pizzeria Borgo Rosso di Sera” - San Lucido (CS)
Premio Ricerca e Innovazione (Premio Petra Molino Quaglia)
30 11 Donatelli – San Giovanni Lupatoto (VR)
Pizze dell’anno (Premio Solania).
 Pizza Degustazione: Da Ezio – Alano di Piave (BL); Pizza Napoletana: Villa Giovanna – Ottaviano (NA); Pizza all’italiana: Chicco – Colle Val d’Elsa (SI); Pizza al taglio: Tellia – Torino; Pizza Dolce: Pepe in Grani – Caiazzo (CE)

strudel di mele

Adoro i dolci con le mele, sia prepararli ma soprattutto mangiarli! Avevo 3 grosse mele che mi guardavano già da un pò e così ho preparato il classico strudel di mele, ho preparato anche la pasta strudel (o pasta tirata perchè viene tirata cioè stesa con il mattarello molto sottile), un dessert che si mangia in autunno e inverno. La parola strudel in tedesco significa vortice  è una pasta arrotolata ripiena, in questo caso dolce ma che può essere anche salata, infatti a tal proposito cercherò in rete anche ricette salate!! 

orecchiette con broccolo siciliano e burrata

Ricomincia un'altra settimana, sempre a casa e sempre cucinando tanto, qualche giorno fa ho preparato questo semplice primo piatto originario della Puglia con le orecchiette aggiungendo alla classica ricetta la burrata pugliese e con il broccolo siciliano ma togliendo dalla ricetta il pangrattato. Qualche volta mi sono cimentata nel preparare le orecchiette, non è una ricetta facile prepararle ma sicuramente mi impegnerò di più le prossime volte, queste le ho comperate fresche già pronte al supermercato.

PASS 2020 - Noi Di Sala

SOTTO LA MASCHERINA IL SORRISO:

NOI DI SALA RACCONTA IL SERVIZIO NELLA RISTORAZIONE

Si è svolta il 5 ottobre scorso la seconda edizione di PASS (Professionalità, Accoglienza, Servizio, Squadra), caratterizzata dalla tavola rotonda “Il ruolo della sala nel rilancio della ristorazione”.             


panini di semola di grano duro

Le mie sperimentazioni sulla panificazione continuano devo dire con successo visto che è molto difficile che qualcosa mi viene male, oggi vi propongo la ricetta di questi panini preparati con la farina di semola di grano duro, sofficissimi e sempre con poco lievito. A proposito di lievito in generale utilizzo sempre il lievito di birra fresco, in passato mi hanno regalato un paio di volte la pasta madre ma non sono riuscita a tenerla in vita, magari prossimamente proverò con il Licoli, la pasta madre liquida, ho letto che è molto più semplice da trattare, chissà vedremo!  

timballo napoletano a grattè

Ormai vivo le mie giornate all'interno di casa mia, lavoro in smart working, e passo tutto il mio tempo a casa, tempo che occupo, per la maggior parte, a cercare ricette sul web poi da replicare e scrivere qui nel blog. Sono per metà romana e per metà pugliese sarà forse questo il motivo verso il quale dirigo quasi sempre le mie ricerche verso ricette del centro sud Italia, come quella che vi scrivo oggi che è una ricetta campana e che ho preparato e mangiato a pranzo domenica scorsa, e poi si sa il timballo fa subito domenica!!

