Vinòforum - Cantine da Chef

Vinòforum
evento che credo non vi lascerete sfuggire...avete ancora qualche giorno per partecipare (fino al 22 giugno). Arrivato ormai alla decina edizione, la manifestazione unisce a Roma le migliori aziende vitivinicole italiane e internazionali in promozione alla cultura enogastronomica, dove gli Chef più rinomati d'Italia ci deliziano con i loro piatti ricercati: Gianfranco Vissani,  Heinz Beck, Oliver Glowig, Filippo La Mantia, Paolo Barrale, Arcangelo Dandini, Kotaro Noda, Daniele Usai, e tanti altri, ma anche Davide Scabin e proprio alla sua serata (in abbinamento a Franciacorta) ho avuto il piacere di partecipare domenica scorsa. Diamo un pò i numeri: di 10.000 mq di spazio espositivo, oltre 2500 etichette in degustazione, 500 aziende, eccellenze gastronomiche, enoteche e Chef ...un vero e proprio "viaggio" dalla cantina al bicchiere incontrando produttori, sommelier, degustatori e appassionati  promuovendo così la cultura del vino in tutti i suoi aspetti. Con la questa edizione di Vinòforum riparte l’appuntamento con il progetto “Cantine da Chef”, che per la sua seconda edizione raddoppia lo spazio ospitando nelle due aree “Cantine da Chef Roma” realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in partnership con Fiera di Roma e “Cantine da Chef nazionale”, gli chef provenienti dai più noti ristoranti romani e d’Italia, quindi l’alta cucina vs eccellenza enologica con  28 appuntamenti dove gli chef infatti cucineranno dal vivo presentando piatti esclusivi, creati appositamente "partendo dal vino" per esaltare al massimo i vini delle aziende vitivinicole presenti, con degustazioni guidate dagli esperti docenti dell’Associazione Italiana Sommelier per valorizzare al massimo le peculiarità dei prodotti partecipanti.


La serata di domenica scorsa ha visto insieme lo Chef Davide Scabin&Franciacorta in un'unione perfetta. Con le sue diverse tipologie di note e sapori,il Franciacorta è il vino a tutto pasto e per ogni occasione, in più in grado di esalta i piatti della tradizione regionale e le interpretazioni della cucina moderna.
Il Consorzio nasce il 5 marzo 1990 a Corte Franca su iniziativa di 29 produttori, con lo scopo di garantire e controllare il rispetto della disciplina di produzione del vino Franciacorta. A identificare questo vino,prodotto esclusivamente con il metodo della rifermentazione in bottiglia, è il nome della regione geografica, dove crescono le sue vigne Chardonnay, Pinot nero e Pinot Bianco. Una sola espressione – Franciacorta - che definisce un territorio, un metodo di produzione e un vino.
Oggi conta quasi 200 soci tra viticoltori, vinificatori, imbottigliatori, interessati alla filiera produttiva delle denominazioni Franciacorta DOCG, Curtefranca DOC e Sebino IGT. I viticoltori si trovano nel cuore della Lombardia, tra la città di Brescia e le sponde del Lago d’Iseo: Adro, Brescia, Capriolo, Cazzago San Martino, Cellatica, Coccaglio, Cologne, Corte Franca, Erbusco, Gussago, Iseo, Monticelli  Brusati, Ome, Paderno Franciacorta, Paratico, Passirano, Provaglio d'Iseo, Rodengo Saiano e Rovato.
Nel 2012 sono state 13,85 milioni le bottiglie vendute, con un incremento del 25% rispetto all'anno precedente che conferma l’apprezzamento di un vino ormai definito come una delle migliori espressioni dell’eccellenza made in Italy. Il Franciacorta ora si confronta anche a livello internazionale riscuotendo successo soprattutto in Giappone e Stati Uniti.
In base ai tempi di riposo sui lieviti in bottiglia si possono distinguere le seguenti tipologie di Franciacorta:
- Franciacorta non millesimato: almeno 18 mesi
- Franciacorta Satèn e Franciacorta Rosé non millesimato: almeno 24 mesi
- Franciacorta Millesimato Satèn,Franciacorta Millesimato e Rosé Franciacorta millesimato: almeno 30 mesi
- Franciacorta Riserva Satèn, Franciacorta Riserva Rosé  e Franciacorta Riserva: almeno 60 mesi.
LE TIPOLOGIE DI FRANCIACORTA
**Franciacorta
Uvaggio: uve Chardonnay e/o Pinot nero, è permesso l’uso del Pinot bianco fino a un massimo del 50%.
Caratteristiche: rifermentazione in bottiglia per minimo 18 mesi di affinamento sui lieviti; elaborazione e maturazione durano almeno 25 mesi dalla vendemmia. Pressione in bottiglia tra le 5 e le 6 atmosfere.
Note degustative: giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e persistente, bouquet caratteristico della fermentazione in bottiglia, sentori di crosta di pane e di lievito, arricchiti da delicate note di agrumi e di frutta secca (mandorla, nocciola, fichi secchi). Sapido, fresco, fine e armonico.
Dosaggi :PasDosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demisec.

