Pane dolce alla crema all'acqua e amarene

...quando mi metto in testa una cosa nessuno mi ferma più...volevo partecipare al contest mensile The Recipe-tionist che avevo adocchiato già da un pò, per me significa imparare e visto che la mia strada è ancora abbastanza lunga questa volta mi sono decisa...quindi cerco la ricetta da rifare del blog di Murzillo Saporito...e ovviamente, tra le tante ricette, io scelgo una di quelle difficili, che mi complica la vita...non sono molto brava con i lievitati, soprattutto quelli dolci, infatti il risultato non è perfetto in questo caso, difficoltà ne ho avute (dall'impasto che non lievitava alla treccia che non riuscivo a fare perchè fuoriusciva il ripieno) ma alla fine ho la mia treccia, anzi no trecciona!  Devo dire che, a parte l'aspetto non del tutto gradevole, tutto il resto è perfetto: sia il sapore squisito che la morbidezza della treccia XXL! E' la seconda treccia dolce che preparo in vita mia...spero che la prossima andrà meglio per quanto riguarda la forma! ;)

ingredienti (riporto la ricetta del blog Murzillo Saporito io ho tolto 1 ingrediente: i semi di girasole)
per l'impasto di 2 pani (io ho preparato per 1 pane, quindi ho diviso tutto a metà):
500 gr di farina 0
2 uova grandi medie (circa 60-62 gr con il guscio)
100 gr di zucchero
20 gr di lievito di birra
125 ml di acqua tiepida
125 ml di olio extra vergine d'oliva
10 gr di sale
un tuorlo d'uovo
un cucchiaio di acqua
semi di papavero e girasole (di girasole NON MESSI)

per il ripieno (la ricetta della crema è presa dal forum di Gennarino.org con alcune modifiche)
300 gr di acqua
il succo e la buccia di mezzo limone
3 tuorli d'uovo
120 gr di zucchero
20 gr di amido di mais
mezza bacca di vaniglia
amarene Fabbri 

 Preparazione: La sera prima: Setacciare la farina.
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida insieme a un cucchiaino di zucchero e far riposare una decina di minuti fino a far formare una schiuma. Mischiare la farina, il sale e lo zucchero e versarci il lievito e cominciare ad impastare, versare poi l'olio e per ultimo le uova, uno ad uno, fino alla loro incorporazione. Lavorare fino a che l'impasto si stacchi perfettamente dalla ciotola, lasciandola pulita.
Lasciare lievitare tutta la notte. Dividere l'impasto in 10 pezzetti di circa 90 gr. Ve ne serviranno 6 per il pane intrecciato lungo e 4 per quello tondo.

Per il ripieno: Portate ad ebollizione l'acqua con il succo e la buccia del limone e la vaniglia, poi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire qualche minuto. Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete l'amido setacciato e poi aggiungete l'acqua filtrandola con un colino.
Rimettete sul fuoco e fate addensare. A questo punto intrecciamo. Dividete l'impasto in 6 palline, poi formate delle strisce, appiattitele leggermente e farcite con la crema e le amarene intere. Chiudete e formate dei salsicciotti. Ormai sapete come fare un intreccio con sei capi. Quindi lasciate lievitare in un luogo riparato per un paio d'ore. Spennellate quindi con un rosso d'uovo e qualche cucchiaio d'acqua, cospargete con i semi di papavero e cuocete a 180° per 20 minuti circa.

34 commenti:

  1. non amo particolarmente i dolci, ma per questo...

    RispondiElimina
  2. Anche a me capita di preparare dolci che nella forma possono non soddisfare tutti manel sapore sono golosissimi e mio maritomi tipete sempre non ti preoccupare noi mangiamo tutto,,felice domenica

    RispondiElimina
  3. Buongiorno Silvia!! Che particolare questo pane dolce, sembra così soffice all'interno..... Ci hai incuriosito, brava!
    Buona domenica, un abbraccio:)

    RispondiElimina
  4. Praticamente un pan brioche moto soffice e gustosa, arricchita con delle amarene, che li da un tocco in più ! Buona domenica !

