panada con carciofi e patate

 

La mia prima panada sarda, ho scelto di prepararla con i carciofi che sono di stagione, ma so che in Sardegna la farcitura può essere di agnello e patate, oppure di carne di maiale, o ancora ripiena di anguilla, infine anche vegetariana con patate, peperoni e cipolle. Questa ricetta proviene da Ada del blog "siciliani creativi in cucina", ho soltanto ridotto un pochino le dosi, preparata e mangiata a pasquetta, ci è piaciuta davvero tanto, contiene 2 ingredienti che amiamo carciofi e patate. La ricetta sembra difficile invece è facilissima ci sono solo diverse preparazioni da fare, il risultato è eccellente, sicuramente la preparerò nuovamente con altre farciture.

hummus di cavolo nero

 
Ultima ricetta con il cavolo nero toscano del mio orto, ho letto questa ricetta sulla rivista Cucina Naturale, che seguo sempre proprio perchè le ricette sono con le verdure ed avendo io un orto in giardino per me è comodo leggere le ricette lì, questa volta l'ho eseguita alla lettera, altre volte le rielaboro, sono tutte ricette semplici e gustose. L'orto invernale è arrivato quasi al termine, mancano credo 2 settimane, poi si cambia e si pianta l'orto estivo, sto preparando ricette con le ultime verdure rimaste cioè scarola e cicoria. Qui sotto la foto del cavolo nero toscano del mi orto che quest'anno è cresciuto ben 2 volte. L'hummus è una ricetta facilissima e tanto, tanto sfiziosa!

gnocchi acqua, farina e spigariello conditi alla carbonara

 
Ultimi ricette preparate aggiungendo le verdure del mio orto, con lo spigariello napoletano trovate diverse ricette qui nel blog come gli spaghetti con spigariello alla gricia, o la frittata di pasta ripiena di spigariello. Devo dire che avere un orto in giardino mi aiuta tanto nel pensare e preparare ricette, sempre facili e che si possono replicare ovviamente, oggi semplici gnocchi di acqua e farina nei quali, nell'impasto ho aggiunto lo spigariello prima lessato e poi frullato, come una purea, li ho conditi alla carbonara. Qui sotto la foto dello spigariello napoletano del mio orto.

il 6 aprile è il carbonara day

- COMUNICATO STAMPA - 
IL 6 APRILE È CARBONARA DAY:
5 DONNE CHEF PROPONGONO UNA VERSIONE SPECIALE DELL'ICONICO PIATTO ROMANO GRAZIE AL PROGETTO “CARBONARA IN ROSA” PROMOSSO DA CHURCHILL 1795
 
Barbara Agosti di Eggs, Simona Bontà de Il Pescatorio, Francesca Ciucci de La Ciambella - Bar à Vin con Cucina, Elisabetta Guaglianone di Proloco Trastevere, Valentina Paci di Portale 21 - Opificio di Cucina: cinque donne chef hanno reso omaggio alla carbonara con le loro ricette classiche e originali, servite nei piatti della nuova collezione Spring 2024 di Churchill
 
Quest’anno il National Carbonara Day si tinge di rosa. Churchill 1795 - azienda britannica specializzata nella produzione di stoviglie per la ristorazione da oltre 200 anni e presente in Italia da più di trenta -  in occasione del 6 aprile, la giornata dedicata alla carbonara, ha coinvolto in una speciale iniziativa cinque donne chef di Roma e dintorni che hanno realizzato la loro versione della carbonara.

crostata di brisèe con verdure dell'orto

Una crostata salata che potrà essere utile per pasquetta, farcita con 2 delle verdure ancora rimaste nel mio orto: lo spigariello napoletano e la scarola. La pasta brisèe è senza burro, ho aggiunto poco olio extravergine di oliva e acqua e l'ho aromatizzata con alcune erbe aromatiche. Buona pasquetta a tutti!

spaghetti di spigariello napoletano conditi alla gricia

 

Eccomi arrivati a Pasqua: tantissimi auguri a tutti voi per una Pasqua serena! Io la passerò dai parenti in tranquillità e per un giorno non cucinerò niente, mangerò ciò che cucinano gli altri. Ultime ricette con le verdure dell'orto invernale, tra poco si cambia per piantare quello estivo, nell'orto in questo momento c'è lo spigariello napoletano (metto sotto la foto), la cicoria, il cavolo nero toscano, e la scarola, stop. Tutto il resto delle verdure è terminato e sono state regolarmente mangiate, quest'anno poi mi sono sbizzarrita nel preparare ricette con le verdure del mio orto, praticamente tutte le ricette salate sono state preparate così, questa ricetta di pasta è verde perchè ho aggiunto lo spigariello napoletano.

