panini con rosmarino e petali di malva


In questo periodo ho scoperto le erbe spontanee e i loro fiori eduli...e così sono andata in fissa...come mi succede spesso del resto, quando utilizzo un ingredienti per me nuovo nelle ricette...così ho voluto provare questi panini super profumati ed invitanti al rosmarino e petali di malva, che cresce spontaneamente dietro casa mia...quindi sono pure fortunata in tal senso...mi ricordo ancora quando l'ho tirati fuori dal forno, il loro profumo ha invaso la casa per diverse ore...buonissimi!

ingredienti per 8 panini:
400 gr farina 00
100 gr farina grano duro
mezzo cubetto lievito birra
qualche rametto di rosmarino (della mia pianta!!)
1 cucchiaio fiori di malva
1 cucchiaino zucchero
olio extravergine di oliva
300 ml acqua tiepida
sale

Ho stemperato il lievito in una tazza con metà dell'acqua tiepida. Ho mescolato le 2 farine e formato una fontana, al centro ho messo un pizzico di sale. il rosmarino tritato e i fiori di malva, lo zucchero e un pò di acqua con il lievito, mi sono unta le mani con dell'olio extravergine di oliva (per lavorare meglio la pasta e così non si attacca troppo alle mani) e ho impastato il tutto, aggiungendo mano mano l'acqua rimanente, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Ho lasciato lievitare coperto da un panno in un luogo tiepido per 2 ore, quindi ho ripreso la pasta e ho formato i panini che ho messo su una teglia da forno dove sul fondo ho messo della carta forno, ho lasciato lievitare per un'altra ora sempre coperti da un panne. Ho pre-risaldato il forno a 200° e ho cotto i panini per circa 35/40 minuti, fin quando saranno dorati in superficie. (ricetta adattata dalla rivista Sale & Pepe)

46 commenti:

  1. Le erbe spontanee sono un regalo della natura.. guarda che meraviglia hai creato!
    Bravissima Silvia!

    RispondiElimina
  2. Ma che bello questo pane e immagino il profumo, mi piacerebbe assaggiarlo :).
    Poter raccogliere dei fiori spontanei è una bella fortuna.
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Che bello poter sperimentare sempre ingredienti nuovi! Non ho idea del sapore che possano avere questi panini, ma sono molto curiosa!

    Maira

    RispondiElimina
  4. Che belli, Silvia! L'uso dei fiori eduli mi intriga assai!. Purtroppo, abitando in città, non ne è facile che ne abbia a disposizione e forse proprio per questo trovo questi panini assolutamente affascinanti

    RispondiElimina
  5. che belli!!! E che bontà cara! Davvero brava, mi piacciono tanto!

    RispondiElimina
  6. Oltre che profumati devono essere deliziosi. La malva mi piace per non parlare del rosmarino.

    RispondiElimina
  7. Mi sto facendo una cultura su queste erbette. Non le ho mai provate, ma mi ispirano tantissimo! *_*
    Saranno buonissimi...mi fanno venire in mente la Provenza. :)

    Bacioni,
    A.

    PS.: Se ti va, vieni sul mio blog, c'e' un Giveaway enogastonomico in corso!
    GiVEAWAY su MorsodiFame

    RispondiElimina
  8. Appena ho letto da me : rosmarino e fiori di malva, sono subito corsa qui ! Ma che meraviglia è ??? Sono incantata :)
    Un bacione !

    RispondiElimina
  9. Sono favolosi!! E davvero profumatissimi!! Brava!!

    RispondiElimina
  10. se le tue fisse son così deliziose continua ad averne Silvia ! Un bacione !

    RispondiElimina
  11. Sono deliziosi...li devo provare!!!
    Brava un bacio:))

    RispondiElimina
  12. grande! con le erbe spontanee, favolosi i tuoi panini tesora!
    un abbraccio grosso
    Sandra

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia, questi panini! La malva ha un profumo delizioso, chissà che bontà con il rosmarino!

    RispondiElimina
  14. Sono favolosi questi panini, davero una bella idea da provare presto. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Una ricetta originale e deliziosa.
    Salutoni a presto.

    RispondiElimina
  16. Anche a me le erbe spontanee attraggono tantissimo... e in questi panini direi che hai trovato un impiego eccellente!
    Chissà che buon profumo usciva dal forno :)
    Ti abbraccio!!

