Nepal parte seconda

 Il viaggio in Nepal continua...qui trovate la prima parte del reportage...
Il viaggiatore non è un turista, è un viaggiatore. C’è una gran differenza. Viaggiare significa scoprire, il resto significa semplicemente trovare.
Josè Saramago

5 luglio: sempre con il nostro fidato driver Razu, ci dirigiamo verso un'altra città newari DHULIKHEL, considerato la "svizzera" sulla strada per il Tibet...ha una bella piazza dove si affacciano i templi e i ritmi della vita quotidiana procedono indipendentemente dai turisti che vengono qui...







Proseguiamo bella stessa giornata la visita al villaggio di Panauti, un tempo punto d'incontro di importanti vie commerciali, sede anche di un palazzo reale, oltre ai templi decorati, ci sono anche interessanti edifici dell'epoca Rana, restaurati grazie all'aiuto del governo francese.






Infine visitiamo Patan, sobborgo di Kathmandu, separati soltanto dal fiume Bagmati, molti abitanti la chiamano ancora con il nome originario Lalitpur (città della Bellezza). Affascinanti i templi e palazzi nella Duran Square.






6 luglio: visitiamo Budhanilkantha, è un pò speciale perchè fuori dai circuiti turistici, infatti viene visitato per lo più da fedeli. Il fulcro qui è la statua distesa di Vishnu nella sua incarnazione di Narayan, il creatore di tutti gli esseri viventi che fluttua sul mare cosmico, che sonnecchia sulle spire di Ananta, il dio serpente a 11 teste che simboleggia l'eternità. 
Solo gli hindu possono avvicinarsi alla statua per lasciare offerte in frutta e ghirlande, noi visitatori l'abbiamo vista dal di fuori e non abbiamo potuto fotografarla, era vietato, ma ho fatto una ricerca in rete ed ho trovato delle belle foto...


 Le ho trovate su internet, ma questa statua è troppo bella per non farvela vedere!
  
Poi proseguiamo per Swayambhunath dove visitiamo il tempio delle scimmie, sorge in cima ad un'altura che domina la città, presenta elementi buddhisti e hindu. Si sviluppa intorno ad uno stupa bianco sulla quale sono dipinti gli occhi di Buddha.








  Infine ci dirigiamo verso Pashupatinath, la Varanasi del Nepal. Il più importante tempio hindu sorge lungo il fiume sacro Bagmati. Molti nepalesi scelgono di essere cremati sulle sponde del fiume sacro. L'accesso al tempio principale è consentito soltanto agli hindu, alla casta più umile, dei dalit (gli intoccabili) è stato concesso l'ingresso soltanto dal 2001. Intorno al complesso girano i sadhu (santoni) nella speranza di rimediare qualche soldo si fanno fotografare con i turisti. La seconda foto è sicuramente un pò dura...





 il mio compagno con i santoni!!
7 luglio: salutiamo il nostro caro Hotel Planet e il nostro bravissimo autista Razu
Il nostro viaggio deve continuare e decidiamo di prendere il bus per Pokhara, una bella cittadina lontana dal caos e dal traffico (infatti ci siamo rilassati molto!), si trova sul lago Phewa Tal, è la porta di accesso dell'Annapurna (il monte più noto è il Machhapuchhare, in nepalese coda di pesce, vi inserirò una foto)  ci rimaniamo per 2 giorni e mezzo, poi ripartiremo per concludere il nostro viaggio nella capitale, Kathmadu. Tramite wi fi sul cellulare i giorni prima di partire scriviamo email e prenotiamo una stanza all'hotel Sacred Valley Inn, consigliato su Tripadvisor, siamo stati benissimo anche qui, soltanto che non è inclusa la colazione; l'hotel è immerso nel verde, sembra di stare all'interno di una piccola giungla (anche noi abitiamo in mezzo al verde), inoltre la nostra è una delle 2 stanze deluxe all'ultimo piano con una enorme terrazza e un tavolino per fare colazione appena fuori dalla stanza, e con una vista mozzafiato...ecco il Machhapuchhare (con lo zoom, ovvio non eravamo così vicini)
                                                                          la nostra stanza


A Pokhara visitiamo la città vecchia ed alcuni templi (con un loro autobus costo 20 rupie a persona, circa 0,20 euro)



Poi ancora con il taxi andiamo a vedere un villaggio tibetano, Tashi Palkhel, il più grande, con il suo Gompa di Jangchub Choeling che ospita un centinaio di monaci, siamo entrati mentre erano in preghiera, abbiamo chiesto ma ci hanno detto di non fotografare i monaci in preghiera (mi sembra giusto!) mentre i fedeli, in una stanza di fronte, si.




