zuppa di cicerchie

Ringrazio tutti i miei lettori per le parole carine che hanno scritto nel post precedente...Fa ancora freddino, almeno dove abito io, con vento forte e pioggia (ieri e l'altro ieri) dicono pure che vicino al litorale ha leggermente nevicato, ma qui da me, ad Ostia Antica, non si è proprio vista la neve, da tanto non pubblicato ricette di zuppe e quindi oggi una zuppa di cicerchie...legume per il quale il Lazio, insieme a Marche, Molise, Puglia e Umbria,  ha ottenuto il riconoscimento di prodotto agroalimentare tradizionale italiano...ringrazio mela e cannella per avermi invitato a partecipare al gioco "conosciamoci meglio", in basso trovate tutto, come al solito... ;)
P.S. questi meravigliosi oggetti che vedete nella foto (2 pentole, 1 mestolo e il macinino, tutti in rame) li ho "saccheggiati" dalla cantina di mia suocera (lei è una persona speciale, molto altruista) appartengono alle nonne del mio compagno, sono oggetti antichi, avranno circa 100 anni :D
ingredienti per 2 persone:
150 gr cicerchie
30 gr pancetta affumicata tagliata a dadini
1 cucchiaio concentrato di pomodoro
mezza cipolla
1 spicchio aglio
timo
olio extravergine di oliva biologico
sale
pepe
pane  filone

Ho messo a bagno le cicerchie per una notte, quindi le ho lessate in acqua con aglio e timo per 2 ore (oppure con la pentola a pressione per 1 ora circa), ho salato a fine cottura. Ho preparato il condimento: ho tritato la cipolla e soffritta in 1 cucchiaio di olio, ho aggiunto la pancetta, e il concentrato di pomodoro diluito con un pò di acqua di cottura delle cicerchie. Quando il sugo è amalgamato ho unito le cicerchie lessate e mezzo litro di acqua e ho portato a bollore, regolando di sale, ho cotto per 20 minuti a pentola semi aperta. Ho servito la zuppa, addensata, con un filo di olio, una macinata di pepe, del timo e ho accompagnato da fette di pane. (ricetta tratta dalla rivista Sale e Pepe)
Ho abbinato una birra 32 Atra Via dei Birrai acquistabile su CANTINA DELLA BIRRA 
Ora c'è anche con uno sconto del 5% su qualsiasi acquisto per i miei lettori, valido fino a 5 volte per singolo cliente:  codice sconto: 6C8J3A7B6X, si chiama "Amici di Acqua&Farina”.
Birra scura doppio malto color tonaca di frate, di alta fermentazione e rifermentata in bottiglia
Aspetto: schiuma beige, compatta e persistente; colore scuro color tonaca di frate, perlage fine.
Olfatto: torrefatto, con note di caffè, cioccolato, nocino e sentori di doga di botte umida, leggera liquirizia, nespola matura e caramello.
Sapore: leggermente amarognolo dato dal malto torrefatto che regala poi profumi di caffè, caramello e cioccolato. Birra dal corpo molto scorrevole con “watery” tipico Belga.
Volume alcolico: 7.3 %.
Abbinamento suggerito: contorni di lenticchie e fagioli, minestre con legumi, stinco con cotenna caramellata, torta al cioccolato, crème caramel, panna cotta.
Temperatura di consumo: 10-12 °C.


  1. Ti consideri di più genio della cucina o casalinga/o disperata/? Nessuno dei 2!!
  2. Qual è la tua ricetta migliore. Non saprei ce ne sono diverse, per fortuna!!
  3. La ricetta che ti riporta all'infanzia. Mia nonna (che mi ha cresciuto) mi preparava piatti semplici, a volte faceva la pizza fatta in casa, mi ricordo le alici fritte e la pasta con le alici.
  4. Qual è il tuo prossimo acquisto per la cucina. Acquisterò un vassorio in ardesia.
  5. Il miglior dolce che hai mai mangiato. Devo ancora mangiarlo!!
  6. Una ricetta della nonna che vorresti condividere. Nessuna, le mie nonne non hanno avuto il tempo  materiale per insegnarmi qualche loro ricetta.
  7. Come coinvolgeresti un bambino nella cucina. Non ho figli ma penso sia carini fargli preparare dei dolci, oppure il pane.
  8. Miglior associazione libro-cibo. E' un pò che non leggo un libro, in effetti...
  9. Miglior associazione film-cibo. Julie and Julia
  10. Il piatto d'eccellenza per sedurre. Con il cioccolato!!
  11. Di un ti voglio bene a qualcuno di speciale. Al mio compagno che mi sopporta da quasi 10 anni.
Il premio mi era già stato donato qui, e quindi  ho già scelto a chi passare il testimone.

