tagliatelle al Barbaresco con asparagi, zucca e fonduta di Castelmagno


Oggi mi permetto di dare un consiglio (solo di questo si tratta è!!) nel mio piccolo (io non mi sento proprio nessuno solo perchè ho un blog di ricette e di viaggi, che, tra l'altro, è del tutto amatoriale e non commerciale, sono una semplice gocciolina in mezzo al mare, tutto qui) che, in realtà, è il consiglio che dò sempre a me stessa, quello di citare sempre la fonte quando si preleva testi o foto o altro da un altro blog/sito... perchè vedo e leggo sempre più spesso di prelievi fatti senza citare la fonte (qualche volta anche da questo blog, incredibile ma vero!! ahahahahahahah) e penso non sia fatica per nessuno farlo no? Se vi fa piacere aspetto anche di sentire la vostra opinione qui sotto, certo...quella di oggi è una ricetta forse a metà tra una ricetta autunnale e primaverile, se in qualche modo vogliamo dire così, per gli ingredienti che la compongono, non mi andava di lasciarla all'anno prossimo (dove spero che finalmente sarò riuscita ad imparare come si deve ad usare la mia nuova reflex ehehehehehe ma siccome faccio tutto da sola e sono pure un pò de coccio, un pochino di tempo ci vuole!!) foto scattate mesi fa con la compatta...e vabbè mica muore nessuno no?  :)


ingredienti per 2 persone:
200 gr tagliatelle al barbaresco INAUDI
150 gr zucca
150 gr asparagi
1 piccolo porro
150 g di Castelmagno
100 ml di latte
1 tuorlo
mezzo cucchiaino di farina
un mazzetto di timo (delle mie piante!!)
30 gr burro
2 cucchiai olio extravergine di oliva
sale al tartufo

Ho tagliato il Castelmagno a pezzetti e messo in una ciotola a bagno nel latte e lasciato ammollo per un'oretta. Ho pulito e tritato finemente il porro, ho tolto la buccia alla zucca e tagliata a pezzetti, ho spuntato gli asparagi e tagliati a pezzetti. Ho fatto soffriggere in un tegame il porro tritato con l'olio extravergine di oliva, ho aggiunto asparagi e zucca e ho lasciato cuocere dolcemente, a fiamma bassa, quindi ho regolato con il sale al tartufo, prima della fine della cottura ho insaporito con l'aggiunta di foglioline di timo.
Ho preparato la fonduta sciogliendo il burro in un'altro pentolino, ho aggiunto prima la farina e il tuorlo, poi il Castelmagno con il latte, ho mescolato per far sciogliere ed amalgamare tutti gli ingredienti, a fuoco basso, fino ad ottenere una fonduta liscia ed omogenea.
Ho cotto le tagliatelle al Barbaresco in abbondante acqua leggermente salata, scolate al dente le ho mantecate nel tegame con le verdure, ho servito nei piatti con l'aggiunta della fonduta e foglie di timo.

45 commenti:

  1. Un piatto da chef la tua pasta, complimenti Silvia . Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  2. Anche io avevo dei tagliolini al barbaresco e li ho preparati con fondutina, radicchio e speck croccante :) Sembrano buonissimi nella tua versione!!

    RispondiElimina
  3. Ma queste tagliatelle sono spettacolari, un piatto adorabile e che fame mi hai fatto venire!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Che piatto speciale cara e che sapori incantevoli..il colore di questa pasta è fantastico ma è tutto il piatto che trovo adorabilmente saporito!!Un bacione e per la fonte ormai le mie foto sono da per tutto senza citazioni ovviamente...non è bello ma succede spesso e spero sia solo una dimenticanza!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Imma, chiamiamola "dimenticanza" va!! ;)

      Elimina
  5. molto interessante questo piatto...davvero originale ;)

    RispondiElimina
  6. Mi piace questa pasta un po' autunnale, un po' primaverile! Un bacio

    RispondiElimina
  7. non le ho mai usate ma devo dire che lei proposte abbinandole molto bene

    RispondiElimina
  8. Che pasta originale e particolare!!! Il Castelmagno non l'ho mai provato e vorrei prenderlo al piu' presto! Ottimo per risotti e paste, oltre che da mangiare. In quanto a citare la fonte sono d'accordissimo, ma il mondo non e' sempre corretto...anzi quasi mai purtroppo.! A presto un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Gli ingredienti mi piacciono tutti, un piatto gustoso a metà tra due stagioni.

