vellutata di topinambur con uova di quaglia e salmone

Finalmente è iniziato ieri, con 2 lezioni consecutive in via eccezionale, il corso per aspirante assaggiatore di formaggi di primo livello presso l'ONAF, sede di Roma, la prossima settimana vi racconterò qualcosa di quello che ho imparato durante queste lezioni...dopo il corso di analisi sensoriale sull'olio extra vergine di oliva, frequentato pochi mesi fa presso l'ASPOL di Frosinone, per me tutto questo è estramemente interessante perchè...non si finisce mai di imparare ed io ne ho ancora di strada da fare ;) Ringrazio sia Giovanna che Silvia (mia omonima) per avervi invitato a partecipare al gioco che mi da la possibilità di farmi conoscere meglio...in fondo al post, come al solito, trovate tutto...la ricetta di oggi è adatta anche per S. Valentino...perchè no? Ho assaggiato le uova di quaglia non più di 2 anni fa e mi sono piaciute molto, in questa ricetta le ho utilizzate in un bicchierino accompagnate da una vellutata di topinambur, il famoso carciofo di Gerusalemme, altro alimento da me amato e conosciuto solo da pochi mesi...ne nasce un'antipasto davvero sfizioso...con il topinambur ho preparato anche i cannelloni ripieni di ricotta e topinambur, la bavarese salata al topinambur su crema di zucca e la vellutata di topinambur e funghi porcini, se poi non vi basta anche questa ricetta di oggi eheheheheheheheeh (io l'ho inserito in antipasti e sfizi...)
ingredienti per 4 persone:
per la vellutata: 
400 gr topinambur
50 gr panna fresca
maggiorana
sale
pepe
per completare i bicchierini:
4 uova di quaglia
4 fettine salmone norvegese affumicato BOTTEGA DEL MARE 
1 cucchiaio aceto bianco
pepe nero
*vassoio verde linea Osteria CERAMICHE TAPINASSI
Ho sbucciato i topinambur, tagliati a cubetti e cotti al vapore per circa 6 minuti. Li ho messi nel mixer insieme alla maggiorana e la panna, ho azionato e ho ottenuto una crema morbida e liscia, ho condito con sale e pepe e ho distribuito la vellutata all'interno dei bicchieri, si devono conservare tiepidi, quindi li ho messi in forno a 60/70° di temperatura. In una padella larga antiaderente ho messo 2 dita d'acqua e 1 cucchiaio di aceto bianco, ho portato a bollore, ho abbassato la fiamma a sgusciato dentro le uova di quaglia, una alla volta, e le ho cotte per 1 minuto e mezzo ciascuna. Le ho tolte con una schiumarola, messe in un piatto e rifilati i bordi bianchi con un coltellino, ho messo le uova di quaglia cotte nei bicchierini, sopra alla vellutata, ho aggiunto delle fettine di salmone affumicato e una macinata di pepe nero.  (ricetta tratta dalla rivista Sale e Pepe) 


E veniamo al giochino...dal blog di Giovanna, pasta e non solo, giochiamo per conoscerci, ecco le sue domande per me:
- Qual'è la vostra ricetta preferita? Purtroppo non ce n'è una ma tante...
- Cosa pensano i vostri familiare del blog? Il mio compagno, analista programmatore per grandi aziende che, però, non mi ha mai aiutata perchè non si occupa di questo nella vita, prima mi diceva "a che scopo perdi tutto questo tempo?" ora ci si è abituato e visto che cucino meglio, non dice nulla...
- quale è la vostra più grande soddisfazione? Questo blog mi fa da traino da oltre 2 anni, così mi intestardisco per imparare e cucinare e prova e riprova (qualche volta 2 volte) riesco a preparare la ricetta che voglio nel migliore dei modi...
- qual'è il piatto che non mangereste mai? Non amo trippa, pajata,fegato, e volatili vari...
- qual'è la ricetta che non faresti mai? Leggi sopra...
- chi è la vostra cavia preferita? Me stessa in primis, spesso il mio compagno, e a volte anche i miei amici e qualche familiare, che si prestano sempre ben contenti...
- qual'è il tuo hobby preferito? Adesso come adesso direi proprio la cucina...
- il tuo film preferito? Ce ne sono tanti, non saprei...
- chi sono i tuoi migliori sostenitori, gli amici in generale, i familiari
- a chi vorresti fare provare la tua cucina? A qualche chef famoso ma ne ho in mente talmente tanti che non so scegliere...


