Cannelés de Bordeaux

Non appena ho visto questi deliziosi dolcetti mi hanno proprio ingolosito e così eccoli, i miei primi cannelés di Bordeaux, sono profumatissimi, croccanti all'esterno (quasi come caramelle) e morbidi all'interno...che bontà! Inoltre mini sono ancora più carini, uno tiro l'altro!! Un Canelé è un piccolo dolce francese con un centro di crema morbida e tenera e una crosta scura caramellata. Il dessert è una specialità di Bordeaux regione della Francia e la leggenda narra che canelés che sono stati avviati durante lo sbarco delle barche di farina sulle banchine di Bordeaux. Ma più realisticamente, sarebbero stati creati e inventati nel XVIII secolo dalle monache del convento di Annonciades, a Bordeaux, oggi convento della Misericordia, sotto il nome di canelas o camelions. Durante la recente ristrutturazione di questo convento, le ricerche archeologiche si sono svolte e tra i numerosi oggetti rinvenuti a partire dal periodo di tempo adeguato, niente sembrava uno stampo Canelé. Questo dolcino può essere consumato a colazione, per spuntini, e come dessert, ha dimensioni che variano a seconda delle dimensioni dello stampo, è apprezzato durante degustazioni di vini sciropposo. Tradizionalmente Canelés o Cannelés di Bordeaux sono generalmente venduti in quanatità da 8 o 16. A Parigi, almeno, la maggior parte dei famosi negozi, come Ladurée (è un creatore di torte di lusso e pasticcini ed è noto come l'inventore del double-decker macaron, dei quali ne vengono venduti quindicimila ogni giorno ed è ancora uno dei più noti e migliori pasticceri che prepara macarons al mondo) e Pierre Hermè ancora lo scrivono in Cannelé di Bordeaux con il doppio 'n'. Con il Canelé si può bere sia uno champagne ma anche del tè, e va  bene con tutti i tipi di vino (informazioni prese dal web). Ringrazio tutti i miei 1.000 lettori fissi, si, proprio così, siete diventati così tanti!!! Buona domenica, un abbraccio SILVIA

cannelés bordelais di Pierre Hermé (ricetta presa da qui
ingredienti per circa 50 mini-cannelés
500 g di latte fresco intero
50 g di burro
1 bacca di vaniglia (io vaniglia in polvere)
100 g  di farina per dolci
250 g di zucchero a velo
1 pizzico abbondante di sale
2 uova grandi
2 tuorli grandi
60 ml di buon rum
*stampo per 18 mini cannelés PYREX
Ho messo lo stampo per mini cannelés in frigorifero. Ho versato il latte in un pentolino e ho aggiunto la vaniglia in polvere, ho portato ad ebollizione, ho tolgo dal fuoco e lasciare in infusione per almeno 2 ore (la ricetta originale suggerisce un'infusione di 8 ore). Ho lavorato le uova ed i tuorli con lo zucchero a velo setacciato, senza inglobare aria (Hermé non lo specifica ma trovo sia fondamentale per un corretto sviluppo) ho aggiunto la farina setacciata ed amalgamato bene, ho unito infine il latte freddo filtrato, il burro ed  il rum, continuando a mescolare. Ho coperto e lasciato riposare in frigorifero per almeno 24 ore, prima di utilizzare. Ho ripreso lo stampo ben freddi e li ho riempiti con il composto, lasciando circa 1/2 cm dal bordo (per gli stampi più grandi lasciare almeno 1 cm) e cuocere in forno preriscaldato a 200° da 50 minuti. I cannelés, una volta cotti, dovranno presentare una superficie dall'aspetto molto brunito e dalla consistenza croccante. Sformare ancora caldi e lasciare intiepidire su una griglia. Servire leggermente tiepidi o a temperatura ambiente.

73 commenti:

  1. Belli e chissà che buoni !

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo questi dolcetti ma grazie a te riesco sempre a tenermi informata :-D
    Complimenti sia per la ricetta che per il tuo traguardo..continua così che vai alla grande :-D
    Buona domenica cara <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  3. mi è nuovo tutto,il sapore anche sicuramente ottimi e gustosi li voglio provare mi copio la ricetta in questi giorni acquistero' gli ingrerdienti e poi postero' complimenti

    RispondiElimina
  4. Fantastici!!! li conosco e li ho mangiati a Parigi. Adesso ho salvato la tua ricetta esaustiva e completa di ogni dettaglio!!! passiamo all'acquisto delle formine!!! bravissima!!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao, volevo invitarti al nostro nuovo contest:

    http://orodorienthe.blogspot.it/2013/05/spazio-alle-spezie-bbq-il-nuovo-contest.html

    RispondiElimina
  6. Mai assaggiati,ma rimedierò subito grazie a te.
    Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  7. Mai assaggiati ma mi sembrano deliziosi...

    RispondiElimina
  8. un aspetto goloso ed invitantissimo!!!!slurp^;* carinissimi anche gli stampini :))buona settimana,cara.

    RispondiElimina
  9. Bellissimi i tuoi dolcetti comolimenti!

    RispondiElimina
  10. mmmm,sembrano deliziosiiiii:)li proverò :)

    RispondiElimina
  11. lo stampo ce l'ho, adesso ho anche la ricetta !! brava

    RispondiElimina
  12. Non li conoscevo, però è vero, sembrano proprio buoni!

    RispondiElimina
  13. sono golosa ma non sono tanto capace di rifare questa delizia, posso immaginare quanto siano buoniiii, complimenti

    RispondiElimina
  14. sembra quasi di averli provati grazie alla tua descrizione :) brava cara

    RispondiElimina
  15. Mamma mia che ricetta sublime, la terrò a mente per quando mi verrà voglia di cimentarmi con questi piccoli capolavori!