**Franciacorta Satèn:
Uvaggio: Chardonnay (prevalenti) e Pinot bianco fino ad un massimo del 50%.
Caratteristiche: la morbidezza gustativa è data da un’accurata selezione dei vini base e dalla minore pressione in bottiglia, sotto le 5 atmosfere. Si produce esclusivamente nella tipologia Brut.
Note degustative: perlage finissimo e persistente, quasi cremoso. Colore giallo paglierino, anche intenso con colori verdolini, sfumato ma deciso profumo di frutta matura, accompagnato da delicate note di fiori bianchi e di frutta secca anche tostata (mandorla e nocciola). Una piacevole sapidità e freschezza si armonizzano con un’innata morbidezza che ricorda le sensazioni delicate della seta.
Dosaggi: Brut

**Franciacorta Rosé
Uvaggio: uve Chardonnay, Pinot bianco (massimo 50%), Pinot nero (minimo 25%).
Caratteristiche: le uve Pinot nero fermentano a contatto con la buccia per il tempo necessario a conferire al vino la tonalità desiderata. E’ prodotto con vino base Pinot nero vinificato in rosato in purezza (100%) oppure nascere dal suo assemblaggio con vini base Chardonnay e/o Pinot bianco.
Note degustative: la presenza del Pinot nero conferisce a questo Franciacorta un corpo e un vigore particolare oltre che i sentori tipici del vitigno.
Dosaggi: Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demisec.
Franciacorta, Franciacorta Satèn e Franciacorta Rosè possono acquisire maggior personalità, complessità e raffinatezza, con periodi più lunghi di maturazione e affinamento. È il caso del Franciacorta Millesimato e del Franciacorta Riserva.
Franciacorta Millesimato
Caratteristiche: La parola “millesimo” indica che tutto il vino è proveniente da un’unica annata. Il Millesimato si produce quando l’annata è particolarmente qualitativa e lo si valorizza con degli affinamenti più lunghi di quelli che subiscono le cuvée (i Franciacorta non millesimati). Devono passare almeno 37 mesi dalla vendemmia perché venga messo in commercio.
Note degustative: i Franciacorta millesimati hanno una personalità sensoriale e gustativa che rispecchia in maniera evidente le caratteristiche climatiche dell’annata e le espressioni qualitative delle uve di quella specifica vendemmia.
Dosaggi: Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry.

**Franciacorta Riserva
Caratteristiche: I Franciacorta Riserva sono dei Millesimati dalla particolare eccellenza qualitativa che per esprimere al massimo le loro doti olfattive e gustative devono rimanere in sosta sui lieviti per molti anni. Il Disciplinare ne impone almeno 5, quindi il Franciacorta Riserva viene immesso al consumo dopo almeno 67 mesi (cinque anni e mezzo) dalla vendemmia.
Dosaggi: PasDosé, Extra Brut, Brut, ad eccezione dei Satèn Riserva, declinati solo nella tipologia Brut.