    RispondiElimina
  17. Poetici e rurali, antichi e nuovi..credo sia un privilegio poter e saper cogliere erbe spontanee..questo pane mi ha incantata..cara Silvia grazie delle meravigliose parole che hai lasciato da me
    Un abbraccio,
    Fabrizia

    RispondiElimina
  18. Bellissima ricetta usando erbe spontanee,chissà che profumino avranno questi panini.
    Continui sempre di più a stupirmi,bravissima.

    RispondiElimina
  19. Che belli questi panini e ne immagino anche il profumo! Brava Silvia

    RispondiElimina
  20. un profumo decisamente molto piacevole non ho mai adoperato la malva in cucina, interessante

    RispondiElimina
  21. Immagino che profumo. I fiori eduli li ho scoperti tempo in un ristorantino. Mi proposero una tartare di tonno e calendula.. Un profumo e un sapore unico, e i fiori rendevano il tutto elegantissimo :) Mi segno questi panini che devono essere squisiti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco appunto, la calendula è l'unica pianta (con fiori) che non sono riuscita a trovare vicino casa mia!! Sigh!! Avrei delle belle ricettine da fare...

      Elimina
  22. MOLTO INVITANTI, VORREI TANTO ASSAGGIARLI!!! BACI SABRY

    RispondiElimina
  23. con il tuo pane mi hai fatto tornare in mente quando da bambina mangiavo i bottoncini che si formano alla base delel foglie di malva!

    RispondiElimina
  24. La prima cosa che ho pensato leggendo è stata -chissà che profumo!-, molto carini e chissà che buoni, non li ho mai mangiati a dire il vero ma li immagino squisiti!

    RispondiElimina
  25. Mai provati i petali di malva,ma questi panino hanno proprio una bella faccia!!

    RispondiElimina
  26. Questi panini sarebbero perfetti ripieni di salame!

    RispondiElimina
  27. Potessi bucherei il monitor per acciuffare uno di questi meravigliosi panini: mi intrigano non sai quanto!
    simo

    RispondiElimina
  28. Che belli questi panini !!!! Io il pane non l'ho mai fatto ma mi piacerebbe provare !!!
    Quando dici che il profumo ha invaso casa ti credo !!! Deve essere un vero piacere !!!

    RispondiElimina
  29. con in petali di fiore ancora non l'ho provato, i tuoi panini sono a dir poco deliziosi!!!

    RispondiElimina
  30. che bella ricetta, io ho un campo di malva vicino casa, domani vado a prelevare

    RispondiElimina
  31. Ohhhh li provo..ho una pianta di rosmarino che ormai e' diventata un albero ci faccio tante cosine con questa erbetta ci faro' anche i panini perche mi ispirano taaaaanta bonta' :-)
    Grazie e complimenti
    Ciao
    Nunzia

    RispondiElimina
  32. Se ven muy lindos sus panes me encanta el romero,abrazos

    RispondiElimina
  33. Uh che meraviglia!!! E immagino il profumo. Prima o poi cederò anche io ai fiori di stagione ^_^
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  34. Sono meravigliosi s'aspetto e devono essere anche tanto buoni.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  35. Très chic ed elegante questo pane!!! Bravissima!!!!:-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  36. Tu sai che ammiro chi fa il pane ma non è nelle mie corde e poi mangiamo talmente poco che non vale la pena. Buoni invece i cornetti con la carne preso nota. Oggi collegata domani chissà...ciaoooo

    RispondiElimina
  37. ma che eleganti questi panini! E mi piace l' utilizzo dei fiori di malva... baci

    RispondiElimina
  38. Dei panini davvero particolari! Al profumo di fiori poi... bravissima :)

    RispondiElimina
  39. Come ne vorrei uno solo stupendi!

    RispondiElimina
  40. aaaahhhh chi sa che buoni!!!!
    andrò a depredare anche io le malve che crescono nei campi, voglio provare ;-)
    ciaoooo

    RispondiElimina
  41. Ma che buoni e che fortuna avere i fiori di malva che crescono spontanei vicino casa !!! Gia' immagino l' odore inebriante e la loro bonta'. Baci cara

    RispondiElimina
  42. Chissà che buoni! Adoro il rosmarino e la malva non è male, ma col pane non l'ho mai provata. Sicuramente è una ricetta da imitare. Un bacione.

    RispondiElimina
  43. grande idea! Ho tutti gli ingredienti, domani li preparo e poi ti dico...

    RispondiElimina