    RispondiElimina
  16. Mhm da rifare assolutamente! *w*
    Dalle foto sembrano veramente buonissimi! :)

    RispondiElimina
  17. Ma che carini che sono e devono essere anche buoni!!!

    RispondiElimina
  18. ma che bei dolcetti.. questi proprio non li conoscevo.. e sicuramente li provero!!!

    RispondiElimina
  19. Ma che bontà voglio provare a farli un bacio

    RispondiElimina
  20. Questi dolcetti mi ispirano proprio...bella ricetta!

    RispondiElimina
  21. Super invitanti, chissà che bontà!!!!!

    RispondiElimina
  22. ma che belli questi dolcetti... sono davvero particolari, da provare! :D Laura

    RispondiElimina
  23. si presentano molto bene! li voglio provare! laura p.

    RispondiElimina
  24. Bellissimi, chissà che buoni poi

    RispondiElimina
  25. sono troppo carini sti dolcetti.. brava

    RispondiElimina
  26. ma sono carinissimiiiiiiiiiiiiiii!!! brava Sissi!

    RispondiElimina
  27. Ma sonno deliziosi

    New post on the blog:
    http://couturetrend.blogspot.it/2013/05/dyed-jacket.html

    RispondiElimina
  28. stupendi, delle vere e proprie opere d'arte! penso che uno tiri l'altro, come vorrei assaggiarne uno, bravissima!

    RispondiElimina
  29. wow, devono essere davvero buonissimi! Peccato che sono a dieta :(

    Alessandra

    RispondiElimina
  30. è un piacere essere tra i tuoi 1000 lettori perchè sforni vere delizie!
    i cannelès li ho visti spesso in francia, ma confesso di non averli mai assaggiati: devo assolutamente rimediare :)

    RispondiElimina
  31. sono perfetti! hai eseguito la ricetta alla perfezione! baci baci :-X

    RispondiElimina
  32. Ho lo stampo in silicone per farli ecercavo una ricetta: eccola! grazie mille
    simo

    RispondiElimina
  33. Ricetta stampata, pronta per essere... copiata!! :)
    Grazie e buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  34. che bell'aspetto e chissà che buoni ^_^

    RispondiElimina
  35. ma che belli!!! e io che penso di far dieta tutto il mese di giugno, ma se continuo a passare di qua, non posso farcela!! :D ciao

    RispondiElimina
  36. Sono davvero molto invitanti!☺

    RispondiElimina
  37. Mai mangiati, ma immagino che mi piacerebbero tantissimo. e sono anche tanto belli da vedere!
    Brava silvietta, altro bel colpo!
    bacioni

    RispondiElimina
  38. non conoscevo questi dolcetti dall'aspetto dolcissimo! devono avere un gusto davvero buono

    RispondiElimina
  39. devo assolutamente farli domani!!
    baci

    RispondiElimina
  40. Sai che non conoscevo questi dolcetti? Mi piacerebbe assaggiarli!

    RispondiElimina
  41. Ciao Silvia
    Che delizia questi dolcetti...... Una bontà.
    Ultimamente se sono a portata di mano, li finisco subito...
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
  42. mi ricordo quando li avevi messi su fb...già sbavavo, aspettavo con ansia la ricetta. baciii

    RispondiElimina
  43. Che meraviglia devo assaggiarli!!

    RispondiElimina
  44. già cosi' svengo....meno male che non li hai fotografati aperti.....che delizia mia cara....bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  45. Gnam gnam, saranno buonissimi, voglio provare a farli!
    Alessia
    THE CHILI COOL
    FACEBOOK
    Video Outfit YOUTUBE
    Kiss

    RispondiElimina
  46. mmmhhhhh!! Croccanti come caramelle e morbidi dentroooooo!!!

    RispondiElimina
  47. che fame e che voglia che mi hai fatto venire! complimenti

    Coco e l'Istrione FashionBlog

    RispondiElimina
  48. ufffi.....io sono goloso e sono anche a dieta

    http://www.tenditrendy.com/ai-riders-on-the-storm-alieno-citta/

    RispondiElimina
  49. Per me sono nuovi, non vedo l'ora di provarli!

    Xoxo

    G.

    http://georgefashiondreamworld.blogspot.it/

    RispondiElimina
  50. Mamma mia che fame che mi hai messo! Complimenti per la ricetta!

    RispondiElimina
  51. Stamattina sono proprio giù.... quindi questi dolcetti sono un vero toccasana :)

    ti auguro una "dolce" giornata

    RispondiElimina
  52. Sembrano davvero deliziosi!

    http://www.thisismefashionblog.com/vinci-con-clunk/

    RispondiElimina
  53. Ricetta finita tra le mie preferite. Sono troppo invitanti!

    RispondiElimina
  54. Ciao Cara, sono ripassata a copiare la ricetta, li faccio.... ti dirò, baci!!!

    RispondiElimina
  55. Croccanti fuori, morbidi dentro, ma allora sono il paradisooooo!!!

    RispondiElimina
  56. Che bello cara 1000 lettori fissi, complimenti le tue ricette sono sempre particolari ecco perchè siamo tutti da te!!!!! Ottimi i tuoi dolcetti!

    RispondiElimina
  57. Mai provati, ma sembrano deliziosi!

    RispondiElimina
  58. Esattamente i dolcetti che fanno per me: piccoli ma buoni e che uno tiri l'altro.
    Ricetta davvero delicata e...que finezze....davvero ;-)!
    Un bacio

    RispondiElimina
  59. Estremamente interessante!
    Peccato sia a secco di champagne.
    Non dovrò mica bere il té, vero?!!!:(

    RispondiElimina
  60. che voglia mi hai fatto venire!!! bella anche la tua introduzione!

    RispondiElimina