    RispondiElimina
  10. mamma che fame Silvia...eppure ho finito da poco di pranzare!

    RispondiElimina
  11. no dai!!! è fantastica quasi quasi te la copio...ma poi cito la fonte eh?!! Bacioni silvia quando passo qui mi viene sempre un grande appetito di cose buone!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao tesoro..come va?
    Stupendo il colore di queste tagliatelle.
    Un bacio.
    Inco

    RispondiElimina
  13. Cara Silvia , ti ruberei volentieri queste tagliatelle , non fosse altro che per il colore , starebbero benissimo
    per il pranzo Pasquale !!!! Chissa' che buone !!! Per il discorso delle " appropriazioni indebite" , la penso come te , non e' per niente carino non citare la fonte . Mi e' anche capitato , pero' , di avere in mente una ricetta e non poterla fare perche' pubblicata nei stessi giorni da qualche altra blogger !!! Avrebbe pensato a una copiatura !!! Buttiamola cosi' va' !!! Un bacio !

    RispondiElimina
  14. Che bella ricetta, chissa' che buone!! Ciao Sabrina

    RispondiElimina
  15. Cara Silvia, quanto a foto con me sei in buona compagnia !! Pensa che io ho comprato di recente una signora reflex (mio figlio ha detto che non me la merito !), ho pure fatto due corsi ma...non so tradurre quel che ho appreso nei pulsanti della macchina, per cui mio figlio, nativo digitale, mi "insulta" sempre e sbuffa perchè deve venire lui a scattare. Vabbè...io mi consolo pensando che visto che le mie foto sono brutte...nessuno me le fregherà...ahahah. Invece io ti fregherei subito subito e senza chiederti permesso, questo piatto ! La zucca la adoro, gli asparagi mi piacciono pure, il castelmagno, potrei mangiarne una toma intera. E vogliamo parlare di quelle fettuccine rosse ?? Meraviglioso accostamento cromatico e di sapori !

    RispondiElimina
  16. E' un bel primo piatto ricco di verdure....molto gustoso!!
    Un abbraccio:))

    RispondiElimina
  17. Un piatto molto originale!
    Complimenti, un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Silvia hai ragione, si deve per rispetto di chi ha fatto la ricetta, citare sempre la fonte. Anche io lo faccio sempre è così bello secondo me sapere che le nostre ricette sono di stimolo a tanta gente e allora condividiamolo no? Vedrai che pian piano prenderai confidenza con la macchina fotografica, ci vuole tempo e tante prove :-). Una ricetta davvero buona! Hai fatto bene a postarla ora visto che gli asparagi sono di stagione! Un bacione cara!

    RispondiElimina
  19. Sono completamente d'accordo con te sul citare la fonte! Ma lo sai che queste tagliatelle al barbaresco le trovo proprio irresistibili! Mi piacerebbe provarle per sentire la loro bontà!

    RispondiElimina
  20. Che bella questa ricetta e anche la presentazione del piatto.
    Baci.LAURA.

    RispondiElimina
  21. Assolutamente condivido i tuoi pensieri e cerco anch'io di farlo .
    Che bella ricetta chissà che buone queste tagliatelle !!!!!
    Sai che io non ho la macchina fotografica..... faccio tutto con pad...........e si vede ihihihih
    Un abbraccio ;-)))

    RispondiElimina
  22. Un gran bel primo piatto, con bei colori e sapori :)
    Le foto le trovo bellissime.

    RispondiElimina
  23. Ciao Silvia hai ragione bisognerebbe citare sempre le fonti, ma non tutti sono corretti nella vita e questa cosa ovviamente fa arrabbiare e non è accettabile. Interessante questo piatto a cavallo tra due stagioni. Un abbraccio cara e a presto!

