Pistoia (terza parte)

Terzo ed ultimo post dove racconto del tour Master Food Pistoia al quale ho partecipato dal 10 al 13 marzo, organizzato dal Consorzio Turistico Città di Pistoia, dalla Camera di Commercio di Pistoia, dal giornalista Armando Alibrandi, tour che ha visto come protagonisti e partecipanti alcuni dei migliori partecipanti dell'ultima edizione di Masterchef Italia: Erica Liverani (prima classificata), Lorenzo De Guio (terzo classificato) e Maradona Youssef (quarto classificato). Dopo avervi parlato di alcune delle tante bellezze storiche di Pistoia, vi ho parlato poi delle attrazioni che Pistoia offre per i bambini qui, infine vi parlo oggi di alcuni dei posti dove potete mangiare e che io ho provato insieme a loro.

Abbiamo iniziato il nostro tour con la conferenza stampa+cena al Toscana Fair. Questo agriturismo situato all'interno di una importante azienda vivaistica e ricavato da un vecchio capannone agricolo ristrutturato in chiave moderna, fornito di un moderno ristorante e di un ampio e comodo parcheggio, questa struttura è molto carina e accogliente. Gli spazi interni sono ampi (c'è anche un'altra sala, al piano terra, molto comoda che è stata utilizzata per la conferenza stampa di benvenuto tra le autorità di Pistoia, i giornalisti, gli invitati (anche io) e i partecipanti di MasterChef. Il menù del ristorante prevede piatti tipici toscani reparati con materie prime a KM0, noi abbiamo mangiato formaggi, salumi e assaggi finger food di piatti toscani appunti, molto curata la presentazione dei piatti, nella sua totalità e visto che non ho mangiato alla carta do come giudizio buono a questo posto.
Toscana Fair, Via Bonellina 46, Pistoia 
Per cena lo Chef Vincenzo Volpe ci ha preparato: pappa al pomodoro, pappa toscana con ceci, crostino con funghi, crostino con fegatini, crostino con salsiccia e stracchino, affettati e formaggi misti, mousse al cioccolato.

Il giorno successivo a livello gastronomico è stato il top per quantità e qualità di locali dove siamo passati a mangiare e/o ad assaggiare prodotti!!! Abbiamo iniziato con la visita al laboratorio Confetteria Bruno Corsini.  Fondato nel lontano 1918 questo laboratorio produce tante specialità dolciarie e la produzione è ancora a livello artigianale tramite le "bassine" in rame di inizio secolo. Qui si producono i famosi confetti "a riccio" tipici proprio di Pistoia (con ripieno alla mandorla, alla nocciola, bacche di cacao, cioccolato, arancio ed i coriandoli, i medievali “Anici confecti”), di elevatissima qualità che si trova ovviamente solo qui questo confetto non è un confetto "classico" ma proviene da una lunga lavorazione di 10 ore, ha una forma rotonda ma ha varie misure, da quelli piccoli a quelli più grandi, io li ho trovati deliziosi!
E poi ancora caramelle, cioccolato e prodotti con il cioccolato come le delizie al cioccolato (come le tavolette al cioccolato o tutta la gamma di cioccolatini, la pralineria, i bon bon, cioccolato aromatizzato e speziato alla cannella, peperoncini, spezie orientali, solo per citarne alcune), fino ad arrivare ai tartufi e alle moderne praline all'Aceto Balsamico di Modena. Il paese dei balocchi, non sarei voluta andare più via da questo posto!!  
Confetteria Bruno Corsini, Piazza S. Francesco 42, Pistoia






Siamo poi passati alla Storica Norcineria da Romolo che offre prodotti d'eccellenza frutto di tanta passione da ben 35 anni!! Offrono ai loro affezionati clienti prodotti di carne e alimentari: oltre al salame (anche di cervo, di cinghiale, il salame ubriaco e al tartufo), prosciutto toscano, i vari pecorini (a latte crudo della Montagna pistoiese, pecorino grotta toscano, pecorino classico), capocollo, la finocchiona, lardo di Colonnata, qui trovate anche piatti tipici come il migliaccio (è una crepes di sangue di maiale che può essere cosparsa di zucchero e diventa così dolce, oppure di formaggio che diventa così sapida, deliziosa!!), o i ciccioli cotti nell'unto dell'arista, e tanti altre prelibatezze, senza dimenticare i cantucci artigianali.
Storica Norcineria da Romolo, Via porta Carratica n. 82/84, Pistoia

Si prosegue con l'Aperi Master presso il Bono di Nulla, caffetteria, forno, osteria, cibo di strada, qui abbiamo assaggiato un ottimo cocktails a base di caffè (della serie c'è ma non si vede, ma si sente!!) e salumi, fritti, prodotti di pane deliziosi!!  Come si dice da queste parti...Maremma impestata gliè bono di nulla! 
Bono di Nulla, Via del Lastrone n. 21, Pistoia