50 Top Pizza 2020

Tanti i cambiamenti e le new entry nella classifica della celebre guida online: 16 i locali campani nella Top 50 seguono, a quota 6 Lazio, Lombardia e Toscana, assegnati anche i prestigiosi riconoscimenti internazionali. Primo assoluto in Italia e nel mondo, I MASANIELLI di Francesco Martucci (Caserta), secondo Pepe in Grani di Franco Pepe (Caiazzo, Caserta), terza posizione I Tigli di Simone Padoan (San Bonifacio, Verona) a quest'ultimo va anche il premio speciale di pizzaiolo dell'anno; la pizza del 2020 è la "futuro di marinara" di Martucci; Gennaro Police ('O scugnizzo, di Arezzo) è il giovane pizzaiolo dell'anno; la pizzeria novità del 2020 è I QUINTILI di Marco Quintili (Roma).

pane ai 7 cereali

Da marzo sono in smart working non ho più comperato il pane al supermercato perchè lo preparo sempre io qui a casa, pagnotte, pizze, focacce, panini, di tutto di più, mi diverto, passo il tempo, mangio prodotti ottimi e imparo anche tanto guardando i video o le ricette di chi è più bravo di me. Questo pane l'ho preparato 2 volte quindi non potevo non postare la ricetta, buonissimo e facile da preparare con una farina speciale quella ai 7 cereali. Di seguito vi lascio la ricetta.

torta con cipolle di tropea e caciocavallo

Quanto mi piacciono le torte salate, sono facili da preparare e si adattano e mille farciture, sia con ingredienti estivi che invernali, diventano piatto unico e sono uno sfizioso antipasto, anche quando si hanno ospiti a pranzo. La base di questa torta salata è una brisèe all'olio extravergine di oliva.

Treefolk’s Public House

Ha aperto da poco più di un mese a Roma, nel quartiere Trastevere, il Treefolk’s Public House, uno dei più grandi Whisky e Cask bar a Roma con una collezione di 60 etichette di whisky vintage fuori produzione, 500 etichette in mescita e una selezione di 12 birre a pompa e 8 spine. 

galette con pomodori ciliegino

Ho la fortuna di avere un giardino ad angolo, ed una piccola parte è recintata ad orto (circa 10 metri quadrati, solitamente facciamo sempre l'orto estivo, meno spesso quello invernale. Nell'orto estivo non mancano mai 2 qualità di pomodori, ciliegino e tondo da insalata, e poi fiori di zucca, zucchine e fagiolini. Le piante di pomodori resistono anche fino a settembre e, come quest'anno, fino ad adesso perchè abitando vicino al mare il clima è mite anche d'inverno. Così io mangio pomodori del mio orto anche fino a dicembre e gennaio dell'anno successivo, come adesso, ho tanti pomodori nelle cassette, alcuni belli rossi e maturi, altri verdi che finiranno di maturare proprio nelle cassette (quelle della frutta che si trovano nei mercati) quindi per me sono ancora verdure "stagionali" diciamo così. Questa ricetta è facilissima non è altro che un impasto simile a quello della pasta brisèe che può essere riempito con verdure, io avendo appunto ancora i pomodori ciliegino l'ho riempita così.

Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel

Il 7 ottobre scorso si è svolto presso il Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel, il lunch di presentazione del programma invernale con il ritorno del Sunday Brunc del Rome Cavalieri dall'11 ottobre, adatto a tutti: coppie, famiglie, gruppi di amici.
Diventato ormai un rito ben consolidato il Sunday Brunch del Rome Cavalieri, in cui ogni domenica l’Executive Chef Fabio Boschero insieme al Team dell’Uliveto propone ai suoi ospiti un percorso gourmet che esalta la cucina italiana,  percorso gustativo contaminato anche da sapori internazionali.

cartocci siciliani

Visto che non fa più caldo è arrivato il momento di dedicarmi ai dolci fritti, ho trovato questa ricetta dei cartocci siciliani, che non ricordo di aver mangiato durante i miei 2 viaggi in Sicilia ma non importa, l'ho voluta provare anche perchè mi piace molto la ricotta all'interno dei dolci, sono venuti squisiti!