47 commenti:

  1. Mmm... sembra proprio buona questa zuppa! Sai che non ho mai provato le cicerchie? ;) Sarà anche ora, adesso che ho visto la tua ricetta non posso tirarmi indietro!

    RispondiElimina
  2. perfetta per questo freddo che non se ne va più

    RispondiElimina
  3. La cicerchia è un legume poco conosciuto, mia madre è molisana quindi rientra nelle mie abitudini alimentari, o, meglio, rientrava perchè qui in Sardegna non si trova, è ottima e si presta ad una grande varietà di zuppe. Tocca farmele mandare per provare la tua.
    A presto, ho indetto un contest, se ti va!

    RispondiElimina
  4. bella questa ricetta e adattissima alle temperature basse. A presto :)

    RispondiElimina
  5. Le zuppe sono sempre buonissime, con questo freddo!!! Buona serata

    RispondiElimina
  6. Non ho mai assaggiato le cicerchie ma la tua zuppa mi sembra molto invitante!! La mangerei volentieri!! Buona serata!

    RispondiElimina
  7. Invitante e confortante questa zuppa! Bravissima! :) Belli gli oggetti che hai preso da tua suocera, davvero stupendi! :D Complimenti e un bacione, buona serata :**

    RispondiElimina
  8. Buone le cicerchieeee!!!!
    E bellissimi tutti i 'reperti' da cucina delle nonne!!!
    Bello conoscere qualcosa in più di te! Baci, Roberta

    RispondiElimina
  9. Anche da noi fa ancora freddino, e una zuppa come questa sarebbe perfetta, così potremo assaggiare anche le cicerchie che da noi non si trovano facilmente!!
    A presto

    RispondiElimina
  10. Le ho mangiate di recente, non le avevo mai assaggiate, le ho trovate davvero buonissime. Io amo i legumi ma questi li ho trovati una via di mezzo tra ceci e fagioli, buonissimi! Brava

    RispondiElimina
  11. Carissima, la ricetta è molto gustosa e nutriente ... ma cosa dire degli oggetti antichi ?? Stupendi !!!!!!!! Hai visto anche la vecchia scatola di latta nel mio ultimo post ?? Anche quella è frutto di un saccheggio tra le cose della nonna :) Un bacio

    RispondiElimina
  12. Quante volte le mangiavo da bimba...come le cucinava la mamma!!!! era un legume che amava tanto mio padre che ora non c'è + e non riesco + a mangiarle,ma leggendo ricette con cicerchie mi affiorano bei ricordi.

    RispondiElimina
  13. Le cicerchie mi fanno affiorare vecchi ricordi di bambina.... bellissimo il macinino.
    :)

    RispondiElimina
  14. Neve o no, fa freddissimo e una buonissima zuppa ci sta benissimo, la tua sarà gustosissima...ma che begli oggetti, un saccheggio andato bene!!! :)

    RispondiElimina
  15. Davvero una ricetta gustosa e adatta a questi periodo.Per me poi che adoro le zuppe e' praticamente perfetta.Complimenti anche per le foto molto belle.
    Un bacione e buona serata.

    RispondiElimina
  16. Molto buona la zuppa, l'ideale per questi giorni. Complimenti, molto carini gli oggetti che ti ha regalato tua suocera. Buona serata.

    RispondiElimina
  17. La cicerchia e' un legume povero e molto antico con questa zuppa lo hai proprio esaltato! Beata te che hai una suocera cosi' altruista e generosa! Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Carissima, sai che questa zuppa la faceva sempre mia nonna e io l'adoro ma è una vita che non la preparo,mi sa che è giunto proprio il momento di rifarla, mi hai fatto venire voglia!!Questi oggetti antichi sono davvero una figata, mi piacciano tantissimo ne ho alcuni anch'io di mia suocera in cucina!!! Bacioni e speriamo che internet non ti dia più grane,io ne so qualcosa:-)!!
    Imma

    RispondiElimina
  19. complimenti è sempre un piacere leggere e vedere quelo che proponi.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  20. Ricorda i sapori del passato! Complimenti anche per la foto con quei bellissimi oggetti antichi! a presto un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Buone le zuppe..oggi poi che da me fa più freddo, ci vorrebbe proprio... A presto :)

    RispondiElimina
  22. molto confortante questa zuppa!! buonissima!! baci

    RispondiElimina
  23. sissi prima di leggere il post sono stata esattamente 4 minuti a vedere lo slid dell'orologio ahahhah troppo forteee....
    buonissima la tua zuppa pure qui fa freddo ma senza neve un bacione veronica

    RispondiElimina
  24. Non l'ho mai fatta, ma l'ho mangiata spesso nelle Marche ... è un piatto molto confortante ... adatto al freddo ... anche se qui oggi c'è un sole fantastico, sembra già primavera!!!

