FLOS OLEI 2016


FLOS OLEI 2016 guida al mondo dell'extravergine, ovvero la guida più importante al mondo perchè bilingue (italiano e inglese), inoltre molto dettagliata e precisa per quanto riguarda questo straordinario alimento che è alla base della dieta mediterranea: l'olio extravergine di oliva. La guida è arrivata alla settima edizione e continua, anno dopo anno, a guardare avanti nel mondo olivicolo mondiale, è sicuramente un utile mezzo di informazione sia per appassionati che esperti del settore o anche per chi si affaccia la prima volta nel bellissimo e importante mondo dell'olio extravergine di oliva. Le nazioni presenti in guida con i loro prodotti sono 49 e 2 (Spagna ed Italia) hanno un approfondimento regionale. Qui trovate 500 schede di aziende dove vi è specificato il loro miglior olio, scelto da un apposito Panel di assaggiatori professionisti, in totale sono 692 gli oli presenti qui nella guida. La maggiore produzione di olio c'è nel Mediterraneo ma, anno dopo anno, altri paesi si qualificano sempre più nel mercato mondiale per qualità di oli prodotti quali, ad esempio, il Cile, l'Argentina, l'Uruguay, il Sudafrica, l'Australia e la Nuova Zelanda. Ma il mercato olivicolo sta crescendo sensibilmente di livello anche in paesi come la Croazia, la Francia, la Slovenia e il Marocco. Inoltre altri parametri senz'altro positivi fanno si che il mondo olivicolo stia crescendo nella giusta direzione: normativa su origine ed etichettatura, nuovi parametri chimici contro la lotta alle frodi, maggiore riconoscibilità dei marchi DOP, IGP e da Agricoltura Biologica.  Nel futuro ci sarà sicuramente un rilancio del settore per mezzo di controlli nelle zone e nei volumi produttivi, potenziamenti di norme antifrode ed un miglioramento della classificazione merceologica dell'olio da olive. 

Andai alla presentazione della guida FLOS OLEI di 2 anni fa e con piacere sono tornata quest'anno, qui ho potuto senz'altro apprezzare le interessanti novità organizzate all'interno dell'evento che fanno capire l'importanza di questa guida e quanto impegno e cura vengono messi qui dal direttore responsabile e curatore della guida Marco Oreggia (nonché curatore delle degustazioni) e dalla curatrice Laura Marinelli per offrire, anno dopo anno, una guida di alto livello relativa a questo settore, oltre agli innumerevoli e validi collaboratori internazionali che trovate nelle prime pagine della guida divisi per paese di origine. 
Molto utile anche per me il ripasso che ho trovato nelle prime pagine che riguarda l'Alfabeto del Degustatore: gli attributi positivi e quelli negativi dell'olio extravergine di oliva, le sensazioni aromatiche olfattive dirette o retronasali, le sensazioni gustative, le sensazioni retrolfattiva qualitativa e le sensazioni tattili cinestetiche; oltre ad altri interessanti capitoli quali le istruzioni per l'uso; i prezzi pazzi dell'extravergine;  l'olivicultura nel mondo.

Quest'anno l'evento, che si è svolto come sempre all'interno dell'hotel "The Westin Excelsior" di Via Vittorio Veneto n. 125 a Roma, è stata ricco di novità: in primis sicuramente le Master Class di cucina inserite per approfondire l'utilizzo dell'olio extravergine di oliva in cucina, ovvero proprio nella preparazione pratica delle ricette creando un apposito menù che andava a sposarsi con le varie intensità di olio extravergine di oliva esistenti: leggero, medio, intenso. Gli Chef che hanno preparato i loro piatti, condotti da Stefano Carboni di MG LOGOS, sono stati:
- il salmone con lo Chef Salvatore Tassa, 1 stella Michelin, cuciniere del ristorante Le Colline Ciociare di Acuto (Frosinone) che ha preparato "gin tonic di salmone" testimonial l'eccellente salmone di Vancouver (Canada) di "The Seafood Club Supersalmon" (Master Class alla quale ho assistito anche io) ricetta arricchita dal salmone in infusione con erbe e spezie: coriandolo, citronella, melissa, maggiorana, cannella, curcuma,  noce moscata e profumata con olio essenziale alla rosa, arancia fresca e menta, aromatizzata con mandorle, latte di mandorla, miele e olio essenziale di rosa, e profumata con pezzetti di arancia e menta fresca, lo Chef ha utilizzato l'olio extravergine di oliva fruttato leggero Dop/Pdo Monti Iblei - Frigintini dell'Azienda Agricola Sebastiana Fisicaro - Frantoio Galioto, che si è classificato nella "The Best 20" come "Migliore Olio Extravergine di Oliva Dop/Igp - Fruttato Leggero" che sicuramente per intensità appunto leggera non è andato a coprire tutti gli altri sapori e odori della ricetta.

