Sicilia (seconda parte)

Ultima parte del mio viaggio cultural/enogastronomico in Sicilia, la prima parte con l'introduzione e la metà circa delle città visitate la trovate qui. Mi ha fatto molto piacere ricevere apprezzamenti, sia per foto per quello che ho scritto, dai siciliani doc i quali mi hanno addirittura ringraziato, da parte mia è il minimo che potessi fare...ora la seconda parte con il resto delle città e tante altre foto!! (ovviamente queste sono state scelte fra tante che le ho scattato)

ERICE
antico comune, posta sulla vetta del Monte Erice a 750 m dal livello del mare, nel centro cittadino vivono soltanto circa 500 abitanti e conserva intatto il suo contro medievale con un splendida posizione panoramica e nelle giornate limpide è possibile individuare l'Etna all'orizzonte.
Duomo dell'Assunta









frutta di Martorana

torta ricotta e cioccolata e ricotta e pistacchio

 il cous cous con il pesce
SEGESTA
fondata dagli Elimi la vecchia città sorge sul monte Barbaro, nel comune di Calatafimi Segesta, a una decina di chilometri da Alcamo e da Castellammare del Golfo. Particolarmente bello il tempio, in stile dorico, eretto nel V secolo, si presenta incompiuto, le colonne non furono scanalate, non vi sono tracce della copertura e della cella, si trova solitario in una posizione molto suggestiva; e il teatro, in parte scavato nella roccia della collina sulla sommità del monte Barbaro in posizione altamente scenografica, fu riedificato in età ellenistica e mantiene oggi l'aspetto di questa seconda costruzione.

MOTHIA
antica colonia fenicia dell’ VIII secolo a.C. e centro commerciale di collegamento verso le rotte della Spagna e dell’Italia centrale, diviene per la sua la felice posizione geografica al centro del Mediterraneo oggetto di interesse di  Greci e Cartaginesi  in lotta per il predominio della Sicilia, che la distruggono definitivamente nel 397 a.C. quando Dionisio il Vecchio tiranno di Siracusa  la conquista costringendo gli abitanti a fuggire dall’isola e a ripiegare nella vicina Lylibeo.  L'isola si trova di fronte alla costa occidentale della Sicilia, tra l'Isola Grande e la terraferma, ed appartiene alla Fondazione Whitaker. Il Museo Whitaker fu creato da Giuseppe Whitaker, primo archeologo dell'isola, di origini inglesi  nato (1850) e cresciuto a Palermo, conserva numerosi reperti degli scavi archeologici da lui compiuti a Mothia, Birgi e Lilibeo, oggetti recuperati in seguito a lavori agricoli, altri provenienti da donazioni e da acquisti effettuati sul mercato antiquario. Per arrivare sull'isola ci sono vari traghetti, uno diretto, e l'altro che fa anche il giro turistico di tutta l'isola.







 MARSALA
famosa per lo sbarco di Garibaldi e dei mille dell'11 Maggio 1860 e per la produzione dell'omonimo vino Marsala, per cui, dal 1987, è Città del Vino, sorge sulle rovine dell'antica città punica di Lilibeo..  Il Marsala è un vino liquoroso a Denominazione di Origine Controllata (DOC) prodotto in Sicilia, nella provincia di Trapani, con esclusione dei comuni di Pantelleria, Favignana ed Alcamo.  Nel suo territorio sorge il complesso paesaggistico dell'arcipelago delle Isole dello Stagnone, un'area marina interessata dalla presenza delle saline, della pratica del Kite Surf e dell'archeologia, vista la presenza della famosa Isola di Mothia, antica città fenicia (vedi sopra).



SALEMI
situata nel cuore della Valle del Belice, è una città arabo-medievale, di importante rilievo urbanistico, e sorge in posizione equidistante rispetto ai maggiori centri del territorio. Ubicata tra le colline coltivate a vigneti ed uliveti si raccoglie intorno al castello dal cui terrazzo merlato della torre circolare è possibile scorgere un vastissimo panorama sulla Sicilia occidentale fino al mare. Fu la prima capitale d'Italia nel 1860 per un giorno e Vittorio Sgarbi è stato il primo cittadino di Salemi dal giugno 2008 a marzo 2012. Noi siamo arrivati proprio quando c'era la sagra della busiata, un formato di pasta fatto a mano, la vedete nella foto sotto e poi, sotto, all'interno del piatto nero.