    RispondiElimina
  25. Adoro queste zuppe, così confortanti, una vera coccola.

    RispondiElimina
  26. Bellissimi gli oggetti che ti ha donato tua suocera. Deliziosa la zuppa, perfetta con questa temperature . Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  27. le cicerchie le ho mangiate solo una volta...non so neppure perchè!

    RispondiElimina
  28. Es una verdadera delicia me encanta quiero untar con pan,abrazos y abrazos

    RispondiElimina
  29. Eccellente e molto invitante!!!! Baci e buona serata

    RispondiElimina
  30. Finalmente saprò come prepararle!

    RispondiElimina
  31. Ciao Silvia, passo per un salutino e per augurarti una buona serata..
    Per la ricetta passo ma approvo alla grande l'idea di una zuppa calda, con questo freddo è perfetta!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  32. Fortunella che meraviglia hai trovato in cantina!!! Una zuppa meravigliosa, ho scoperto la cicerchia l'anno scorso e devo dire che è un'ottimo sostituto dei legumi soliti che mangio! Un bacione

    RispondiElimina
  33. Ciao, adoro le zuppe, belle calde, fumanti.....ma non ho mai mangiato le cicerchie, devo prendere provvedimenti!!!
    Cosa nascondono le cantine, ma non è da tutti avere una suocera così generosa!!!
    Complimenti per il premio che ci ha dato la possibilità di conoscerti meglio!!!
    Grazie per il bel commento a Birba.
    Baci

    RispondiElimina
  34. amo molto gli oggetti antichi,quando li trovo nei mercatini li compero , tu sei stata molto fortunata! La zuppa di cicerchie non l'ho mai mangiata, chissà che buona ! Un abbraccio !

    RispondiElimina
  35. Che tesoro hai scovato in quella cantina :)
    Gustosissima la zuppa, bacioni

    RispondiElimina
  36. Ma sai che proprio qualche giorno fa mi son chiesta cosa fossero le cicerchie?!?....e google mi ha dato la risposta! Bella zuppa e stupendi quegli oggetti antichi! Baci

    RispondiElimina
  37. Finalmente mi faccio viva!!
    Anche noi avevamo un macinino come quello che appare nella foto, finito chissà dove.
    Qui da noi in Piemonte non si trovano le cicerchie ma se le reperissi mi piacerebbe molto preparare questa zuppa!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  38. amo le zuppe...e pure la cicerchia che ho riscoperto da poco!!
    baci

    RispondiElimina
  39. Carissima, ho letto la tua disavventura, per cui ti do il ben tornata e non pensare mai e poi mai di chiudere il blog!!!!!! Questa zuppa mi sembra perfetta per la giornata uggiosa di oggi!!!! Qui in veneto il maltempo non vuole proprio abbandonarci! Devo dire che quando vivevo ad ostia, stavo di gran lunga meglio climaticamente parlando!!!!!!!
    Un bacio e buona giornata
    Spery

    RispondiElimina
  40. Mamma mia, con questo freddo ci vorrebbe proprio questa bella zuppa :)

    RispondiElimina
  41. anche qui fa ancora molto freddo, gradirei molto una zuppa così, un bacio

    RispondiElimina
  42. Hai fatto bene a non chiudere il blog! complimenti per la zuppa, baci

    RispondiElimina
  43. Gustosa e salutare idea per riscaldare cuore e stomaco. Complimenti e a presto, Alison

    RispondiElimina
  44. felice di rileggerti :-* complimenti per il piatto :-*

    RispondiElimina
  45. Qualcosa nel mio pc o blog non funziona trovo tantissime volte commenti che non si sono fissati e questo è uno di quelli grazie per la zuppa ho le cicerchie e non sapevo cosa fare. Ciao sperando che rimanga.

    RispondiElimina
  46. E io, da vera umbra che si rispetti, adoro i legumi in genere e la tua zuppa mi attira tantissimo!!! :D Se passi da me c'è un premio! Un abbraccio e buona giornata!
    Elisa

    RispondiElimina