agnello di Sardegna IGP nella pentola fornetto

 

Pochissime ricette in questo blog di secondi piatti, e ancor meno di carne, questa è una ricetta tipica di queste festività pasquali, anche se la qualità di questo agnello proviene dalla Sardegna ed è un IGP, io l'ho cotto molto semplicemente nella pentola fornetto (che mi aiuta a non accendere il forno) e ho aggiunto le patate a spicchi. Nel sito del Consorzio per la tutela della IGP Agnello di Sardegna trovate tutte le informazioni su questo prodotto, come viene allevato, ecc. qui.

gnocchi acqua, farina e friarielli conditi con cacio e pepe

In arrivo 2 ricette di gnocchi acqua e farina con aggiunta di verdure del mio orto, questa è la prima ovvero gnocchi acqua, farina e friarielli (proprio nell'impasto) conditi con condimento di cacio e pepe, la semplicità sia nella preparazione che nel condimento. Qui sotto la foto dei friarielli del mio orto, la foto è di alcuni mesi fa ma adesso l'orto è molto più cresciuto, molto disordinato e la maggior parte delle verdure non ci sono più, sono rimasti solo il cavolo nero, i friarielli e lo spigariello napoletano, tra l'altro a fine mese verrà tolto per far spazio all'orto estivo. Chissà nel prossimo orto invernale, che verrà piantato i primi di ottobre, quali verdure pianteremo!

tiella con scarola e baccalà

Sono stata a Gaeta qualche anno fa, durante una gita proprio durante le festività natalizie e lì ho mangiato la buonissima tiella di Gaeta farcita con vari ripieni, l'ho voluta riprodurre a casa in questa ricetta con la scarola del mio orto ed il baccalà. Qui sotto metto anche la foto della scarola del mio orto. Purtroppo non sono riuscita a trovare le olive di Gaeta, e la pasta è venuta un pò spessa, sicuramente doveva venire un pochino più sottile magari mettendola in una tiella più grande, ma il sapore della farcitura c'era tutto, squisito. 

taralli napoletani

Si, lo so, solitamente i taralli napoletani si preparano nel periodo Natalizio, infatti li ho preparati mesi fa ma non avevo avuto ancora il tempo di pubblicarli. Ci sono piaciuti tantissimo, sono finite praticamente subito infatti sicuramente li rifarò, mi piacciono anche come spuntino o quando comunque non si vuole mangiare il pane. Ricetta semplice!!

panini napoletani ripieni di friarielli e scamorza

 

Questo inverno mi sono dedicata tantissimo a preparare ricette con le verdure del mio orto, qui nel blog trovate tantissime ricette: pizza baciata ripiena di cicoria, pizza in teglia con radicchio e scamorza, frittata di pasta con spigariello napoletano (chiamato anche minestra nera napoletana), paccheri all'uovo ripieni e crema di cavolo nero, pizza in teglia con friarielli e salsiccia al peperoncino, timballo di riso e spinaci, pizza di scarola, tanto per citare le ultime ricette che ho preparato. Oggi i panini napoletani ripieni di friarielli e scamorza, anche questo un grande classico della cucina campana, ottimi da mangiare già da soli o per accompagnare salumi, o antipasti, ma anche secondi di carne, per esempio. Qui sotto metto la foto anche dei friarielli del mio orto, la foto è di qualche mese fa ancora in crescita, adesso l'orto è molto disordinato e a fine mese verrà tolto per far porto all'orto estivo.

pizza baciata ripiena di cicoria

Le mie preparazioni sulle pizze continuano, qui nel blog trovate tante ricette di altri pizzaioli che ho rifatto a casa, le uniche pizze che non mi sono venute del tutto bene sono quelle molto sottili, la tonda romana e la pala romana, che rifarò sicuramente appena potrò, ma per il resto un tripudio di sapori grazie anche alle verdure del mio orto con le quali spesso farcisco le pizze che preparo. Oggi la pizza baciata, ovvero la pizza è doppia e va farcita, io con la cicoria del mio orto ripassata con olio extravergine di oliva, aglio e peperoncino. Qui sotto la foto della cicoria del mio orto.

