Cucina del Lazio: la mela Adamo

...torna l'appuntamento mensile con nuova ricetta che partecipa alla raccolta Cucina e territorio di casa nostra...l'argomento di questo mese è la frutta nelle ricette sia dolci che salate, come al solito sono andata a sfogliare i 2 volumi "la cucina romana e del Lazio" di Livio Jannattoni e al secondo volume c'era proprio il capitolo dedicato alla frutta fresca e secca e da qui l'occhio mi è andato subito a questa ricetta...la mela di Adamo...invitante e golosa alla quale non si può rinunciare! Vediamo cosa hanno cucinato le altre food blogger:
Lazio: La mela Adamo (io!!)
Puglia - Le pastatelle
Liguria - Mescolanza di gelati con la frutta fresca - Paciugo
Lombardia - Tùrta cui piri - Torta con le pere
Marche - Crescia con le mele
Sardegna - Confettura di fragole
Friuli Venezia Giulia - Marmellata di fragole 
Campania- Torta di mele annurche 
Basilicata- Insalata di arance alla materana 
Toscana - Buccellato di mele e noci

le fragole del mio giardino con le quali ho preparato una marmellata
ingredienti per 4 persone:
4 mele
il succo di mezzo limone (della mia pianta!!)
1/4 di acqua
1/4 di vino bianco
3 cucchiai di zucchero
50 gr di mandorle a lamelle
4 cucchiai di marmellata di fragole (preparate con le fragole del mio giardino!!)
1 bicchierino di brandy (o di Calvados se lo avete è ancora meglio)
panna montata
4 biscotti
4 fragole per guarnire

Sbucciate le mele, togliere i torsoli e irroratele con il succo di limone per evitare che anneriscano. Portare ad ebollizione in una casseruola l'acqua con il vino e 2 cucchiai di zucchero, poi immergetevi le mede, fate cuocere per 10 minuti a fuoco molto lento. Estrarre dopo 10 minuti le mele, lasciarle raffreddare e riempire con la marmellata di fragole, aggiungere intorno le mandorle a lamelle e irrorate con il liquore. Adagiare sopra un biscotto, guarnire con panna montata e con 1 fragola. Che sia una di queste la mela del proprio peccato? 

con questa ricetta partecipo alla raccolta di ricette regionali Cucina e Territorio di casa nostra

20 commenti:

  1. Quando ho letto pensavo fosse una varietà di mela...mai sentita!!
    Ottima idea per presentare un dessert un po' diverso, buona giornata!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Un dessert goloso e originale,complimenti. Buona giornata Fabiola

    RispondiElimina
  3. ma che dolce buono e gustoso e molto innovativo! Bravissima!!! Bacione Mirta

    RispondiElimina
  4. con le meravigliose fragole del tuo orto non può che venire una ricetta deliziosa!

    RispondiElimina
  5. non so se sia una mela del peccato, ma un peccato di gola di sicuro!

    RispondiElimina
  6. veramente squisita, complimenti!!!

    RispondiElimina
  7. Ma questa è una ricetta strepitosa !!!!

    RispondiElimina
  8. Una ricetta a dir poco golosa! Pensavo fosse una varietà di mela laziale e invece...

    RispondiElimina
  9. Ma che bontà questa ricetta! Non la conoscevo proprio :)

    RispondiElimina
  10. Che buona, non si finisce mai di imparare!

    RispondiElimina
  11. che bella,golosa e colorata,bravissima e quelle fragoline fantastiche,complimenti

    RispondiElimina
  12. Una delizia.. con un colore fantastico, bella&buona! Un abbraccio forte Silvia!

    RispondiElimina
  13. Che delizia!! Bella verisone della mela cotta, golosissima!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  14. non conoscevo questo ricetta è molto interessante trasforma una semplice mela in un dessert raffinato

    RispondiElimina
  15. La mela con la marmellata dentro la preparava la mia nonna ma la cuoceva al forno. Così con anche il biscotto la trovo molto molto golosa.
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  16. La mela con la marmellata dentro la preparava la mia nonna ma la cuoceva al forno. Così con anche il biscotto la trovo molto molto golosa.
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  17. Bellissima ricetta, non conoscevo questo dolce tradizionale laziale, bravissima come sempre

    RispondiElimina
  18. Complimenti Silvia con questa mela peccherei volentieri :)

    RispondiElimina