 resti della Chiesa madre del 1615, distrutta dal terremoto del 1968, si trova in piazza Alicia
 il castello



Museo di arte sacra




Museo della mafia (dedicato a Leonardo Sciascia) dove ci sono anche delle cabine nere all'interno delle quali si posso vedere foto e video che raccontano gli omicidi di mafia, rappresentano il percorso virtuale attraverso la storia di Cosa nostra, e poi articoli di giornali con i fatti più cruenti dei quali non ci dimentichiamo su questo articolo di questo sito se volete, potete leggere altre informazioni: guidasicilia (per qualcuno del gruppo le immagini sono state cruente e non hanno proseguito, io si)





cous cous con verdure
AGRIGENTO 
La Valle dei Templi è un'area archeologica della Sicilia caratterizzata dall'eccezionale stato di conservazione e da una serie di importanti templi dorici del periodo ellenico. Corrisponde all'antica Akragas, monumentale nucleo originario della città di Agrigento. Dal 1997 l'intera zona è stata inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità redatta dall'UNESCO e misura circa 1300 ettari, classificandosi come il parco archeologico istituito più vasto al mondo.




MODICA
Duomo di San Giorgio in Modica viene spesso indicato e segnalato come monumento simbolo del Barocco siciliano tipico di questo estremo lembo d'Italia, di cui rappresenta l'architettura sicuramente più imponente e scenografica La chiesa di San Giorgio, inserita nella Lista Mondiale dei Beni dell'Umanità dell'UNESCO, è il risultato finale della ricostruzione sei/settecentesca, avvenuta in seguito ai disastrosi terremoti che colpirono Modica nel 1542, nel 1613 e nel 1693 (il più grave, vedi Terremoto del Val di Noto); lievi danni apportarono i sismi nell'area iblea succedutisi nel corso del Settecento e nel 1848. Modica è famosa per la produzione della cioccolata. Partendo dai dolci, è d'obbligo assaggiare l'inimitabile cioccolata modicana, preparata con la stessa tecnica delle origini. Poi le cassate, di ricotta semplice o mista a cioccolato e cannella. I "mustazzola", biscotti particolarmente duri e corposi preparati con il miele e scaglie di mandorla, un po' come l'altrettanto duro torrone modicano, o "a ghugghulena", o cobaita, tutte leccornie per buongustai dai… denti solidi. Decisamente più morbidi, ma ugualmente gustosi, i nucatoli, biscotti a forma di esse molto simili ai "'mpanatigghi", piccoli calzoni ripieni di un preparato a base di carne e cioccolato. E poi i tarallucci, decisamente morbidi, ricoperti di bianco zucchero e con una leggera aroma data dalla buccia di limone. La frutta martorana, o pasta reale, a forma di vari frutti Da gustare altresì i biscotti di mandorla, disponibili in diverse varietà. Passando infine ai piatti salati, da citare a "palummedda cu ll'ova", a base di semplice pasta infornata con un uovo sodo incastonato all'interno del preparato a forma di colombella. I "pastizzi" o pasticci, ripieni di broccoli o spinaci. Infine, "i 'mpanati", ripiene di carne di vitello o di agnello, e di patate ben cotte, senza dimenticare i pastieri, a base di carne tritata e interiora d'agnello.
si celebrava un matrimonio!!




ovviamente io ho assaggiato tutti questi gusti, potevo perdermene uno? Proprio no!! ;-)
ho comperato alcuni formaggi da questo negozio, portandoli con il sottovuoto, non vedo l'ora di preparare qualche ricetta


NOTO
capitale del barocco siciliano, dista dista 31 km da Siracusa ed è situata ai piedi dei monti Iblei. La sua costa, fra Avola e Pachino. Ogni anno la terza domenica di maggio è dedicata all'infiorata evento della città di Noto.Via Corrado Nicolaci, è la via dove nasce l'infiorata,  un pò stretta e in salita, ma che si trasforma in una vetrina coloratissima dove mani esperte e laboriose hanno realizzato con meticolosità immagini e figure utilizzando esclusivamente petali di fiori. Salendo da questa via si erge il magnifico e imponente Palazzo Nicolaci "Villa dorata", con i balconi che sono stati definiti da molti i più belli del mondo. Oggi l'infiorata di Noto è considerata tra le più belle manifestazioni dell’intera Isola.