RUDE Centocelle

Rude Centocelle è nato come street bar 2 anni fa ha ora  ampliato la sua offerta aggiungendo nel menù piatti con alimenti fermentati e ricette di ispirazione orientale grazie al talentuoso (e giovanissimo) chef Filippo Benedetti, il nuovo menù è stato presentato qualche settimana fa. Partiamo dal nome "Rude" che in inglese significa "maleducato", questo locale ha iniziato con un'offerta serale di cibo e cocktails, poi hanno aperto anche a pranzo, ed i loro clienti hanno apprezzato molto e possono fermarsi qui per una pausa all'interno del locale che oltre alle sedie ha anche un comodo divanetto, oppure nel dehors. L'idea dei soci fondatori, Marco Zampilli e Cristian Ricci, ed anche di tutto lo staff di Rude, è soprattutto quella di rivalutare la periferia offrendo una proposta food and beverage alla portata di tutti e arricchendola con contaminazioni orientali e piatti preparati anche con l'aggiunta di alimenti fermentati ma sempre scegliendo materie prime stagionali e di alta qualità. 

ciabatta

Da marzo mi sono molto appassionata ai lievitati e tanto anche alla panificazione per questo sono sempre alla ricerca di ricette da provare ed è trovato questa delle ciabatte, devo dire che mi è venuta perfetta al primo colpo e piena di "buchi", non è difficile da preparare anzi, e il risultato è eccellente per chi desidera un pane con pochissima mollica.

Le Serre by VIVI

VIVI LE SERRE by VIVI - Botanical Garden Restaurant ha aperto al pubblico il 1° ottobre scorso, la sera prima c'è stata la serata dedicata alla presentazione alla stampa. Le due imprenditrici fondatrici, Daniela Gazzini e Cristina Cattaneo, ancora una volta hanno fatto centro, dopo 12 anni di esperienza con i locali VIVI di Roma hanno ampliato e realizzato un loro sogno.
LE SERRE si trovano all'interno dei giardini privati di Villa Blumensthil, tra Monte Mario, la Balduina e la Camilluccia, di proprietà della famiglia Malvezzi Campeggi, un tempo erano un vivaio dove si coltivavano e vendevano piante provenienti dalla Sabina. Grazie all'architetto Andrea Magnaghi le serre sono state riportate nuova vita mantenendo la loro anima di vivaio, aggiungendo vasche di corten piene di piante e arricchite da pezzi unici provenienti da tutto il mondo, grazie anche all'aiuto dell'arredatrice Anna Aliprandi di Marzotto e al grande buon gusto e senso estetico delle due imprenditrici. Qui troviamo sedie africane realizzate in nylon riciclato dalle canne dei pescatori, vecchie macchine da cucina Singer qui utilizzate come base per i tavoli, lampade di fine seta cinese prodotte da Portogallo, le sedie marocchine in paglia intrecciata, il salotto interno con le poltrone di velluto.
Il ristorante è circondato da un grande e curato giardino ideato dalla paesaggista Blu Mambor, nel giardino numerosi tavoli ben distanziati e tanti fiori, cespugli, piante di frutta, bacche e erbe aromatiche, creano una magia sia alla vista che all'olfatto molto piacevole. 

anellini alla pecorara

Gli anellini alla pecorara sono un piatto tipico abruzzese, si preparano facilmente a casa, è una pasta fresca senza uovo che prende proprio la forma di un rotondo che sembra appunto un anellino. Solitamente si condiscono con sughi di verdure o di carne, con l'aggiunta di ricotta fresca di pecora, io li ho conditi più semplicemente preparando un sugo semplice con i pomodori ciliegino del mio orto e la ricotta di pecora. I pomodori ciliegino sono dell'ultimo raccolto del mio orto, li tengo nelle cassette di plastica (proprio quelle della frutta e verdura dei mercati) sotto il tavolo del patio in giardino (il patio è coperto da un tetto di legno), questi pomodori ciliegino mi dureranno (come sempre, ogni anno) fino a dicembre e così non si può dire che mangio pomodori fuori stagione perchè sono i miei dell'ultimo raccolto!! Questo formato di pasta può anche essere utilizzato per preparare timballi di pasta anche perchè essendo un formato di pasta fresca bucato cattura meglio il condimento.