galette al cacao con kumquat canditi

 
Sicuramente conoscete anche voi i kumquat ovvero i mandarini cinesi, li ho trovati al supermercato e con una confezione ho preparato 2 ricette, questa dolce e l'altra salata il cosciotto di tacchino con kumquat che trovate già pubblicata qui. E' un agrume, ha forma molto piccola e ovale, ma mangiato intero con tutta la buccia, il sapore della polpa interna è abbastanza aspro mentre la buccia è dolce, per questo quando si mangia si crea un armonia perfetta. I kumquat sono ricchi di sali minerali (potassio, magnesio e calcio) hanno anche un importante contenuto di vitamina C e A. Tutte queste caratteristiche li rendono un ottimo antiinfiammatorio e antitumorale, soprattutto per quei tumori che interessano il tratto intestinale, hanno  anche proprietà digestive naturali e antidepressive (queste informazioni fonte web). In cucina hanno molteplici utilizzi: nei dolci, ovviamente, si può fare la marmellata, oppure si mettono in infusione e si crea il liquore, o ancora in piatti salati aggiungendoli a carne bianca, ma anche aggiunti al pesce per esempio spigola, orata, calamari, infine si possono preparare dei dolci al cucchiaio come la panna cotta e ci si può aromatizzare la crema pasticcera. Qui trovate una mia altra ricetta la panna cotta con kumquat canditi oppure anche un altra ricetta insolita tatin di riso e kumquat (ricetta dolce).

Formaticum 2024

 

COMUNICATO STAMPA

STA PER ARRIVARE LA QUINTA EDIZIONE DI FORMATICUM
 
Dal 2 al 3 marzo 2024 a Roma, nella Città dell’Altra Economia,
si svolgerà la nuova edizione della mostra mercato dedicata al formaggio
e alle rarità casearie 
made in Italy,
organizzata da La Pecora Nera Editore e Vincenzo Mancino.

 
Degustazioni e riconoscimenti di qualità saranno al centro di Formaticum,
un evento di riferimento per un settore determinante dell’agroalimentare italiano

pizza in teglia scamorza e radicchio

In questi ultimi mesi ho preparato diverse pizze a casa, sia in teglia, che pizza baciata, poi ho provato anche a fare la pizza tonda romana ma era troppo sottile e ho avuto problemi poi con la cottura, infine ho preparato anche la pizza napoletana! Indubbiamente sono golosa di pizza e questo mi spinge anche a prepararla a casa, ci sono numerosi video su youtube dove prendere le ricette, come ho fatto io, questa è una pizza ad alta idratazione del maestro Gabriele Bonci che ho trovato sul canale MALATI DI PIZZA che è uno di quelli che seguo spesso e rifaccio le loro ricette. Avendo un orto in giardino nelle pizze che ho preparato ho sempre messo una delle mie verdure dell'orto, cotta oppure cruda come in questo caso che ho messo il radicchio crudo sopra. Qui sotto anche la foto del radicchio che non abbiamo piantato nell'orto solo per motivi di spazio ma nei vasi rettangolari. 

cosciotto di tacchino con kumquat

Leggo da molti anni la rivista di cucina Sale & Pepe, alcune mie ricette prendono spunto da questa rivista, o, a volte, le rifaccio integralmente (o quasi) come questa di oggi. Finalmente in questo periodo pubblico anche ricette di secondi piatti, in questo caso di carne, ma poi ne farò anche di pesce, io all carne comunque preferisco il pesce. Oggi una ricetta un pò insolita in quanto ci sono delle spezie (noce moscata e vaniglia) e l'utilizzo della frutta, i kumquat, i mandarini cinesi che ho acquistato al supermercato, e che, devo dire, in questa ricetta mi sono piaciuti molto in quanto danno quella nota acidula che viene poi ingentilita dalle spezie. Il kumquat è un agrume ricco di oli essenziali, utile per il sistema immunitario, le vie respiratorie e il sistema nervoso, ha numerose proprietà: antimicrobico e antibatterico, antinfiammatorio, antitumorale, eccellente contro gli agenti patogeni che attaccano la pelle, fortemente antiossidante grazie alla vitamina C e ai numerosi fenoli bioattivi. È appunto estremamente ricco di vitamina C, ma contiene anche acido pantotenico, riboflavina e acifo folico. È una buona fonte di oligo elementi, soprattutto di ferro, manganese e calcio. (fonte web qui). 