 sono oggetti in ceramica, sembra di essere all'interno di una pescheria!


le trovate qui

SIRACUSA
La più visitata tra le mete turistiche di Siracusa è con ogni probabilità il parco archeologico della Neapolis (dal greco "nuova città ") che contiene i più importanti resti della Siracusa greca ed ha valso alla città il titolo di patrimonio mondiale dell'umanità dell'Unesco. Il teatro greco, l'anfiteatro romano, le latomie, l'orecchio di Dionisio, l'ara di Ierone, sono solo alcuni dei monumenti che si trovano localizzati in questa vasta area verde localizzata oggi all'immediato ingresso della Siracusa moderna.
Poi c'è il quartiere di Ortigia, la parte più antica della città di Siracusa, bellissima!
Neapolis








Piazza Duomo con il Duomo


  Duomo, interno




mi sono fermata in un panificio che era anche tavola calda, vicino l'area archeologica di Siracusa, e ho mangiato un primo ed un secondo. costo totale euro 6,00, a dir poco squisiti!!



61 commenti:

  1. Grazie per questo bellissimo e dettagliato reportage. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  2. bellissime foto come sempre complimenti bel viaggio

    RispondiElimina
  3. Replico il commento che ti ho lasciato per la prima parte...uno spot meraviglioso per quest'isola magica..bravissima
    simo

    RispondiElimina
  4. ......... il reportage continua che magnifica esperienza ....torta ricotta/cioccolata e ricotta/pistacchio, brioches col tppo , il cous cous con il pesce che sbavamento aime' la tastiera è inondata... ora chi la pulisce? ahahahhaha... giovanna

    RispondiElimina
  5. Silvia,il tuo reportage è meraviglioso hai visitato la Sicilia in lungo e in largo,e ho visto con gioia che sei stata anche nella mia zona,io sono di Alcamo quindi Segesta, Salemi, Erice ecc... ecc... sono i luoghi che conosco bene,le altre città le ho visitate e conosco anche quelle. certo io sono di parte ma penso davvero che non esista un'altra regione ricca di arte e di prodotti culinari come la Sicilia,ti ringrazio per aver fatto questi meravigliosi post e far conoscere la mia bellissima terra.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Eccomi di nuovo qui!! Ho commentato la prima parte, come non commentare la seconda?? Hai fatto delle bellissime foto, inoltre mi hai fatto venir voglia di cous cous ( mio padre ha appena telefonato a mamma per farmi chiedere di farlo stasera al suo rientro) ma soprattutto di frutta martorana, non la mangio da una vita, una bomba calorica ma squisita, per non parlare delle torte ricotta e cioccolato, spero che tu abbia assaggiato la cassata siciliana, è qualcosa di eccezionale. Ho la ricetta e le foto, presto la metterò sul blog, in una versione semplice, veloce ma eccezionale!!

    RispondiElimina
  7. Che bel viaggioe che racconto e foto meravigliose! ma quanto si mangia bene in Sicilia? gnammy!!! bellissimo viaggio Silvia complimenti!

    RispondiElimina
  8. Con queste foto mi prendi per la gola....dico e ripeto...adoro la Sicilia e i suoi ottimi sapori......baciuzzi!

    RispondiElimina
  9. Sei passata da Siracusa !!! mi sarebbe tanto piaciuto conoscerti. Spero tu voglia tornare un giorno, sarei felice di farti da guida anche in altri luoghi bellissimi. Baci.

    RispondiElimina
  10. Bellissima anche la seconda parte!! Un piccolo consiglio: la prox. volta che vieni includi un bel giro delle Eolie, sarà che le amo follemente, ma quelle isole sono talmente belle che rubano il cuore!!!
    Un abbraccio, Valeria

    RispondiElimina
  11. Favolose anche queste foto Silvia, che voglia di tornare in sicilia. un bacione e per te c'è un premio nel mio blog

    RispondiElimina
  12. questa foto è bellissima....mi attira tantissimo la Sicilia, spero di poterla visitare presto!!!

    RispondiElimina
  13. La Sicilia dev'essere davvero bella, mi piacerebbe molto visitarla!

    RispondiElimina
  14. grazie per questo bellissimo e dettagliato reportage! Un abbraccio !