Poi ancora la Pagoda per la pace nel mondo, sul cucuzzolo della montagna, con una vista mozzafiato!








Infine visitiamo Mandir di Varahi, un tempio in stile pagoda a 2 piani che si trova in una isoletta di fronte al Palazzo reale. Consacrato all'incarnazione di Vishnu in forma di cinghiale, per visitare il tempio abbiamo preso una delle barchette lì di fronte, costo 50 rupie a persone (circa 0,50 euro).


10 luglio: prendiamo nuovamente il bus della Greenline che ci porta a Kathmandu per gli ultimi giorni di vacanza. E' il mezzo più comodo e soprattutto più sicuro per percorrere 200 km a 50 all'ora su una strada di montagna molto trafficata e non sempre asfaltata, un pò pericolosetta infatti abbiamo visto che altri autobus turistici o camion hanno fatto incidenti; il biglietto andata e ritorno costa 40 dollari a persona (circa 32 euro) ed è compreso anche un buon pranzo in un bel resort e 2 bottiglie di acqua, per loro è una tariffa gran turismo...
Infine siamo stati fino al 13 luglio nella capitale Khatmandu: immagini, suoni, caos e colori, la città vecchia, i templi medievale di Durban Square, Thamel e i suoi tanti shop e venditori ambulanti anche di balsamo di tigre (originale, dicono loro!) questa è Khatmandu, tanto stupefacente quanto estenuante. Nella guida c'è scritto che spesso ci sono black out elettrici, ma non non ce ne siamo accorti, ogni hotel aveva il suo generatore di emergenza. Poi c'è la zona turistica, Thamel, dove abbiamo alloggiato anche noi, all'interno di una stradina tranquilla, con i suoi 2.500 esercizi commerciali di tutti i tipi, da diventare matti!







  





  



le candele di burro



 ...un tipico pasto base nepalese, il daal bhaat tarkari e masu (carne): zuppa di lenticchie, spinaci, curry di verdure, pollo, papad (frittella croccante di farina di lenticchie) e l'immancabile riso, qui vi avevo già parlato della cucina nepalese
            ...from home to home...le nuvole ci riportano a Roma...

Qui trovate la prima parte del mio viaggio e qui tutte le foto e i filmati...al prossimo viaggio...ormai l'anno prossimo, ho il timore che sarà ancora in Asia...

55 commenti:

  1. Wow Silvia, bellissimo, mi hai fatto continuare a sognare!!! beh che dire? mi sa che devo andare in Nepal..... buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ribadisco che questo viaggio è assolutamente meraviglioso...non sai quanto ti invidio! Io che viaggio tanto non sono (ancora) mai stata in Asia, e credo proprio di dover assolutamente rimediare! E' una meta un po' fuori dagli schemi, che magari di primo acchito può lasciare un po' perplessi, ma alla fine, vedendo le tue foto e leggendo come ne parli con passione, sono sicura entusiasmerebbe anche me...!
    Al prossimo viaggio, allora! ;-)
    Un bacione, GG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'Asia è semplicemente meravigliosa, in più mi sento tranquilla lì, nessun pericolo mi ha mai sfiorato la mente (in Italia non si può dire proprio lo stesso, purtroppo) e poi la gente, le persone mi affascinano: a Khatmandu ci eravamo seduti su di una panchina, arriva una bambina, avrà avuto forse 10 anni, mi chiede (in inglese) come ti chiami, di dove sei, e io le faccio le stesse domande (lei ha un nome impronunciabile per me). Dalla finestra di fronte i suoi parenti la guardano e ridono, poi lei mi dice che va a casa, manda un bacetto con la mano e va via...la spontaneità fatta persona, mi è rimasta, ovviamente, nel cuore...In più, se tu non hai problemi di schiena come noi, puoi fare degli indimenticabili trekking...baciooooooooooooooo

      Elimina
  3. stupendo, non ci sono altre parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si hai ragione, le parole non servono, lì non tutti parlano inglese e molti lo parlano poco, proprio come me, eppure basta un gesto, anche solo un sorriso per capirsi...;-)

      Elimina
  4. Silvia credo che un viagio di questo genere ti lasci addosso delle emozioni uniche. Anche noi come voi amiamo fare e progettare da soli i nostri viaggi senza intermediari o agenzie, è l'unico vero modo per immergersi nella vita locale. Andrò poi a vedere da Roberto le foto che metterà online. Un abbraccio carissima e ancora bentornata

    RispondiElimina
  5. Che posto incantevole Silvia, hai fatto un viaggio unico e credo proprio che non lo potrai mai dimenticare! Sono rimasta affascinata dalle foto, è tutto davvero stupendo..
    Complimenti e bravissima anche per i racconti, almeno con la mente l'ho visitato anche io! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Bellissimo reportage, grazie Silvia per condiviso con noi queste favolose immagini. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  7. che meraviglia di immagini, bucano lo schermo e il cuore....Non conosco l'Asia ma guardando e leggendo i tuoi reportage un pensierino inizio a farlo! Buona giornata, un bacione...