Le domande per me da parte di Silvia, profumo di cose buone, qualcosa di me:
1. C'è un piatto che non amate cucinare e che invece amici/famigliari/colleghi vi chiedono spesso?
non me lo chiedono perchè sanno che non lo cucino, non ce la faccio: trippa, pajata,fegato, e volatili vari...
2. C'è una ricetta che avete cucinato almeno 20 volte nella vita? No, assolutamente mai!
3. Che cosa vorreste imparare a cucinare? Vorrei fare un corso professionale di pasticceria
4. Qual è la cosa che vi fa più paura? Solo quello di ammalarmi di un male orribile, senza ritorno, per il resto non temo proprio nulla, purtroppo...
5. Che lavoro vi piacerebbe fare? Aiuto cuoca, almeno...
6. Avete mai seguito una dieta? Si, a settembre 2012, ho perso in 1 mese e mezzo 6 kg senza fatica e senza accorgermene...
7. Cosa vi fa sorridere sempre? La mia cagnolina Maya, sempre affettuosa e contenta di vedermi, pure se manco da casa per 10 minuti!!
8. Avete un animale domestico? Si, un cane, di nome Maya, presa dal canile La Muratella 3 anni e mezzo fa, lei aveva solo 5 mesi e stava per morire dissanguata perchè aveva mangiato veleno per topi e nessuno, ovviamente, lo poteva sapere, Barbara, della clinica LIDOVET di Ostia Lido, ha fatto il miracolo e l'ha salvata, per me e il mio compagno è un Dio...ovviamente...per Maya un pò meno, ne ha paura, ovviamente...

Le mie 11 domande:
- cosa significa per voi essere food blogger?
- perchè avete aperto il vostro blog di cucina?
- quanto tempo giornaliero e/o settimanale dedicate al blog?
- pensate che una foto molto bella sia meglio di una ricetta strepitosa (come dire è meglio l'apparenza della sostanza)?
- cosa non cucineresti mai?
- l'ingrediente che non può mancare nella tua cucina?
- perchè vi piace cucinare?
- da quanto tempo cucini?
- parteciperesti ad una trasmissione in TV di cucina?
- c'è stato un momento che avresti chiuso il tuo blog e perchè?
- cosa ti ha fatto cambiare idea nel mantenere aperto il tuo blog?

I blog da me scelti per rispondere alle mie domande:
- la casa di Artù
- quinto peccato capitale
- a fiamma dolce
- pane, burro e alici 

60 commenti:

  1. Un post ricchissimo!! Innanzi tutto la ricetta: molto particolare e con ingredienti che non uso abitualmente, quindi.. una bella novità!!
    E poi in bocca al lupo per i corsi che ti attendono e complimenti per il gioco che ci aiuta a conoscerti meglio!
    A presto

    RispondiElimina
  2. il topinambur manca nella mia cucina e devo inserirlo assolutanente, la tua vellutata la proverei con piacere.Ho letto con molto interesse le tue risposte, troppo carino questo giochino. Ciao.

    RispondiElimina
  3. Una ricetta interessantissima, da provare... per me sara la prima volta ad usare le uova di quaglia e topinambur ma sempre c'è una prima volta, no?! Ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Uauh che post!!! non ti smentisci mai !!! Ma sai che è proprio grazie a te che ho provato il topinambur???....le uova di quaglia però mi mancano....un bel piatto ricercato complimenti.buonanotte

    RispondiElimina
  5. Un antipasto veramente sfizioso!

    RispondiElimina
  6. Sissi non ci crederai ma ho appena commentato da Valeria di Murzillo saporito una ricetta di crostini con gli stessi ingredienti....è veramente incredibile.