schiacciata alla pesche

L'altro giorno al supermercato ho visto ancora le pesche e mi è subito venuto in mente di preparare una bella schiacciata alle pesche, facile e golosa da mangiare anche a colazione. Dopo averla mangiata ho pensato a quante varianti con i frutti posso fare con questa ricetta: con le prugne, con le mele...Infine il procedimento di far scaldare l'olio extravergine di oliva con il rosmarino (della quale ho una grande pianta in giardino) per spennellare la schiacciata l'ho anche utilizzato per condire degli gnocchi di zucca...c'è sempre da imparare!

Concours Mondial de Bruxelles


Presentata a Roma una selezione dei vini italiani vincitori dell’ultima edizione della competizione. Sotto i riflettori anche le migliori etichette del Concours Mondial du Sauvignon 2020. Su 8.500 vini e oltre 40 Nazioni in gara, il Belpaese è saldamente nella Top3 con 363 medaglie conquistate, tra conferme erivelazioni. Doc Sicilia, Toscana IGT e IGP Terre Siciliane le denominazioni più premiate d'Italia.

torta di mele e mandorle


Oggi vi lascio la ricetta di un dolce semplice, adatto soprattutto alla colazione o alla merenda, la torta di mele con aggiunta delle mandorle che la rendono ancora più golosa, cottura nel forno di casa perfetta. Un dolce classico ma intramontabile per la sua grande bontà. Preparata con un impasto soffice grazie allo yogurt ed il burro è stato sostituito con l'olio, inoltre le mandorle gli regalano un sapore più ricco.

Buyfood Toscana 2020

L’inaugurazione il 29 settembre in Santa Maria della Scala in diretta web, come i due cooking show in programma il 30 settembre nella Loggia dei Nove di Palazzo Pubblico.
Anche gli incontri B2B saranno online e si svolgeranno dal 28 settembre al 2 ottobre coinvolgendo 45 produttori e 38 buyer provenienti da 17 Paesi 

fusilli con pesto alla trapanese


Il pesto alla trapanese è una delle più buone ricette siciliane, molto facile da preparare, si prepara con pochi ingredienti: mandorle, basilico (delle mie piante) e pomodori ciliegino (del mio orto!). Per una migliore riuscita e per non rovinare gli ingredienti è meglio utilizzare il mortaio, ma se proprio volete velocizzare la realizzazione di questa semplice ricetta potete usare un piccolo minipimer.

panini integrali

Oggi vi lascio la ricetta di questi buonissimi panini integrali, da marzo sono in smart working e ho più tempo libero da dedicare ai miei interessi, tra i quali proprio la cucina. Mi dedico molto ai lievitati, infatti è da marzo che non compro più un pezzetto di pane al supermercato perchè panifico regolarmente tutte le settimane a casa, utilizzando poco lievito e lunghe lievitazioni.

Birra del Borgo premiata 3 volte al World Beer Awards


Si è da poco conclusa l’edizione 2020 del “World Beer Awards”, il concorso birrario internazionale che ogni anno seleziona, premia e promuove le migliori birre del mondo suddividendole per tutti gli stili riconosciuti a livello globale. Il World Beer Awards, inoltre, assegna a ciascuna nazione partecipante un titolo di vincitore assoluto per ogni particolare stile birrario, conferendo alla birra in oggetto il premio “Country Winner”. Per ogni categoria, infine, possono essere assegnate, a discrezione della giuria, ulteriori medaglie.