Ecco cosa abbiamo degustato domenica scorsa con Franciacorta&Davide Scabin:


FRANCIACORTA
Villa Extra Blu Extra Brut
Ronco Calino Satèn


RICETTE DI DAVIDE SCABIN
Amis Raviolo Di Barbabietola

Zuppizza

Fast carbonara

Capasanta Thai

Tonno di Coniglio

lo Chef  Davide Scabin lo potete trovare al ristorante Combal Zero

I prossimi appuntamenti:
CANTINE DA CHEF - NAZIONALE
GIOVEDI 20 GIUGNO
Falesco e lo Chef Gianfranco Vissani
I piatti di Casa Vissani in abbinamento ai vini dell’azienda Falesco
VENERDI 21 GIUGNO
Castiglion del Bosco e lo Chef Vito Mollica
I piatti del ristorante Il Palagio - Four Seasons Hotel Firenze in abbinamento ai vini di
 Castiglion del Bosco
SABATO 22 GIUGNO
Saiagricola e lo Chef Marcello Leoni
I piatti del Ristorante Leoni in abbinamento ai vini delle Tenute Saiagricola

CANTINE DA CHEF – ROMA
GIOVEDI 20 GIUGNO
Falesco e lo Chef Oliver Glowig
I piatti del ristorante Oliver Glowig - Aldrovandi Palace in abbinamento ai vini dell’azienda Falesco
VENERDI 21 GIUGNO
Borgogno e lo Chef Gianluca Esposito
I piatti di Ristorante Italia in abbinamento ai vini piemontesi di Borgogno
SABATO 22 GIUGNO
Berlucchi e lo Chef Luciano Monosilio
I piatti del ristorante Pipero al Rex in abbinamento al metodo classico di Berlucchi

VINOFORUM Lungotevere Maresciallo Diaz (Farnesina), Roma.
Gli orari:
7 - 22 giugno 2013
Lungotevere Maresciallo
Diaz (Farnesina) - Roma
ORARI
dom - gio ore 19,00 - 24,00
ven - sab ore 19,00 - 01,00
(tutte le foto sono state fornite da Vinòforum, tranne quelle delle ricette e
 questa qui sotto che sono mie)

55 commenti:

  1. Mi piacerebbe tantissimo poter partecipare...ma vivo a Milano! :(

    RispondiElimina
  2. Wow per sarebbe un paradiso!!!! adoro il mondo del vino e tutto ciò che ruota attorno. belle immagini e appuntamenti davvero molto interessanti!!

    RispondiElimina
  3. un giorno o l'altro parteciperò anche io

    RispondiElimina
  4. Evento interessantissimo, adesso mi stampo e archivio la documentazione sui Franciacorta, che ho sempre degustato nella più beata ignoranza.
    E sperimento la zuppizza, anche se il procedimento posso solo immaginarlo...

    RispondiElimina
  5. Io sono lontanissima,mi sarebbe piaciuto tanto.

    RispondiElimina
  6. gustosamente interessante :) peccato la lontananza!

    Anna
    http://sicucinaconmamma.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. ma tu mi vuoi male, quante delizie!!! bellissimo evento!

    Alessia
    THECHILICOOL
    FACEBOOK
    Video outfit YOUTUBE
    Kiss

    RispondiElimina
  8. interessantissimo!!!! ottimi vini li conosco e li consiglio!!!

    RispondiElimina
  9. E'bello ed interessante partecipare a questi eventi!!!!
    E che piatti particolari!!!
    Un bacione:))

    RispondiElimina
  10. Nooooo non potrò essere li...davvero un peccato :( adoro i vini!!!

    RispondiElimina
  11. Effettivamente queste sono occasione che non bisognerebbe perdere, non so cosa farei per esserci. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Quante cose deliziosa, vorrei andarci!

    http://www.cultureandtrend.com/

    RispondiElimina
  13. mi sono segnato le date, non voglio perdermi un evetno così bello!