E ancora il pranzo presso l'Osteria La Bottegaia, locale situato accanto al Battistero di Piazza Duomo (ma ha anche una seconda entrata dietro sulla piazzetta della Sala, vicino al mercato) propone cucina tipica di qualità (infatti ha ricevuto notevoli premi)  con ambiente curato e materie prime di eccellente qualità, una tappa fissa per chi visita Pistoia!! 
Qui abbiamo mangiato i piatti tipici della cucina pistoiese: per antipasto uno sformatino di pasta fillo con ricotta e carciofi, poi le pappardelle sulla nana (cioè al sugo di anatra), il peposo, per dessert tiramisù e la crepes con farina di castagne ripiena di ricotta di montagna con miele, 
Osteria La Bottegaia, Via del Lastrone n.17, Pistoia

Impossibile dimenticare il Master Birra presso La degna tana, birreria e ristorante con menù vegetariano, vegano e cucina tipica tedesca, locale molto spazioso proprio nel cuore della movida pistoiese, inutile dire che questo è il regno delle birre: tedesche, belghe, artigianali. Organizzano delle fantastiche cene a tema: oltre alla classica cena pistoiese, anche cena boema, irlandese, belga, insomma questa ragazzi non si fermano mai, davvero bravi!! Molto preparati i 2 proprietari, 1 in sala l'altro in cucina, 
Abbiamo assaggiato birre con deliziosi abbinamenti con il cibo: dal formaggio ai bretzel, ai cetriolini avvolti nei salumi, fino ad arrivare alla pizza e focaccia.
La degna tana, Piazza della Sala n. 1, Pistoia

E ancora non poteva mancare un pranzo ala trattoria La Bettola famosa per le sue specialità di ricette classico pistoiese e toscane in generale, preparato alla maniera più schietta e rustica, i piatti anche poveri di una cucina genuina che richiama i sapori semplici di una volta. Qui abbiamo mangiato la trippa, l'insalata di musetto, la zuppa del carcerato, i maccheroni al ragù di cinta senese, il collo di pollo ripieno, il peposo, i fegatelli di maiale cotti nel lardo, senza dimenticare i dolci: la zuppa inglese, ricotta al forno con arancia e i cantucci col vinsanto. Complimenti a Paola (in cucina ma non vuole essere chiamata cuoca e a tutto il suo gentilissimo staff!). Tappa fissa per me quando tornerò a Pistoia!! 
La Bettola, Via Porta S. Marco n. 69, Pistoia

Un'altro aperitivo, che in realtà è stata quasi una cena, al VoronoiQui abbiamo assaggiato squisiti cocktails abbinati a finger food caldi e freddi, di carne e di pesce, con una superba pizza preparata con farina integrale. Un menù molto vario ed invitante come pure molto estesa è la scelta per i cocktails, sapientemente preparati dal bartender, un locale questo infatti molto gettonato, è un punto fermo della movida pistoiese infatti era pienissimo!! 
Voronoi, Piazzetta dell'Ortaggio n. 14/17 Pistoia

Ed infine, ultimo ma solo in ordine di assaggio, la Locanda del Capitano del popolo (da Checco), ottimo ristorante in un ambente molto carino, un pò rustico e suggestivo con salumi appesi e strumenti musicali. Il locale non è  molto grande ma ci sono 2 piccole sale, l'altra è al secondo piano su un soppalco di legno. Questo ristorante propone un menù di qualità gastronomica con ricette pistoiesi e toscane molto vario e sapientemente preparate, grande Checco!! Ho mangiato rigatoni su lampredotto, la trippa alla fiorentina, il tonno del Chianti con fagioli, le cime saltate, creme brulèe, 
La Locanda del Capitano del popolo (da Checco), Via di Stracceria n. 5/7, Pistoia 

ciao Pistoia!! 

10 commenti:

  1. Wow Silvia, che invidia! Posti bellissimi, compagnia super (tra cui il mio preferito Lorenzo) e cibo top, cosa desiderare di più? Quella confetteria deve essere un sogno :)
    Un abbraccio!!
    L.

    RispondiElimina
  2. Mai visitata Pistoia, ma dal tuo tour wow che mi sono persa!!!!
    Soprattutto due tappe le avrei visitate volentieri ehehe

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, anche solo per gli occhi...grazie per averle condivise con noi!
    Buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  4. splendido reportage, ottimo cibo, grazie mille per il post, non ho mai visitato Pistoia, le tue foto mi invogliano a rimediare al più presto!
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. ho scoperto grazie a te una bella città, grazie !

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che bel post! E che belle foto!!!!

    RispondiElimina
  7. continuo a ripetermi che è stato davvero un bel giro!

    RispondiElimina