    RispondiElimina
  15. Un reportage bellissimo ed uno splendido omaggio alla mia terra! Come hai potuto constatare la Sicilia è anche altro di quello che tanti pensano ,la bellezza dei luoghi ed il calore della gente conquistano chi la visita.Baci!

    RispondiElimina
  16. Meraviglioso... aspettavo questa seconda parte! :D La Sicilia è splendida, grazie per aver condiviso tutto questo con noi! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  17. che meraviglia silvia! qui oltre a fantastiche ricette ci sono reportage incredibili! foto, dettagli, profumi e colori di città che per chi nn le ha visitate diventano uno spunto per i prossimi viaggi in programma! complimenti! un abbraccio:*

    RispondiElimina
  18. Sulla frutta di Martorana e sulle arancine ho avuto un capogiro. Immagini che parlano da sole. Un viaggio assolutamente indimenticabile.
    Bentornata, Pat

    RispondiElimina
  19. ciao eccomi qui da te e scopro che anche tu hai fatto un viaggio a dir poco sorprendente... la sicilia mi manca e vorrei tanto vederla e assaggiarla!!! le foto del cibo che hai assaggiato mi hanno fatto venir voglia di partire anche subito!!!
    buona serata

    RispondiElimina
  20. che magnifiche foto della sicilia, una più bella dell'altra, non avevo mai visto una pianta di fichi d'India cosi grande :-)

    RispondiElimina
  21. Che viaggio meraviglioso! e quante cose hai visto...quante cose hai assaggiato!
    Come si fa a non aver voglia di partire subito per la Sicilia??
    bravissima!

    RispondiElimina
  22. Sono felice che tu abbia visitato la mia terra, le foto e la descrizione di ciò che hai visto trasmette tutto il calore e l' entusiasmo di chi ha assaporato il calore di quest'isola, a volte nemmeno noi che ci viviamo ne siamo capaci , grazie.
    Baci a presto

    RispondiElimina
  23. Bellissime foto e tutte le descrizioni perfette come anche il nuon cibo. Io mi sono incantata sulla Frutta Martorana, l'adoro mi ci annegherei...avevo un amico che ogmni anno quando tornava a Trieste mi portava il classico carretto siciliano pieno di frutta Martorana ora me le porta un amico da Milano che le acquista in un negozio proprio siciliano. Me ne porta 6 di pezzi....perchè sa che durano forse....1 giorno e non dovrei mangiare dolci :-((( ciaooooo e buona settimana

    RispondiElimina
  24. Che bel reportage e che belle foto! Sogno di visitare un giorno la Sicilia :D

    RispondiElimina
  25. La voglia di ritornare in Sicilia è già tanta...adesso con questo bellissimo reportage diventerà una fissazione!! Complimenti bellissime foto!

    RispondiElimina
  26. Meravigliosi posti! E quel piattino di cous cous e pesce deve essere proprio profumatissimo!

    RispondiElimina
  27. Bellissima la Sicilia!!! hai già visto il mio reportage sull'altro mio blog?
    monicabaldi.blogspot.it
    A presto un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Che meraviglia la sicilia!! Mi fai venire voglia di visitarla

    RispondiElimina
  29. sisssssssssssiiiiiiiiiiiiiiiiiii da una palermitana DOC, in Milan,grazie ancoraaaa :))

    Il tipo con il povero cavallino che lui chiamava Schittino,ad Erice,l'ho beccato pure io qst'estate :))) Che personaggio,vero??? Bacioni

    RispondiElimina
  30. ciao Silvia, bellissime le foto!!! baci

    RispondiElimina
  31. E' sempre un piacere viaggiare con te!
    Una terra meravigliosa immortalata in splendide foto!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  32. Complimenti per il fantastico reportage!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Un viaggio davvero interessante, che la Sicilia era bella lo sapevo, ma con le tue foto hai catturato l'essenza di questa magnifica isola che spero di poter visitare al più presto....un grande abbraccio a presto!!!

    RispondiElimina
  34. non sono mai stata in Sicilia..... che voglia di partire!!!!!