Dal 2005 Birra del Borgo diffonde la cultura della birra in Italia ripensando gli ingredienti e le tecniche di produzione nella creazione delle sue birre. Le commissioni di degustazione specializzate, composte da esperti internazionali di birra, hanno valutato gli elementi che definiscono lo stile e il processo produttivo assegnandoci tre importanti riconoscimenti:

CATEGORIA LAGER: Premio “country winner” a LISA, classificata come migliore birra lager internazionale.
Ripensiamo il mondo delle Lager tradizionali portando tutto il carattere e il fascino Italiani. Nel mix di malti utilizziamo un Grano Antico del nostro territorio per donarle intensità e morbidezza. Aggiungiamo scorza d’arancia, un ingrediente atipico per lo stile, per renderla incredibilmente fresca e aggiungere un tocco di italianità.

CATEGORIA BIRRE SPECIALI: Argento a L’Equilibrista, classificata tra le migliori specialità sperimentali del mondo.
Produciamo L’Equilibrista dal 2009. Il mondo del vino e quello della birra fermentano insieme creando uno scambio unico e spumeggiante.

CATEGORIA IPA: La ReAle Extra ci ha fatto conquistare un Bronzo nella categoria IPA, migliore stile americano nel mondo. Una variazione della nostra “Classica” ReAle tutta giocata sul luppolo! Diverse varietà vengono aggiunte tutte negli ultimi 10 minuti di bollitura, in una dose 3 volte superiore rispetto alla ReAle. Il risultato è un’esplosione di profumi che vanno dall’agrumato al resinoso (pino ed incenso).

BIRRA DEL BORGO: www.birradelborgo.it

corzetti con pinoli e maggiorana

I corzetti sono un tipo di pasta tradizionale della Liguria che dopo averli preparati vengono stampati con un timbro apposito. E' la seconda volta che li preparo, qui trovate un altra ricetta con un impasto classico, farina, tuorlo, acqua e sale, la ricetta di oggi invece è un pò diversa.

ciabatte con biga


Da marzo sono in smart working unica nota positiva ho ritrovato il mio tempo: non perdo più 3 ore al giorno sui mezzi pubblici che dedico invece a camminare o a cucinare di tutto, mi sono appassionata ai lievitati dolci e salati e non manca una settimana che non preparo pane, panini, pizza, focaccia. Oggi le ciabatte del Maestro Piergiorgio Giorilli, la ricetta l'ho scopiazzata dal blog di Martina Trattoria da Martina.

VINÒFORUM

VINÒFORUM - LO SPAZIO DEL GUSTO 2020
 per 10 giorni Roma riaccende i riflettori sul mondo enogastronomico.

Laugen

I Laugen sono dei panini tipici dell'Alto Adige, conosciuti anche come "i panini di Heidi" infatti si vedevano spesso proprio nel cartone animato dedicato ad Heidi. Laugen in tedesco significa "bagno alcalino" che si fa durante una prima cottura dei panini, per poi finire di cuocersi in forno. La ricetta è delle bravissime blogger che gestiscono da tanti anni il blog quanti modi di fare e rifare, trovate la ricetta qui, io li ho fatti ma non quando hanno pubblicato loro la ricetta (meglio tardi che mai!).

una boccata d’arte

Al via questo weekend le giornate d’inaugurazione in tutta Italia di Una boccata d’arte, il progetto realizzato da Fondazione Elpis in collaborazione con Galleria Continua, lanciato lo scorso giugno, che coinvolge 20 magnifici borghi italiani e 20 artisti contemporanei, in tutte e 20 le regioni italiane.
Per questa prima edizione, Una boccata d’arte inaugurerà le installazioni artistiche in tutti i borghi il weekend di sabato 12 e domenica 13 settembre. Le opere rimarranno poi esposte per un mese offrendo una grande occasione di visibilità ai borghi coinvolti.

testaroli della Lunigiana

I testaroli della Lunigiana sono una pasta tipica di questo territorio che si trova tra la Toscana e la Liguria, ogni famiglia ha la sua propria ricetta, che rimane uno dei più antichi formati di pasta fatta in casa. Dopo pronto i testatoli vengono tagliati a rombi o rettangoli e cotti brevemente in acqua bollente per essere poi conditi. Solitamente, nella versione classica, si condiscono con il pesto genovese ma io li ho conditi con un sugo di pomodoro semplice (ma preparato con i pomodori ciliegino del mio orto!) e mi sono piaciuti tanto! Un altra ricetta sempre proveniente dalla zona della Lunigiana è la soladela, trovate la ricetta qui buona lettura.