Ci sono state altre master class alle quali però io no ho potuto assistere perchè invece ho partecipato alla degustazione di olio extravergine di oliva di Marco Oreggia, ma vale sicuramente la pena citarle:
- la pasta all'uovo con lo Chef Paolo Dalicandro (è stato il mio insegnate di verdure, uova e legumi al corso di avviamento alla professione di cuoco che ho frequentato questa estate presso la scuola A Tavola con lo Chef) che ha presentato la ricetta: Chitarrine al Cacio e Ortica… perchè il Pepe è Scappato! testimonial La pasta di Aldo – Monte San Giusto (Ascoli Piceno – Italia);
- la pasta asciutta con lo Chef Philipp Tresch (Svizzera) del ristorante La Perla di Lucerna, che ha presentato la ricetta: capelli d’angelo con schiuma di Castelmagno, tuorlo d’uovo cotto in extravergine e tartufo bianco, testimonial il Pastificio Benedetto Cavalieri - Maglie (Lecce - Italia);
- la carne con lo Chef Simone Fracassi che ha presentato la ricetta 0.0 Tartare o Battuta?, testimonial la Macelleria Fracassi di Rassina (Arezzo);
- la cioccolata con lo Chef Michele Martinelli della Locanda Martinelli di Nibbiaia (Livorno) che ha presentato la ricetta Cioccolio, ovvero quando il dessert si fonde in maniera perfetta con l'olio extravergine di oliva.   
Nella guida troverete anche la classifica dei migliori oli su 692 vale a dire la "The Best 20", ovvero quelli che si son distinti per la qualità e che la guida premia, di questi ben 8 oli sono spagnoli tra i quali anche "il migliore extravergine dell'anno" mentre sono 7 quelli italiani che si sono distinti per la loro qualità; di questi 20 io ne ho potuti degustare 6 partecipando alla degustazione di Marco Oreggia:
1) Abbae, prodotto da Hacienda Queiles di Navarra (Spagna), che si è distinto come Migliore Olio Extravergine di Oliva Monovarietale - Fruttato Leggero, è un olio fruttato leggero con sentori di pomodoro verde, menta, mela, basilico, carciofo, in bocca mandorla e pinolo, con amaro espresso e piccante presente; si abbina molto bene a tutte quelle ricette di pesce perchè non ne copre il sapore: antipasti di orzo, aragosta bollita, insalate di mare, marinate di gallinella, passati di funghi ovoli, risotto con crostacei, pesci al cartoccio, tartare di dentice, formaggi freschi a pasta molle e nelle preparazioni dolci e di pasticceria;

2) Olio del Desierio, prodotto dall'azienda andalusa Rafael Alonso Aguilera, che si è distinto come Migliore Olio Extravergine di Oliva da Agricoltura Biologica, è un olio fruttato medio con sentori balsamici, di menta, pomodoro mezzo rosso e mezzo verde, insalata, basilico, con nota di tannicità, lattuga belga con amaro potente e piccante spiccato; si abbina antipasti di tonno, funghi porcini arrosto, marinate di polpo, passati di lenticchie, pesce azzurro gratinato, pollame o carni di agnello alla brace, formaggi di media stagionatura;

3) Dievole, prodotto dall'azienda Dievole di Gaiole in Chianti (Siena), che si è distinto come Azienda emergente,  è un olio fruttato medio con sentori di pepe verde, carciofo, mandorla, menta, salvia con amaro molto deciso e piccante spiccato; si abbina ad antipasti di salmone, bruschette con verdure, marinate di ricciola, patate in umido, zuppe di legumi, risotto con carciofi, crostacei in guazzetto, seppie arrosto, coniglio al forno, pollame ai ferri, formaggi freschi a pasta filata;

4) Olio extravergine di oliva Family Reserve, prodotto dall'azienda andalusa Castillo de Canena, che si è distinto come Azienda dell'anno, è un olio fruttato intenso con sentori di pomodoro, basilico, mela, banana matura, lattuga belga; in bocca è amaro potente e piccante molto spiccato con finale di pepe nero; si abbina ad antipasti di pesce (carpacci), bruschette con pomodoro, zuppe di legumi, risotto con funghi porcini, tonno alla brace, carni rosse o cacciagione arrosto, formaggi stagionati a pasta dura; 

5) Don Gioacchino, prodotto dall'Azienda Agricola Sabino Leone di Canosa di Puglia (BT), che si è distinto come Migliore Olio Extravergine di Oliva Dop/Igp - Fruttato Medio, è un olio fruttato medio -intenso con sentori di cardo, carciofo, mandorla, menta, rosmarino, sentori balsamici; in bocca ha sentore di amaro come la noce e amaro deciso e piccante spiccato; si abbina ad antipasti e marinate di pesce, bruschette con pomodoro, zuppe di legumi, primi piatti al ragù, pesce azzurro al forno, cacciagione di piuma o pelo ai ferri, formaggi di media stagionatura; 

6) Finca La Torre - Selección da Agricoltura Biologica, dell'omonima azienda andalusa con sede a Bodadilla (Màlaga), che si è distinto come Migliore Olio Extravergine di Oliva dell’Anno, è un olio fruttato intenso con sentori di pomodoro maturo, menta, origano, salvia; in bocca è amaro potente a piccante spiccato; si abbina ad antipasti di pesce, verdure gratinate, radicchio alla brace, zuppe di legumi, primi piatti con funghi porcini, carni rosse e nere arrosto, formaggi stagionati a pasta dura. 

FLOS OLES 2016
numero pagine 864
euro 35,00

8 commenti:

  1. molto interessante questo articolo !Buona settimana

    RispondiElimina
  2. Un articolo molto interessante e molto utile, grazie per averne palato. Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  3. Davvero interessante, grazie per questo post! Un bacio

    RispondiElimina
  4. grazie mille per questo utilissimo e interessantissimo post:)).
    Un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Brava, un reportage veramente interessante! Buona serata

    RispondiElimina
  6. molto interessante, grazie Silvia!!!

    RispondiElimina