    RispondiElimina
  5. io trovo che sia perfetto, te la sei cavata benissimo, mi piace molto, brava!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  6. Adoro i pani molti ricchi e questo sembra proprio buono
    Ciao
    Tiziana

    RispondiElimina
  7. Un pane dolce delizioso, con la farcitura di crema all'acqua e amarene decisamente fantastico!
    Fare la treccia non è facile, ho avuto delle difficoltà anch'io quando ho fatto la mia prima treccia!
    Comunque te la sei cavata benissimo complimenti, sei stata bravissima!
    Un abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  8. pandolce di gran golosità grazie alle amarene

    RispondiElimina
  9. Io dico che tu sei troppo severa con te stessa: questa trecciona è ottimamente riuscita ! Mi piace l'idea delle amarene

    RispondiElimina
  10. Ma a dire il vero io non la vedo per nulla imperfetta, anzi. La vedo golosissima e tanto bella :) Mi fa venire voglia di affondare un morso in tutta quella morbidezza. Bravissima e in bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  11. Adoro i lievitati e il tuo è decisamente molto invitante.L'imperfezione io non la vedo, anzi peccato non si possa addentare.

    RispondiElimina
  12. ottima per la prima colazione questa trecciona come la chiami tu! Buona settimana Silvia!

    RispondiElimina
  13. adoro questo pan brioches, è sofficissimo!!

    RispondiElimina
  14. Fantastica anche così, mi piace moltissimo il pan brioche!
    Un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  15. Troooooppo bella questa treccia!!!!
    Bravissima Silvia!!
    Un caro abbraccio e buona setimana
    Carmen

    RispondiElimina
  16. Io trovo fantastica questa trecciona :)
    Mi hai fatto venir voglia di provarla.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  17. Ti capisco perché io e le trecce siamo due mondi in parallelo.....per di più ne creo davvero poche.....l'intreccio mi incasina parecchio la mente....sarà per questo forse....boh chi lo sa....comunque la tua è uscita bella lunga nonostante gli imprevisti del ripieno....io direi che anche al taglio sembra soffice....dai.....è andata bene.....poi con l'aroma delle amarene sarà super!

    RispondiElimina
  18. A me non pare niente male la tua treccia Silvia e poi chissà come deve essere buona.. Magari averne tra le mani una fettina a quest'ora, di lunedì mattina :-)

    RispondiElimina
  19. Un pandolce superlativo, bravissima Silvia . Ne prendo una fettina e i invio un grande abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  20. Molto particolare questo pane!! e poi chissà che buono!!!
    Una fettina adesso ci starebbe proprio bene!!!
    E poi ti è venuto benissimo!! un bacione e buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  21. Grazie cara, per prima cosa per essere a THE RECIPE-TIONIST, e poi perchè trovo il tuo pane dolce molto bello invece, non vedo assolutamente i " problemi" di cui mi parlavi nei commenti!!! E immagino davvero anche la bontà del risultato!! Grazie ancora e benvenuta ...Flavia

    RispondiElimina
  22. Davvero eccezionale questa ricetta! Brava Silvia è venuta che è uno spettacolo!!!!

    RispondiElimina
  23. valà che è venuto benissimo ! Passami una fetta che controllo per bene......

    RispondiElimina
  24. Questo pan dolce mi ricorda un sofficioso pan brioche... io direi che ti è venuta una ricetta splendida!!

    RispondiElimina
  25. Ciao Silvia, la tua treccia è perfetta, splendida, e la sua consistenza interna sofficissima e ben lievitata. Inoltre sicuramente è buonissima..mi hai fatto venire l'acquolina, che meraviglia:))bravissima come sempre, ti faccio i miei migliori complimenti:))
    un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  26. Invece trovo che sia lievitata benissimo, guarda che bella alveolatura.... è bellissima, complimenti! Un bascione!

    RispondiElimina
  27. Beh complimenti! Ti è venuta proprio bene!

    RispondiElimina
  28. Ma che delizia questo pane! Un bacio

    RispondiElimina
  29. io adoro i lievitati e questo pane dolce è una buonissima scoperta per me. Complimenti.

    RispondiElimina
  30. secondo me è venuto molto bene, io la prima volta ho fatto pasticciacci

    RispondiElimina
  31. è fantastico! Ti è venuta molto bene! Complimenti! Un salutone

    RispondiElimina
  32. wuaooooooo,posso averne una fetta???

    RispondiElimina
  33. Hai scelto una ricetta abbastanza difficile per non avere molta confidenza con i lievitati, e ti é venuta pure bene.
    Grazie per aver partecipato
    Valeria

    RispondiElimina