    RispondiElimina
  8. Devo leggermi tutto il tuo reportage. Non sono mai stata in Asia e da agente di viaggio non è una cosa da dire. Ma per viaggi del genere servono tanti giorni ed io per il momento non li ho. Ma sognerò con la tua storia.
    Ti aspetto al Contest, mi raccomando. Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  9. Un viaggio che sicuramente lascerà il segno!! Meraviglioso reportage, ricco di colori e informazioni!! Grazie per aver condiviso con noi la tua vacanza!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  10. Foto spettacolari e molto suggestive!!! Complimenti per lo splendido reportage!!! Un bacione e felice giornata

    RispondiElimina
  11. ehi, bentornata!!! bellissimo reportage, sicuramente un viaggio che resta nel cuore! il pacco è partito oggi, mi perdonerai per tutto questo ritardo????

    RispondiElimina
  12. Il sogno continua...che meraviglia. Un reportage eccezionale!
    simo

    RispondiElimina
  13. bentornata. bellissimo reportage e grazie per avermi fatto sognare il Nepal..Namasté!!!

    RispondiElimina
  14. quante foto! tutte bellissime!

    RispondiElimina
  15. Silvia, che viaggio affascinante.. quella cultura e quella filosofia di vita le sento appartenermi profondamente, ma non so se -e quando mai- potrò fare un viaggio come questo, intanto mi sono goduta le tue foto... Grazie!
    un abbraccione

    RispondiElimina
  16. Complimenti ancora per il reportage, fantastico!
    Io sono andata una sola volta in Asia ... ho visitato Singapore ed ho fatto un piccolo tour in Malesia ... e la voglia di scoprire molti altri posti similari è davvero fortissima.
    Dai una ricettina asiatica riusciresti a farla per il mio contest ... la scadenza l'ho prorogata al 5 di agosto ... magari ti viene in mente qualcosa di bello da raccontarci .. ovviamente se puoi e se ti va!
    Un bacione Monique

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio, sei sempre gentile. Prorogato WAWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWW allora faccio sicuramente in tempo, sto aspettando una ricetta che mi arriva proprio direttamente dall'hotel PLANET di Bhaktapur (e soprattutto dalla loro cucina!!), vorrei proprio fare una cena tipica nepalese, vediamo se riesco...

      Elimina
  17. Sono viaggi che si fanno di notte sognando
    ma tu lo ai fatto realmente sarà indimenticabile per te,
    ciao Silvia
    te mande un strucon.

    RispondiElimina
  18. Grazie per aver condiviso con noi il tuo affascinante viaggio...

    RispondiElimina
  19. Che viaggio meraviglioso!!!!!!! Grazie per averci rese partecipi! ;)

    RispondiElimina
  20. bentornata cara un bacione, torno con la calma a gustarmi il tuo reportage !!!

    RispondiElimina
  21. Bentornata..!! non ho parole...le tue foto e il tuo reportage mi hanno fatto sognare..è stato un viaggio stupendo...!! complimenti a te e al tuo compagno..andrò anche a visitare il suo blog..siete fantastici....!!! ciao un bacio .

    RispondiElimina
  22. Cara,
    che straordinario reportage, che entusiasmo descrittivo...
    ... manca il fiato!
    Bellissimo!

    Ti auguro un buon proseguimento d'estate,
    come sai oggi ho chiuso il blog dei ricami x ferie, tornerò tra voi la seconda settimana di
    settembre ^_^

    Di nuovo buona estate, a te e ai tuoi cari!

    M@ddy
    mycrossstitchportraits.blogspot.it/

    RispondiElimina
  23. Davvero speciali..e quella vetta? amante della montagna come sono ricordo ancora su una rivista di viaggi l'Annapurna ricoperta di neve...
    Grazie Silvia di aver condiviso con noi le tue emozioni e le tue splendide foto! complimenti!

    RispondiElimina
  24. bellissime foto..che fanno sognare..
    Ben tornata!!