frittata di pasta con spigariello napoletano

Oggi una ricetta tutta Made in Campania, la frittata di pasta piatto iconico della tradizione partenopea alla quale ho semplicemente abbinato lo spigariello napoletano che ho nel mio orto invernale di quest'anno, una verdure che ci sta dando non poche soddisfazione e con la quale io mi diverto a creare ricette, nell'orto quest'anno anche i friariarielli, qui trovate la pizza in teglia friarielli e salsiccia al peperoncino. Appartiene alla famiglia dei cavoli broccoli, è una varietà di cavolo nero, questo si capisce perfettamente quando si lessa in acqua, l'odore è forte, proprio quello dei cavoli, ma una volta cotto l'odore si attenua, anche al palato non ha un sapore forte. Viene chiamato anche minestra nera napoletana o cavolo minestra o ancora "vruoccolo d'a Santella", di solito si utilizza nelle zuppe, minestre, io però che sperimento tanto nelle mie ricette l'ho messo anche come ingrediente della farcitura della pizza in teglia ripassato in aglio, olio e peperoncino, e ho già in mente altre ricette nel primo commento le piante di spigariello napoletano sono belle alte adesso 👇

I Migliori Vini Italiani 2024

 

I Migliori Vini Italiani 2024

A Roma si compie un viaggio “alla base del piacere” sorso dopo sorso

 

Torna a Roma l’atteso evento dedicato al mondo del vino d’eccellenza giunto alla XXIII edizione. Dal 16 al 18 febbraio, il Salone delle Fontane dell’Eur si animerà di workshop, incontri, presentazioni e degustazioni e corsi in pillole curati da Luca Maroni con l’obiettivo di esplorare, un calice alla volta e attraverso laboratori di assaggio, i valori “alla base del piacere”.

 

L’essenzialità dei sapori primari, la straordinaria ricchezza dei doni della natura, il recupero di ritmi più lenti, il piacere della tavola e la piacevolezza di un calice di vino: da queste istanze, sempre più urgenti, nasce la volontà di vivere esperienze profonde e durevoli in grado di farci riconquistare la gioia che la vita quotidiana spesso allontana dal nostro sentire. Tale bisogno viscerale, dunque, ha guidato Luca Maroni, autore e ideatore de I Migliori Vini Italiani 2024, insieme a Francesca Romana Maroni, CEO di Sens Eventi, al tema fondante di questa XXIII edizione della kermesse capitolina più attesa dell’inverno. “Alla base del piacere”, infatti, sarà il pay off de I Migliori Vini Italiani 2024 che, dal 16 al 18 febbraio, animerà il Salone delle Fontane dell’Eur attraverso un ricco calendario di appuntamenti tra workshop, presentazioni, degustazioni, libere e guidate, con l’obiettivo di esplorare gli aspetti più autentici e naturali che si trovano alla radice del sapore e della percezione di piacevolezza, dalle materie prime frutto della terra al piatto e, soprattutto, al calice.

soffici all'arancia

 

Un altra ricetta di Fulvio Marino che ha preparato durante la trasmissione "è sempre mezzogiorno" non seguo la trasmissione in quanto a quell'ora lavora ma trovo poi tutti i video e le ricette online, in questo blog ne ho già replicate un pò e ancora tanto ne voglio replicare. Sono tutti ricette che poi a casa mangiamo ovviamente, questa volta ho preparato queste brioche soffici all'arancia, visto che le arance sono di stagione, mi raccomando utilizzate arance bio o non trattate per questa ricetta, inoltre ho soltanto diminuito le dosi che dà lui nella sua ricetta, adattandole alle mie esigenze personali. Queste brioche soffici all'arancia sono ottime per la colazione o per la merenda. Io ho farcito con crema pasticcera all'arancia, con queste dose è venuta abbondante, ne è avanzata un pochino che abbiamo mangiato in altri modi.

il peposo toscano


Oggi una ricetta di un secondo piatto di carne, mi rendo conto che dei secondi piatti, di carne o di pesce, pubblico pochissime ricette qui nel blog. Sto riempiendo questo mio blog di ricette di dolci, pizze e prodotti di panificazione, amo molto la farina e tutto quello che si può creare! Mi sono ripromessa di preparare alcune ricette di carne, una è questa il peposo dell'Impruneta, uno spezzatino molto pepato appunto che ho mangiato anni fa a Pisa. Ricetta storica e antica Toscana si prepara con pochissimi e semplici ingredienti: carne di mango, vino rosso e pepe. Impruneta è un piccolo borgo toscano vicino Firenze da dove inizialmente sembra si sia preparata questa ricetta dalla cottura a fuoco bassissimo e molto lenta, il risultato finale è uno spezzatino morbidissimo che si taglia con una forchetta.