    Adoro il topinambur, ma quest'anno non lo trovo ancora , buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata a vedere la ricetta, e' vero alcuni ingredienti sono uguali ma lei ha proposto un crostino, io ho preso questa ricetta dalla rivista Sale e Pepe ;) un abbraccio Silvia

      Elimina
  7. Che bel giochino!dai così ci conosciamo meglio! : )
    ottima la ricettiva con le uova di paglia!
    buona giornata
    Angelica

    RispondiElimina
  8. Ma ci sono anch'io nella lista del gioco!ahahha avevo letto solo peccati di dolcezza!grazie mille provvederò a rispondere a tutte le domande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego, ho scritto questo post ieri sera tardi e non ho avuto il tempo di avvertire le persone alle quali passo il gioco;)

      Elimina
  9. Davvero particolare e innovativa! Direi...da provare! Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  10. Una ricetta originalissima. Mi sa che la faccio stasera al mio lui ^_^ Grazie cara di averci fatto conoscere qualcosa in piu' di te.Baci

    RispondiElimina
  11. Bellissima e originale ricettina brava!!
    mai viste le uova di quaglia :(
    bacioni!

    RispondiElimina
  12. Mamma che delizia questa ricetta. E complimenti per i corsi che stai frequentando con costanza ed entusiasmo. Deve essere proprio una bella esperienza. Un bacione.

    RispondiElimina
  13. da te cara Silvia si trovano semrpe ricette originali, ottimi connubi che danno vita a splendide preparazioni, bravissima! Baciotti e ronron Helga e Magali e aspettiamo i tuoi racconti sul corso

    RispondiElimina
  14. bellissima ricetta silvia, è d'effetto per le tavole di ogni festeggiamento, brava!!!

    RispondiElimina
  15. ecco un'altra meravigliosa idea per l'uso del topinambur :) grazie mille cara! ma sai se anche qui a Napoli si svolgono questi corsi?

    RispondiElimina
  16. Veramente elegante questo piattino!Aspetto resoconto delle lezioni del corso, è un pò che penso di farlo anche io!

    RispondiElimina
  17. Una bella ricetta!! complimenti!!

    RispondiElimina
  18. Silvietta mia!!! ma tu con l uova di quaglia sei già in versione primaverile... :O)
    adoro i topinambur e poi anche l' abbinamento cromatico con il rosa del salmone ed ilgiallo delle uova mi sembra perfetto!
    bacio

    RispondiElimina
  19. che bella ricetta, complimenti!!

    RispondiElimina
  20. una vellutata adatta anche per questa sera per festeggiare san valentino

    RispondiElimina
  21. Bell'accostamente inusuale per la presenza dei topinambur.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  22. Complimenti, che ricca preparazione, accostamenti davvero esaltanti.
    Un saluto Emanuela

    RispondiElimina
  23. Ciao Silvia :) Complimenti per questa vellutata invitante e gustosa, deve essere ottima! Mi ha fatto piacere conoscere un po' più di te! :) Un abbraccio e buon San Valentino :)

    RispondiElimina
  24. Ciao cara,una preparazione da Master Chef,davvero molto gustosa e da provare.Personalmente non ho mai assaggiato le uova di quaglia quuindi questa e' proprio una gustosa occassione.
    Un abbraccio e buona serata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero? Grazie tante! Allora ho pure io una chance...poi magari mi buttano fuori alla prima sfida aahahahahahahahahah

      Elimina
  25. che ricetta interessante...mai provata..ma sarà buonissima

    RispondiElimina
  26. che bei bicchierini! :) devono essere buonissimi!! :) buona serata, un bacio! :)

    RispondiElimina
  27. Me ha parecido una receta muy rica y muy original!
    Ana de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  28. Mamma mia quante cose nuove in questa ricetta !Complimenti!!!
    Se ti va passa a trovarmi!!:)

    RispondiElimina
  29. Niente male , poi i topinambur hanno il gusto di carciofi che ci sta molto bene

    RispondiElimina
  30. Quante cose che abbiamo scoperto in più di te tesoro e sai questi corsi sono davvero affascinanti cosi come la sfiziosissima ricetta che ci proponi oggi!! Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  31. Ciao Silvia che bella ricetta, molto originale! Bello leggere un po' di te....complimenti per il premio e per le belle esperienze, un bacione :)

    RispondiElimina
  32. Un piatto complesso che richiede una notevole competenza. Sei sempre brava.