    RispondiElimina
  25. bellissime foto complimenti davvero invidio il tuo viaggio

    RispondiElimina
  26. Ciao Silvia,
    meravigliosi questi reportage.
    ora me li godo con calma nel week end perchè una visita fugace durante il giorno non va bene!!
    queste immagini e luoghi vanno gustati con calma.. e riflessione.
    ^_^
    vaty

    RispondiElimina
  27. Sono davvero affascinata dal tuo reportage cara Silvia, luoghi meravigliosi e magici....davvero da mozzare il fiato per la bellezza e la dolcezza di certi visi e certi atteggiamenti!! sono proprio un popolo diverso da noi, anni luce....di una compostezza pazzesca!

    io aspetto qui quelle del prossimo anno tesoro....sarò la prima!!!

    RispondiElimina
  28. wow!!! grazie per aver condiviso il racconto e le strepitose foto di questo bellissimo viaggio con noi!!

    RispondiElimina
  29. L'unico motivo per cui non ti invidio è che sei già tornata, mentre a me rimane almeno la consolazione di dover ancora partire... per il resto, sembra un posto magico. Mi ricorda la Thailandia, ma in versione molto meno commerciale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la Thailandia è molto commerciale, il Nepal proprio no, è bello proprio per questo. Della Thailandia visiterei soltanto il nord, sicuramente non commerciale

      Elimina
  30. Ora so che quando, finalmente, riuscirò a pensare a qualche viaggio un pò fuori dai soliti circuiti, chiederò i tuoi consigli.
    Mi è piaciuto molto il tuo reportage!

    un abbraccio

    loredana

    RispondiElimina
  31. Splendide foto, splendido viaggio. Non trovo altre parole.

    RispondiElimina
  32. Stupende le foto e il tuo racconto...un viaggio da sogno! Sei fortunata perché hai opportunità di fare dei viaggi cosi.
    buona serata..ciao!

    RispondiElimina
  33. eccoti!!!!!!
    che foto meravigliose.....sei riuscita a rendere assolutamente l'idea di dove ti trovi e di cosa guardano i tuoi occhi!
    buon proseguimento cara!

    RispondiElimina
  34. confermo quello già detto:foto e viaggio favolosi........un bacino e buona notte....

    RispondiElimina
  35. Foto e luoghi meravigliosi d'altra parte il Mondo è bellissimo ed in ogni luogo trovi qualcosa di accattivamente hai fatto un lavoro stupendo e attendo con curiosità quello che scriverà il tuo compagno.ciaooo un abbraccio e......mi piacerebbe andarci!!!

    RispondiElimina
  36. Ho letto il tuo racconto tutto d'un fiato.... Il mio sogno più grande è fare un bel viaggio come il tuo...In Asia, in posti un po' più incontaminati rispetto ai soliti turistici! Complimenti per le foto che confermano la bellezza di quei luoghi!
    Un bacione

    RispondiElimina
  37. Senza parole!!!!
    Uno dei luoghi più belli ed affascinanti che abbia mai visto! :-)
    bacioni!

    RispondiElimina
  38. mi fa piacere che il reportage vi è piaciuto! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  39. Un viaggio unico, tanti ricordi, nelle fotografie e che porterai nel tuo cuore per sempre. Sono felice che siate stati bene e vi auguro di vivere altre 1000 esperienze arricchenti come queste!
    grazie per il bellissimo reportage e le fotografie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, hai sempre delle parole carine, ti abbraccio!

      Elimina
  40. Che foto magnifiche!!!!!!!!!!!!! Spero di trovare il tempo di leggere anche la descrizione del tuo viaggio: a volte si viaggia anche così! Ciao e buon proseguimento di vacanza in Sicilia! Buona estate

    RispondiElimina
  41. Silvia carissima...grazie per aver condiviso con noi questo tuo stupendo viaggio in Nepal,un paese del quale non conoscevo assolutamente nulla,ma ora,grazie al tuo racconto me ne sono innamorata,forse perchè proprio in questo periodo mi sto avvicinando alla religione di quei luoghi...spettacolari le foto e i racconti delle tue emozioni!! Buon week-end tesoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria carissima...ti stai avvicinando alla religione di quei luoghi?!?!!? Parliamone!! Buon week end anche a te cara!!

      Elimina
  42. Ohi, bravi Ragazzi ! Avete colto l'essenza del Nepal. Il sorriso.
    A tal proposito, cambieremo nome al nostro buon Raju driver, vedo che è diventato Razu...Più breve ed immediato. Sono fra i pochi che non possono dire "Come mi piacerebbe andare colà"....hehehe...
    Un abbraccio da tutto il Planet Bhaktapur, Hotel&Viaggi&Consigli....

    Ohi, come t'è riuscito il Nepali Set con la ricetta di Amrit&Anil ?

    Namaste !
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! EHEHEHEHEH, io mi ricordavo si chiamasse così!! La ricetta non l'ho più fatta e non ho partecipato al concorso, mancavano alcuni ingredienti e quindi non sarebbe stata la stessa cosa...namaste!

      Elimina