cream tart

Qualche giorno fa è stato il mio compleanno, passato rigorosamente a casa e così ho preparato una Creat Tart, una torta scenografica e buona da mangiare. La torta era composta da 2 cuori di pasta sablè al cacao, farcita con namelaka al caffè, infine sopra per abbellirla e renderla ancora più golosa ho aggiunto dei mini mars (che adoro e mi ricordano tanto la mia giovinezza, anche se, sinceramente, il gusto mi sembra cambiato molto), dei quadrati di cioccolato fondente con dentro pezzetti di pistacchi croccante ed infine delle rose e foglie di pasta di zucchero. Come ogni anno anche quest'anno per il mio compleanno, che cade a cavallo di 2 ponti, sarei dovuta partire per un viaggio (faccio almeno 3 viaggi all'anno), l'anno scorso ero in Emilia Romagna, quest'anno sarei dovuta andare 10 giorni circa nelle Marche, ovvio che non è stato possibile. Per addolcirci un pò la vita passiamo alla ricetta di questa torta. Questa torta è molto versatile, infatti si presta ad un'infinità di varianti, si può fare in tante forme (rotonda, a forma di numero, per esempio), farcita in tanti modi e gusti, infine decorata sopra con tanta fantasia!

bavette al pesto di cavolo rosso


Oggi la ricetta di un primo piatto molto semplice (e veloce) da preparare ma vegetariano e molto, molto scenografico da vedere! In questo periodo a casa, come tutti del resto, ho ripreso a cucinare molto, ho tempo di scegliere le ricette che mi piacciono e di provarle, ho decido che per un pò di tempo non pubblicherò i racconti dei miei viaggi perchè per molti mesi non potremmo viaggiare (ho ancora da pubblicare sul Portogallo, sull'Emilia Romagna, sulla Germania, e su Basilicata e Puglia, molti post quindi).

pane di grano duro con l'autolisi

Ormai da 1 mese e mezzo a casa, come tutti del resto a causa di questo virus, anche io mi sono data da fare per preparare ogni tipo di ricetta, ho preparato questo pane di grano duro con la tecnica dell'autolisi, che vi spiegherò più sotto, il risultato finale è stato ottimo direi. Purtroppo non ho il lievito madre, in passato l'ho avuto ma non ho mai saputo gestirlo quindi ho rinunciato, sicuramente con il lievito madre, al posto del lievito di birra fresco (seppur in pochissime quantità) il pane sarebbe stato più profumato ma anche così mi sembra di aver fatto una più che buona ricetta. Sicuramente continuerò ad informarmi e studiare le varie tecniche che ci sono per preparare il pane e a breve preparerò anche la pizza.

torta mousse al cioccolato

La torta mousse al cioccolato è per chi, come me, ama il cioccolato e ci si vuole tuffare dentro! Facilissima da preparare, ha un gusto buonissimo che ha stupito anche me per la sua bontà, l'ho preparata per il pranzo di Pasqua, le altre ricette preparate a Pasqua, e già pubblicate, sono lo gnocco fritto emiliano senza lievito che ho abbinato a salame e formaggio e le lasagne ai carciofi, tutte ricette facili da preparare ma di gran gusto! Veniamo alla ricetta di oggi: la torta è composta da 2 strati di pasta biscotto al cacao, uno strato di mousse al cioccolato ed uno strato di ganache al cioccolato, tripudio di bontà! Ho dimezzato le dosi facendola diventare per 6 persone molto golose!!

lasagne ai carciofi

Anche questa ricetta fa parte del pranzo di Pasqua, l'altra ricetta è un'antipasto che si può tranquillamente chiamare anche street food e proviene dall'Emilia Romagna: lo gnocco fritto, trovate qui la ricetta. Per prima piatto ho preparato un grande classico con i carciofi che sono di stagione, io cerco di seguire sempre la stagionalità degli ingredienti. Il pranzo di Pasqua terminerà con la ricetta di una dessert, nel prossimo post (martedì prossimo). Qui invece trovate una variante della lasagna ai carciofi: con pasta all'uovo al prezzemolo e crema di ricotta.

gnocco fritto senza lievito

Pasqua è appena passata, come per tutti voi anche per me a casa, e così anche nel giorno festivo ho continuato a cucinare, ormai cucino tutti i giorni, tanto, almeno appago la mia gola, potendo scegliere preferisco le ricette salate a quelle dolci, ma mangio anche i dolci se mi rimane uno spazietto nello stomaco, ma devono essere buonissimi e con bassa quantità di zuccheri.  Il mio menù di Pasqua è iniziato con lo gnocco fritto emiliano che ho abbinato alla corallina, salame tipico del Lazio che si mangia proprio a Pasqua, e ad una caciotta stagionata 2 mesi della cooperativa allevatori Testa di Lepre che si trova a Fiumicino, io però l'ho comprata da un'azienda agricola La Zappetta che si trova a 5 minuti di macchina da casa mia, che produce frutta e ortaggi e vende anche formaggi di questa cooperativa agricola, devo dire molto buona. Lo gnocco fritto l'ho mangiato l'anno scorso, in aprile, durante il mio viaggio in Emilia Romagna del quale devo ancora scrivere ma presto lo farò. Ho scelto di preparare lo gnocco fritto emiliano senza lievito.

fettine alla pizzaiola


Come già scritto nel precedente post che riguardava le cipolle di Tropea gratinate che trovate qui, che vi consiglio di preparare perchè una ricetta semplicissima da degli ottimi risultati a livello di gusto e di appagamento del palato, oggi un secondo sciuè sciuè, come direbbero i napoletani, cioè veramente veloce da preparare, le fettine alla pizzaiola. E poi non mi dite che dopo non fate la scarpetta!!

cipolle di Tropea gratinate

Tutti noi continuiamo a stare a casa e a cucinare, cerco ricette che poi replico, pubblico 2 post a settimana tematici, nel senso che i 2 post o sono entrambi di ricette di primi piatti, o di dolci, oppure, come questa settimana di secondi e contorni, oggi goduriosa e facilissima ricetta delle cipolle di Tropea gratinate al forno, in generale a me piacciono molto le cipolle, queste di Tropea è la prima volta che le preparo gratinate, da accompagnare ad un secondo piatto oppure si possono anche servire come antipasto.

candele napoletane con la genovese

Un gran piatto unico questa pasta condita con la genovese, ovvero un condimento in bianco di carne e cipolle cotto per 3 ore a fuoco lentissimo. Io poi adoro la cipolla, difficile non innamorarsi di questo piatto, facile da preparare anche a casa. Per i campani questo è uno dei piatti più classici, della domenica, per me è tanta gola!