    RispondiElimina
  33. Ciao silvia bella questa proposta! Interessante il corso! complimenti e un abbraccio paola

    RispondiElimina
  34. Topinambur: c'è!! E lo adoro aggiungo, è un alimento eccezionale! Il resto si prende, :-) xchè questa ricetta è raffinatissima e gustosa!! Fa un figurone! Brava

    RispondiElimina
  35. ma quante ne fai??? Bravissima cara Silvia, quando passo da te mi fai venire voglia di fare mille cose! La ricetta è splendida, da ricordare e testare.
    un abbraccio e buon we, Vale

    RispondiElimina
  36. Bellissimi, hai visto il mio ultimo esperimento con quel salmone?http://www.saleepepequantobasta.com/2013/02/bollicine-rose-san-valentino.html

    RispondiElimina
  37. tempo di vellutate! Ottima anche questa ;-)

    RispondiElimina
  38. complimenti per gli accostamenti molto originali che hai realizzato in questo piatto!

    RispondiElimina
  39. Una ricetta molto interessate e originale, complimenti Silvia. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  40. Bellissima proposta e complimenti per il corso..
    baci

    RispondiElimina
  41. Ma che bella ricetta raffinata!!! Brava Silvia!!!!!
    Un bacio grande e felice fine settimana!!!

    RispondiElimina
  42. Una ricetta chic e sfiziosa...da segnare! Bravsisima
    simona

    RispondiElimina
  43. questo e' un piattino chiccoso, cara ...complimenti un grande abbraccio

    RispondiElimina
  44. Silvia che bella la tua voglia di mettersi in gioco e di imparare sempre! Io lo vedo che diventi sempre un pochino più brava, ora é un po' che ti seguo ed é bello, come dici tu scoprire di avere sempre comunque tanto tanto da imparare! Bello poter imparare le una dalle altre! In bocca al lupo per il tuo corso all' ONaF
    Avevo visto anche io questa ricetta e avevo in mente di farla, in Piemonte il topinambur si chiama "ciapinabò" e io lo adoro sia crudo che cotto!
    Un bacio Sissi e buon we

    RispondiElimina
  45. una vera sciccoseria cara, adoro i topinambur, ma qua da me semprano introvabili... Un abbraccio!

    RispondiElimina
  46. Un in bocca al lupo per i tuoi corsi e complimenti per il tuo blog!! davvero interessante!! a presto

    RispondiElimina
  47. Molto bella ed interessante questa ricetta! Un abbraccio

    RispondiElimina
  48. Sei troppo forte!!!! e brava!!!! se passi da me c'è un pensierino.... Buon Fine Settimana Gio' ^_^

    RispondiElimina
  49. wow che ricetta particolare! mai mangiate le uova di quaglia ne tantomeno i topinambur! molto curiosa!
    Baci Baci

    RispondiElimina
  50. Tante informazioni interessanti.
    Ottimo!
    Grazie

    RispondiElimina
  51. Grazie di cuore per aver pensato a me, l'ho aggiunto in un post dove avevo già risposto ad altre domande....così saprete un sacco di cose di me....ciao cara!

    RispondiElimina
  52. Silvietta cara, questo giochino è molto carino!!! Non sono certa però di riuscire a partecipare, ma non ti offendi vero???
    Ti abbraccio,
    More

    RispondiElimina
  53. tesoro a questo piatto me lo sono persoooo, buonissimo, me ne posso rubare una porzione? felice serata :*

    RispondiElimina
  54. Davvero interessante!!
    Da provare!!
    Mi unisco ai tuoi lettori: qui ci sono tante ricette particolari!! Buone!!!
    Ti invito a partecipare al mio contest:
    http://delizieeconfidenze.blogspot.it/2013/02/i-1000-gusti-della-manioca-il-mio-primo.html
    mi farebbe molto piacere!
    Ti aspetto, un abbraccio

    RispondiElimina