    RispondiElimina
  24. ciao Silvia, hai ragione.. probabilmente alcune persone vogliono sembrar bravi alle spalle degli altri, ma non capisco a che livello mettono la soddisfazione personale!! va beh.. a parte questo, mi chiedi se mi è piaciuta la thailandia..direi di si, sicuramente è da vedere, luoghi diversi dai nostri.. abbiamo fatto un bel giro fino al nord e poi mare, l'unica cosa che mi è dispiaciuta è che pur avendo posti bellissimi sembra che non ci tengano molto a tenerli in ordine e puliti ed è davvero un peccato!!! ok.. queste tagliatelle non le avevo mai viste, le hai condite proprio benissimo, proprio gustose sai!!!! bacio

    RispondiElimina
  25. Un primo davvero diverso,abbinamento di sapori e colori perfetto,molto molto gustoso.
    Vabbe' la foto, e che te lo dico a fare.......bravissima ;)

    .

    RispondiElimina
  26. Ciao cara Sissina! Buon piatto. E per quanto riguarda il tuo consiglio mi trovi d'accordo e non riesco a concepire questo tipo di scorrettezza.Io ho ritrovato delle mie foto in tre siti diversi! che fare? Se da una parte ho gongolato perchè vuol dire che sono piaciute dall'altra mi sono veramente infastidita. Ciao a presto

    RispondiElimina
  27. a me piace al di là della stagione cara signora de coccio. Comunque vedrai che le reflex non sono così bestiacce. Per quanto riguarda il tuo pensiero di oggi. si al fonte va sempre citata e secondo me citare non ci fa sembrare dei poveretti ma piuttosto dei fighi che nella vita sanno anche documentarsi.. e lo dico io che in uno ei miei post ho citato una ricetta della guida tv e una del new york times...figuriamoci

    RispondiElimina
  28. Un piatto delizioso!!!...molto particolare!...comunque io sono super d'accordo con te!

    RispondiElimina
  29. Questa ricetta è eccezionale! E gli ingredienti sono tutti di prim'ordine!!
    Sei una vera gourmet!!!
    Bacioni Silvia<3

    RispondiElimina
  30. Ohhh fantástica receta colorida se ve muy exquisito,abrazos

    RispondiElimina
  31. ricetta spettacolare e parole sante!

    RispondiElimina
  32. un primo piatto davvero di tutto rispetto e i sapori ottimi!!!

    RispondiElimina
  33. golosissime ed originali le tue tagliatelle!!un bacio,Silvia :D

    p.s citare la fonte delle ricette che riproduco,è la prima cosa che faccio,in assoluto!! per ora,non mi sono accorta di nessun furto a mio sfavore...;)

    RispondiElimina
  34. Una ricetta che non può certo passare inosservata!!!!!

    RispondiElimina
  35. Beh.....ancora ci sta una ricetta così...troppo gustosa ;-) !
    Bacio

    RispondiElimina
  36. Una ricetta particolarissima!! Da provare :-) Bacioni!!

    RispondiElimina
  37. Parole verissime Silvia, mi dispiace pensare e sapere che ci siano persone che non affrontano questo spazio bellissimo sul web in modo civile e rispettoso. Perché fondamentalmente, se non di etica, proprio di questo si tratta! Brava per averlo rammentato!!
    E brava per queste tagliatelle che così condite sono deliziose nella loro particolare originalità!

    RispondiElimina
  38. Bellissimi tutti gli abbinamenti cara,complimenti!!:-)
    Ciao,buona serata

    RispondiElimina
  39. a parte la zucca che non sopporto il resto mi piace da matti, il Castelmagno è uno dei miei formaggi preferiti !

    RispondiElimina
  40. Che spettacolo di colori e sapori!!!
    Baci

    RispondiElimina
  41. Sono d'accordo con te, credo sia una questione di rispetto e onestà citare le "fonti". Belli gli abbinamenti di questa ricetta!

    RispondiElimina
  42. citare la fonte si deve eccome. Se non ho molta confidenza con quel blog, non metto il link e di recente me l'hanno anche rimproverato. Io ho chiesto scusa e ho provveduto ad inserirlo, però la fonte sempre, per me sarebbe una grandissima scorrettezza. Le tue tagliatelle hanno un aspetto delizioso, complimenti.

    RispondiElimina
  43. verissimo siamo in primavera, però io un piatto così lo divorerei in un attimo ^ - ^ brava!!!

    RispondiElimina
  44. Piatto meraviglioso,troppo invitante e sicuramente buonissimo...mi sta venendo di nuovo fame nonostante abbia già cenato:)
    un bacione:)
    Rosy

    RispondiElimina