    RispondiElimina
  35. Grazie! Mi hai fatto viaggiare nel tempo: adoro la Sicilia e in diverse occasioni ho avuto modo di conoscerla. Sempre affascinante

    RispondiElimina
  36. Ciao, che splendido reportage.....non ci sono mai stata, ma il tuo giro virtuale è così dettagliato che mi sembrava di essere lì!!! Avrei assaggiato anch'io tutte quelle meravigliose delizie!!!
    Baci

    RispondiElimina
  37. Rieccomi tesoro la sicilia è bellissima ci sono stati tanti anni fà, bellissime foto
    brava!!
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  38. Silvia non ti sei persa niente vedo ;) quando leggo di chi come te dopo aver visitato la mia bellisssima Sicilia si rende conto che non è solo terra di delitti e malaffare per me è una conquista...quando sei stata giù? io ho trascorso il mio consueto mese ad Agosto chissa se non avremmo potuto incontrarci ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho trascorso in Sicilia 8 giorni/7 notti, il tempo per un meraviglioso tour!

      Elimina
  39. Ciao cara, che belle vacanze che hai fatto. Io invece quest'anno non mi sono spostata ma spero di recuperare quanto prima.

    RispondiElimina
  40. Ciao cara...bella la Sicilia sara'la mia prossima tappa...complimenti pe le foto!!!baci

    RispondiElimina
  41. Sarei dovuta partire per la Sicilia la settimana prossima, purtroppo a causa di un serio inconveniente, non sarà più possibile!!:(
    Vorrà dire che per quest'anno mi accontenterò di guardare le tue splendide immagini!:-)
    Bacioni cara, a presto!

    RispondiElimina
  42. Che bello, grazie ancora! Mi sono innamorata delle torte ricotta e cioccolato e ricotta e pistacchi... e ora come si fa? :D Complimenti per le foto magnifiche, un bacione!

    RispondiElimina
  43. Che voglia di tornarci vedendo le tue splendide foto! Ci sono stata anch'io in vacanza qualche hanno fa (era il 2007)...che nostalgia di Siracusa.....Noto (dove ho mangiato il più buon panino con la salsiccia di tutta la mia vita).....Bronte.....Modica.....Ragusa Ibla......le pendici dell'Etna....basta se no diventa ancora più pesante rimettersi a lavorare!!!

    RispondiElimina
  44. Sissina le tue foto sono proprio bellissime, è sempre una meraviglia passare qui a vedere il tuo blog :))

    RispondiElimina
  45. la prossima volta mi devi promettere che mi vieni a trovare,bellissimi scatti:)

    RispondiElimina
  46. Mamma mia che meraviglia questi posti, che bella vacanza hai fatto! Baci

    RispondiElimina
  47. bellissime foto, hanno reso benissimo l'idea della bellezza della Sicilia e le bontà che offre, baci

    RispondiElimina
  48. che foto stupende, in un'altra via devo essere stata siciliana amo questi posti il clima, la gente, grazie per averlo condiviso... e poi come si mangia lì è una goduria dal primo ai dolci con quei pistacchi da svenire. un bacio mony

    RispondiElimina
  49. sai un po' ti invidio :) vorrei andarci anche io :) speriamo presto! e quante cose buone ho visto nelle tue foto *__* fatto una buona scorta di pistacchi? :D un abbraccio!

    RispondiElimina
  50. Bellissimi posti...che invidia...!!!

    RispondiElimina
  51. XD hai fatto un paio di scatti dalle stesse angolazioni... quella del monte Cofano su Valderice... XD

    RispondiElimina
  52. bellissime foto e bellissima la Sicilia, l' ho visitata in maggio, ma ho fatto solo la costa orientale......spero di tornarci presto!!!!!!!!!!!!!! grazie per il saluto. Un bacio

    RispondiElimina
  53. Che bel giro che hai fatto, molto bello questo reportage, foto stupende....

    RispondiElimina
  54. mi fa piacere che il reportage vi sia piaciuto, ho cercato di scegliere le foto migliore, ma sono molte di più...a tutte le siciliane, ci vediamo la prossima volta! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  55. grazie Silvia per aver visitato LA MIA TERRA!! Non ci abito più da 11 anni, poichè io e mio marito ci siamo trasferiti in Friuli per stare vicino ai nostri 4 figli, motivo il lavoro!! Pordenone è stato un punto di riferimento per via dei tanti parenti che vi abitano. Non dimentichiamo la sicila, ma ci sentiamo friulani di adozione!!!!!! CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stato un vero piacere visitare la Sicilia, molto, molto bella!! Un abbraccio SILVIA

      Elimina