bucatini alla marinara

Oggi vi lascio una semplice ricetta di un primo piatto che finisce di cuocere in forno, mi erano avanzati dei bucatini e per un pranzo domenicale ho preparato questa ricetta, molto semplice ma molto gustosa adatta anche per un pranzo con ospiti.

prosecco cycling lancia il Grand Tour Gourmet


Di corsa a scoprire i piatti tipici del territorio e a brindare con sua maestà, il Prosecco. L’iniziativa si chiama Grand Tour Gourmet ed è stata lanciata dalla Prosecco Cycling, il grande evento ciclistico che il 27 settembre porterà miglia di appassionati a pedalare nel cuore delle colline di Conegliano e Valdobbiadene riconosciute Patrimonio mondiale dell’Unesco.  

panini con le olive

Ho preparato questi panini con la biga che era rimasta dalla preparazione dei bocconcini di semola, trovate la ricetta già pubblicata qui. Questa ricetta l'ho imparata grazie a Valentina Venuti del blog non di solo pane, lei ha anche un gruppo su facebook "lievitati di Liguria dolci e salati" dove impasta di tutto e chi vuole può replicare le ricette anche grazie ai suoi video che con tanta pazienza prepara e grazie a quei video ho preparato questi panini.
Ormai da marzo preparo a casa di tutto ed anche pane, panini, focacce e pizze, tranne queste settimane di agosto dove ho panificato pochissimo, per il gran caldo, ho fatto solo qualche pagnottina di pane, l'indispenzabile per la sopravvivenza, ma da settembre riprenderanno il via anche pizze e tutto il resto!

soladela della Lunigiana

Oggi vi lascio una ricetta semplicissima preparare con i fiori di zucca del mio orto. La ricetta non è mia ma viene dalla Lunigiana è una regione che si trova tra Liguria e Toscana comunque l'ho scopiazzata da qui. Ho la fortuna di avere un orto in giardino che d'estate mi regala almeno 2 tipi di pomodori, ciliegino e da insalata, fagiolini  tanti fiori di zucca che qui a casa adoriamo e quindi mi sbizzarrisco con le ricette. La soladela non è altro che una torta croccante salata di fiori di zucca, viene dalla tradizione contadina della Lunigiana.

spaghetti all'acqua di pomodoro


Sono partita guardando un video dove lo chef Cristiano Tomei preparava gli spaghetti al pomodoro in 2 versioni: uno con la pumarola e l'altro con l'acqua di pomodoro.  Nel post precedente qui vi ho parlato della preparazione della pumarola che io ho preparato con i pomodori del mio orto, dalla pumarola ne ho ricavato l'acqua per la seconda ricetta. Ricordate che il pomodoro non si mette mai in frigorifero! Con la pumarola della ricetta precedente ho condito delle pappardelle oggi invece con l'acqua di pomodoro ricavata dalla pumarola ho condito gli spaghetti.

la pumarola

Sono partita guardando un video dove lo chef Cristiano Tomei preparava 2 spaghetti al pomodoro in 2 versioni: uno con la pumarola e l'altro con l'acqua di pomodoro.  Oggi vi parlo della pumarola che io ho preparato con i pomodori del mio orto, da questi ne ho ricavato l'acqua per la seconda ricetta. La ricetta di oggi si faceva e si fa nelle case contadine e ricordate: il pomodoro non si mette mai in frigorifero! I tagli grandi sono importantissimi perchè così rilasciano più sapore, mettere tutti gli ingredienti a freddo, dobbiamo estrarre il sapore, tutti i liquidi dagli ingredienti. Ho condito con la pumarola delle pappardelle.