    RispondiElimina
  14. Sarebbe davvero un evento interessantissimo in cui partecipare ma purtroppo Roma non è vicinissima e non credo di riuscire ad andare...ottimo post e grazie per le informazioni!!! Grazie anche per essere passata da me!!! Bacione :*

    RispondiElimina
  15. Un bellissimo evento sono certa che c` é da imparare molto sopratutto sui vini e nel mio caso sarebbe davvero utilissimo...ci faccio un pensierino!! Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  16. ottimo post e un bellissimo evento! Complimenti.
    Laura Attacchidiclasse

    RispondiElimina
  17. Un evento strepitoso!! questi sono fra gli eventi che preferisco :) :)


    www.glamourdaymoda.com

    RispondiElimina
  18. perchè non la fanno a bari? uffa

    RispondiElimina
  19. la zuppizza mi incuriosisce molto... strano... anche il tonno di coniglio, mai sentito. deve essere stato molto interessante comunque.

    RispondiElimina
  20. che piatti raffinati e sicuramente squisiti :D ma che storia i ravioli di barbabietola :D

    RispondiElimina
  21. Che bella manifestazione, complimenti per aver patecipato!

    RispondiElimina
  22. Splendide foto e piatti raffinati... Una giornata unica!

    RispondiElimina
  23. bellissime foto e piatti bellissimi da vedere, non mi piace la fast carbonara su certi piatti l'innovazione ci sta come i cavoli a merenda

    RispondiElimina
  24. Un evento molto interessante!! Complimenti

    RispondiElimina
  25. Silvia, stupendo reportage! Come mi sarebbe piaciuto partecipare...grazie comunque per tutte le informazioni!
    Ellen

    RispondiElimina
  26. mmm interessante :)peccato non poter partecipare

    RispondiElimina
  27. Delicioso el plato de pescado bonito evento del vino me encanta,saludos y abrazos.

    RispondiElimina
  28. Interessante questi prodotti molto bello questo evento

    RispondiElimina
  29. Mi piacerebbe davvero tanto partecipare...

    RispondiElimina
  30. complimenti per le foto.. piacerebbe tanto pure a me partecipare!

    RispondiElimina
  31. deve essere proprio bello quest'evento

    RispondiElimina
  32. Ciao Silvia, ti seguo sempre con piacere, poi questo post lo rileggerò sicuramente stasera insieme a mio marito che è appassionato di vini e di alta cucina avendo lavorato proprio in questo settore; un abbraccio e a presto. Elisabetta

    RispondiElimina
  33. non sarei all'altezza ,io sono solo una mamma cuoca non punto in alto

    RispondiElimina
  34. Mi piace molto scoprire sempre cose nuove sui vini, ho appena finito un corso di operatore vitivinicolo.. davvero un'arte la vinificazione! Bellissima questa manifestazione.

    RispondiElimina
  35. Che evento stupendo, peccato non poter partecipare personalmente!!!

    RispondiElimina
  36. Eventi straordinari che s'impegnano a divulgare i cibi e i sapori della nostra Italia, complimenti x la ricetta e splendide foto

    RispondiElimina
  37. Che bell'evento, ne sono affascinata!
    Bellissime le ricette proposte!

    RispondiElimina
  38. Sicuramente un'evento da ricordare,e sopratutto insegna tante cose... Complimenti per le ricettine e le foto sono da SLURP!

    RispondiElimina
  39. che bell'evento e quante cose buone da mangiare bellissimo

    RispondiElimina
  40. Evento molto interessante che sicuramente ti darà tanto, complimenti ricette fantastiche

    RispondiElimina
  41. wow mi piacerebbe moltissimo partecipare a questo evento...purtroppo è un po' lontanuccio

    RispondiElimina
  42. Che bello, sarebbe un vero piacere poter partecipare, dev'essere una bellissima esperienza!

    RispondiElimina