graffe napoletane

Quest'anno il Carnevale nel Lazio va dal 18 gennaio al 13 febbraio, i giorni più importanti per i festeggiamenti sono giovedì grasso 8 febbraio, domenica di Carnevale 11 febbraio e martedì grasso 13 febbraio. Ormai sono grande di età e non lo festeggio più da anni, ovvero non mi maschero più, al contrario di mio nipote di 6 anni che si maschera e lo festeggia, io lo festeggio a modo mio, come sempre, in cucina, preparando qualche ricetta come queste graffe napoletane, rigorosamente fritte, a Carnevale ogni fritto vale! Della ricetta originale ho soltanto dimezzato le dosi.

Vinòforum 2024

Vinòforum 2024: Circo Massimo sarà il teatro della nuova edizione

La nuova location e molte altre novità presentate nel corso della conferenza stampa di Vinòforum Class 

Vinòforum Class è stata l’occasione per presentare il calendario di attività 2024 firmato Vinòforum e per dare la notizia che molti attendevano. Per la sua 21esima edizione Vinòforum cambia sede e, dal 17 al 23 giugno, avrà come scenario una delle location più prestigiose al mondo: il Circo Massimo. L’annuncio è stato dato nel corso della conferenza stampa di apertura di Vinòforum Class, la preview che ha ottenuto un grandissimo successo sia nei numeri che nell’interesse riscontrato dal trade capitolino e dal pubblico di appassionati.

paccheri all'uovo ripieni e crema al cavolo nero

Mi piace tanto fare la pasta fatta in casa e avendo a disposizione un orto in giardino, sia d'inverno che d'estate, mi piace preparare condimenti con le verdure o ortaggi del mio orto. Ho trovato questa ricetta su un sito che taggo sotto, preparata dallo Chef Giovanni Milana, chef del ristorante "Sora Maria e Arcangelo" che si trova ad Olevano Romano (in provincia di Roma) dove, tra l'altro, io sono stata a pranzo con degli amici anni fa, questo ristorante è l'eccellenza per il cibo di grande qualità preparato con ingredienti di altrettanta qualità del territorio, ci tornerei subito. Un ingredienti di questa ricetta non sono riuscita a trovarlo le salsicce di Monte San Biagio DOP, che ho sostituito con salsicce piccanti magre, ma non devono essere troppo piccanti in quanto sbilancerebbero il gusto del piatto che deve invece essere bilanciato tra piccante e erbaceo del cavolo nero, senza che l'uno prevarichi sull'altro. Per la salsa ho utilizzato il cavolo nero del mio orto, sotto metto la foto di quando si stava sviluppando nella crescita.

Evoluzione, percorsi per l'extravergine di qualità

COMUNICATO STAMPA

AL VIA LA SESTA EDIZIONE DI EVOLUZIONE,
IL GRANDE EVENTO DEDICATO ALL’ OLIO EXTRAVERGINE DI QUALITÀ
 
Lunedì 29 gennaio 2024 torna Evoluzione, l’evento organizzato da La Pecora Nera Editore e Oleonauta, presso la suggestiva sede del MAXXI di Roma.
 
Degustazioni guidate, tavoli di consulenza, masterclass, presentazioni, premiazioni e
convegni sull’oleoturismo, la scienza e la salute animeranno questa nuova edizione.
 
Novità di quest’anno: oltre agli operatori b2b, tutti gli appassionati di olio extravergine, nel pomeriggio, potranno partecipare gratuitamente alla manifestazione.
 
Nella Capitale sta per tornare la nuova edizione di Evoluzione, percorsi per l'extravergine di qualità. Il grande evento organizzato da La Pecora Nera Editore e Oleonauta, quest’anno si terrà lunedì 29 gennaio 2024 nella suggestiva location del MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo.

pizza in teglia con friarielli e salsiccia al peperoncino

Amo tantissimo mangiare la pizza, a volte non resisto ad aspettare il sabato sera che andiamo a mangiarla in pizzeria e la preparo a casa, a forza di prepararla sto migliorando tanto con ottimi risultati come questa pizza in teglia con friarielli del mio orto e una deliziosa salsiccia piccante al peperoncino, cerco ricette online, di solito su youtube, proprio da lì viene questa ricetta da MALATI DI PIZZA, invece la farcitura è opera mia, avendo a disposizione un orto in giardino con diverse verdure preparerò ogni settimana una pizza con farciture diverse ma ci sarà ogni volta una delle verdure del mio orto, qui sotto la foto dei friarielli.

