Cucina del Lazio: frittata con il lesso

...torna anche per quest'anno l'appuntamento mensile con la raccolta di ricette regionali Cucina e territorio di casa nostra...siamo un gruppetto di food blogger e ogni mese decidiamo l'argomento sul quale preparare la ricetta regionale, ognuna della propria regione...questo mese l'argomento scelto è l'uovo...indispensabile in cucina e nell'alimentazione in generale...come al solito ho sfogliato i miei libri "la cucina romana e del Lazio" di Livio Jannattoni e da qui ho estrapolato la mia ricetta, in questo caso del recupero, la frittata con il lesso, vediamo cosa hanno cucinato le altre food blogger partecipanti:

ALESSANDRA (Puglia): frittata classica barese 
ILENIA (Toscana): acquacotta maremmana 
SILVIA (Lazio): frittata co' l'allesso (io!!)
PAOLA (Campania): trippa di uova
CARLA (Lombardia): fritàdine ludesàne - frittatine lodigiane
GIOVANNA (Calabria): carne di maiale e uova 
STEFANIA (Friuli Venezia Giulia): uova al funghetto
PATRIZIA (Sicilia): uova a spezzatino alla siciliana


Un tempo era molto diffusa, trattandosi di una sicura e sostanziosa alimentazione della cosiddetta cucina povera, della quale ci siamo troppo dimenticati. Un saporito amalgama carne-uova. E il riutilizzo del lesso avanzato. Un etto o due di lesso, per le 6 uova-6 persone solite (io ho riadattato le quantità alle mie esigenze, ovviamente) ed anche una cipolla. Lesso che va pulito per bene, togliendo parti callose e grasso, fino a farlo diventare carne-carne. Poi si taglia a fettine piccole e molto sottili, oppure lo si batte sul tagliere, riducendolo a un trito, aggiungendovi anche prezzemolo. Si trita la cipolla e si lascia imbiondire in padella con l'olio di oliva. Si aggiunge allora il lesso mescolando bene per farlo insaporire. Poi si sbattono le uova, condite con sale e pepe, e si versano nella padella. Si lascia cuocere la frittata, e ad un certo momento si gira, aiutandoci con un piatto. Finché non risulta cotta al punto giusto.
Rivediamo ora la medesima frittata nel sonetto romanesco, Frittata co' l'allesso, di Mario Berenato, uno dei poeti del Centro Romanesco Trilussa che negli anni '70 tentarono di tramutare in versi, quasi sempre con esito veramente felice, le ricette della cucina romana del romano Luigi Carnacina.


Mezza dozzina d'ova, pepe e sale,
se trita e ce s'ammischia un po' d'erbetta.
D'allesso magro un etto, fetta a fetta, 
tajato come l'ostie, tale e quale.

De strutto giusto er tanto che impecetta
er fonno a la padella, bene o male.
Gnent'ojo, mejo er sugo der majale
che inzaporisce e imporpa la scarpetta.

Se mette la padella, se controlla
quanno lo strutto chiacchiera cor foco
e ce s'affonna un trito de cipolla.

Sbatacchia l'ova e tutto, quanno hai fatto,
butta in padella. E' bona, costa poco
e ne vorresti sempre un arto piatto.


con questa ricetta partecipo questo mese alla raccolta Cucina e territorio di casa nostra     

17 commenti:

  1. Qui il lesso lo si recupera in insalata o nelle polpette...mai pensato ad una frittata. Che bella!

    RispondiElimina
  2. Amo le frittate, la tua proposta ha un'aria molto golosa!

    RispondiElimina
  3. un modo gustoso per consumare il lesso avanzato, adoro le frittate e questa è super buona!!! Ciao.

    RispondiElimina
  4. una cucina degli avanzi gustosa e interessante !Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  5. wow,mi piace proprio tanto,bravissima e grazie da fare sicuramente

    RispondiElimina
  6. La fritta con il lesso non manca mai nemmeno a casa mia. Un recupero gustoso :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. mi sa che farò il brodo di carne più spesso ora!

    RispondiElimina
  8. Mmmm che buona questa frittata con il lesso, me la preparava spesso mio papà e la mangiavo sempre molto volentieri.

    RispondiElimina
  9. MMMMMM .... dev'essere davvero deliziosa. Ho un debole per le frittate :) Stampo!

    RispondiElimina
  10. Questa frittata si che sa farsi amare, ha un aspetto molto invitante, buonissima !

    RispondiElimina
  11. Queste sono le ricette della tradizione che mi fanno impazzire! Bellissima anche la foto. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  12. che buonaaaa, una fettina la mangerei volentieri...!

    RispondiElimina
  13. Una ricetta del riciclo veramente molto gustosa, brava!!!!

    RispondiElimina
  14. Grazie mille per aver condiviso questa buonissima ricetta Silvia,la proverò sicuramente la prossima volta che preparo il brodo e mi avanza il lesso,senza ombra di dubbio è di una bontà unica,bravissima come sempre:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  15. Però !!! un ottimo modo di riutilizzare il lesso !!! amo le ricette di riciclo perchè prima o poi ti capita sempre di averne bisogno !! la proverò sicuramente !! GRazie della proposta buona notte :)

    RispondiElimina