Le parole del formaggio


Difficilmente faccio recensioni di locali ma in questo caso ne è valsa proprio la pena accettare l'invito di Food Confidential e recarmi presso la vineria/ristorante BANCOVINO, in Prati, Via Pietro Borsieri n. 27 per assistere alla presentazione del libro "Le parole del formaggio. Glossario enciclopedico per appassionati e curiosi" (Edizioni Estemporanee) scritto da Bruno Pistoni e sua figlia Emanuela Pistoni e poi, a seguire, c'è stata anche la degustazione di formaggi con abbinamento di vino Merlot Rosa 2011 di Cantine Lupo (che ho trovato un ottimo vino). Bruno Pistoni, già Maestro Assaggiatore di Formaggi (ONAF) e Affinatore (infatti ho avuto la sensazione di stare ancora in una delle mie lezioni del corso per diventare Assaggiatore di Formaggio, terminate proprio di recente...e come sempre incantata all'ascolto...), è consulente enogastronomico di alto livello nonchè esperto selezionatore di prodotti enogastronomici con una lunghissima esperienza alle spalle in tal senso, ha scritto questo libro per permettere a tutti di avvicinarsi a questo fantastico mondo dei formaggi (io lo so!), all'interno, oltre 600 termini legati al mondo del formaggio, alle tradizioni, al gusto, spiegati in un linguaggio semplice proprio per essere capiti da tutti...aiutato dalla figlia Emanuela che, proprio attraverso la sua vineria/ristorante BANCOVINO, aperta da poco, mette tutta la passione e la sua conoscenza per portare avanti anche questo grande lavoro fatto insieme al padre. La vineria non è grande ma di sicuro ben attrezzata per far sedere comodamente un certo numero di clienti/appassionati, sia proprio sul lungo bancone che davanti attraverso dei tavolini a scomparsa che si possono aprire all'occorrenza...in fondo c'è la cucina con una vetrata trasparente, e tutto intorno fin su in alto una vera libreria del gusto: sosta in ogni ripiano ogni tipo di specialità, di prelibatezza culinaria, anche in abbinamento ai formaggi ma non solo, senza dimenticare la salsa di pomodoro che porta proprio il nome della vineria...è stato un vero piacere poter osservare che la maggior parte dei marchi aziendali esposti sono prodotti che io ho usato oppure utilizzo nelle mie ricette...questo mi ha fatto capire il salto di qualità che ho fatto da prima che aprissi questo mio blog a tutt'oggi e che, con passione, continuo a portare avanti...vi lascio qualche scatto di questo evento che mi è piaciuto molto proprio per la passione dei 2 autori del libro (e gestori della vineria) nel trasmettere tutto il loro sapere agli altri...alla fine troverete il tagliere per la degustazione con assaggio di formaggi..lì qualcosina ora so anche io...anche se mi rendo conto che sono ancora impacciata, anzi a volte addirittura mi sembra di saper esternare molto meno di quello che in realtà so...si va a cominciare! Buon fine settimana!






la degustazione dei formaggi:
- ricotta di bufala casertana saporita e gustosa al punto giusto per fare una cremina per condire una pasta abbinata a verdure, secondo me...;
- Brie  è un formaggio a latte vaccino, semigrasso, a pasta molle e con crosta fiorita (la muffa di color bianco in superficie, si forma perchè viene inoculato il Penicillium Camemberti, ed è edibile) prende il nome da Brie, la regione della Francia in cui è prodotto; 
- Salva di grotta DOP è un formaggio prodotto da latte intero, stagionato circa 3 mesi in grotte naturali, pasta morbida nel sottocrosta e più friabile e asciutta al centro, sapore intenso e aromatico;
- Comtè formaggio francese certificato AOC (denominazione di origine controllata) dal 1952, prodotto con latte vaccino in Francia nel  Montbéliard o Pie Rouge dell'est, proviene da vacche che brucano una flora molto varia del massiccio del Giura, producendo un latte dal ricco aroma;
- Blu del Moncenisio (area del passo del Moncenisio, alta Val di Susa, Piemonte) è un formaggio vaccino al quale può essere aggiunto latte caprino in piccole dosi, pasta morbida di color paglierino più o meno intenso, con venature blu-verdi moderatamente diffuse, la crosta leggermente fiorita di colore bianco avorio, è un formaggio prelibato, si differenzia dai Blue francesi per la sfumatura prevalentemente verde nel nostro italiano, prevalentemente blu in quello francese, ha sapore forte, ma più leggero e dolce di un gorgonzola piccante intenso, con note di stalla;
crostino di polenta con cacio e pepe (ottimo finger food).


18 commenti:

  1. il mio topoGigi ci si tufferebbe ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahaha, allora sono un pò toto gigio pure io!! :D

      Elimina
  2. Se avessi la possibilità di andarci!!!! Adoro questo genere di locali. Ciao.

    RispondiElimina
  3. Ho l'acquolina in bocca a vedere tutti quei formaggi!

    RispondiElimina
  4. mannggia.. io a me proprio i formaggi non sciolti) non mi vanno.. ma bello il locale.. un bacio.. noemi trucco e dintorni

    RispondiElimina
  5. Grazie per la recensione! Lavoro lì vicino e lo avevo visto, ma dato che di recente in quella zona (cioè in tutta Prati)spuntano locali nuovi come fossero funghi , alla fine il risultato è che non ne ho provato nessuno...
    Ci andrò di sicuro a fare un apertitivo :D

    RispondiElimina
  6. Interessante, grazie per questo post :-) farei già un assaggio dei deliziosi formaggi :-) un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  7. I formaggi mi piacciono molto,peccato che non abito li altrimenti sarei andata a fare una visita.
    Buon week-end e un forte abbraccio:)

    RispondiElimina
  8. silviaaaaaaaaaaaaa ma tu come fai a mangiare tutte ste bontà e non mettere peso?? io cmq ti invidio non poco....non per il peso....per questa tua voglia di conoscere assaggiare andare vedere ....bello bello brava!

    RispondiElimina
  9. Che bella questa recensione e che bel locale... grazie, prendo nota e se dovessi capitare a Roma me ne ricorderò ;) Un abbraccio, buon weekend! :) :**

    RispondiElimina
  10. Adoro i formaggi , un locale favoloso e un post molto interessante. Buon week end, un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  11. Locale davvero carino...niente di più buono che vino e formaggi!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Davvero interessante. Post meraviglioso, cara!
    E quanti formaaaaaggiiii...!! :3
    Un abbraccio,
    Incoronata.

    RispondiElimina
  13. Como me gustaría estar en medio de los quesos de calidad buen dato,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  14. la vera ricotta di bufala è una cosa *.* io ogni tanto vado in una prov di Caserta, la patria della Mozzarella (Mondragone) e faccio scorte :) che meraviglia! complimenti :-** buona domenica

    RispondiElimina
  15. che bello questo negozio, io amo i formaggi , di tutti i tipi! ciao!

    RispondiElimina