WORLD PIZZA DAY 2024

IL WORLD PIZZA DAY, che si celebra il 17 gennaio di ogni anno, è VERY FOOD CONFIDENTIAL. La parola d’ordine di quest’anno per noi è IDENTITÀ. Ciascuna pizzeria con il proprio leitmotiv ha un personale patrimonio genetico, un quid che la rende unica. Sarà sempre pizza, ma non sarà mai “solo pizza”. Di seguito vi proponiamo 11 pizze bandiera da tutta Italia per ogni pizzeria della scuderia Food Confidential.

timballo di riso e spinaci

Una ricetta semplice ma che appaga stomaco e palato, preparata con gli spinaci del mio orto, qui sotto vi metto la foto. L'ho preparata circa 1 mese fa, adesso nell'orto gli spinaci non ci sono ma spero tanto che crescano nuovamente per darmi la possibilità di preparare altre buone ricette.

50 Top Italy: i 50 Migliori Ristoranti nel Mondo per il 2024

 

Gran Galà della Cucina Italiana di 50 Top Italy: svelati i 50 Migliori Ristoranti nel Mondo per il 2024 e assegnati gli attesissimi Premi Speciali.

IL CARPACCIO A PARIGI È II MIGLIOR RISTORANTE ITALIANO DEL MONDO 2024

Sul podio, al secondo posto Gucci Osteria Tokyo;
in terza posizione Don Alfonso a Toronto.

Ai vertici delle singole classifiche 2024: Trattoria da Burde, a Firenze, al primo posto della classifica Trattorie/Bistrò Moderni; Zia Restaurant, a Roma, numero uno per Cucina d’Autore; Osteria Francescana, a Modena, al primo posto per Grandi Ristoranti; Villa Crespi, a Orta San Giulio, primo per la categoria Luxury.

flan parisien di torrone

Sicuramente capiterà anche a voi che a Natale i parenti vi regalano cose, oggetti oppure cibo che non gradite mangiare, a me succede tutti gli anni che un parente mi regali un torrone bianco duro con le mandorle che noi a casa non mangiamo, non perchè non ci piaccia ma perchè non è uno dei nostri torroni preferiti ed io, puntualmente, come ogni anno, cerco in rete ricette che posso adattare in modo da inserire come uno degli ingredienti anche questo torrone bianco duro con le mandorle, anche quest'anno ho fatto così, ho visto una ricetta in spagnolo su instagram dal nome "flan parisien du turron" e l'ho preparata dimezzando le dosi, sostituendo la pasta sfoglia comprata come diceva quella ricetta con pasta brisèe preparata da me e l'ho volutamente fare molto alta, il ripieno è venuto compatto ma non secco, infine all'interno c'era anche il croccante dato dalle mandorle che erano dentro il torrone, la superficie sopra si è anche caramellizzata. Ho trovato questo un modo utile per riutilizzare il torrone che così, da soli, non mangiamo.

pizza di scarola

 
Buon Anno! Oggi pubblico la ricetta di un grande classico campano: la pizza di scarole, facile da preparare, inoltre ho la scarola nel mio orto (metto foto sotto), preparata il 30 mangiata il 31 dicembre per la cena di Capodanno, a casa. A Capodanno non ci piace andare fuori casa, ma rimanere a casa, inoltre ho un cane anziano che non voglio assolutamente lasciare sola, Maya che ora ha 15 anni e mezzo quasi. La ricetta è sempre di Fulvio Marino, esperto panificatore, che seguo e replico tante sue ricette che prepara anche durante la trasmissione "è sempre mezzogiorno", ho soltanto dimezzato le dosi per farla più piccola e ho utilizzato solo farina o e non farina di farro.

spighette di pane

Seguo sempre Fulvio Marino e tutte le ricette che prepara, sia dolci che salate, mi vengono tutto bene subito, tranne qualche rara eccezione, ma ovviamente non dipende da lui ma dalla mia esecuzione. Oggi ho preparato queste spighette di pane, molto buone e semplici da preparare. Abbiamo iniziato un nuovo anno, il 2024, vi auguro di averlo iniziato al meglio!