Stilelibero



Un nuovo locale ha aperto oggi in zona Prati, a Roma: Stilelibero, un pò ristorante, un pò club non solo notturno,  all'interno del quale i proprietari hanno inserito le loro passioni dal buon cibo, al buon bere, alla cultura musicale, la moda e l’arte. Un locale sicuramente originale con una vasta proposta artistica: dalle fotografie, alle collezioni di gioielli, alle borse ed altre opere; le originali lampade, la boiserie in rovere con linee diagonali, la scelta dei colori e delle forme curate dall’interior designer Tommaso Guerra. Un posto così originale non poteva che avere la proposta in cucina di uno chef altrettanto originale: Max Mariola. Al piano di sotto un bel bancone all'inglese per i cocktails, ed ed una cantina a vista, il tutto accompagnato da interessanti e soavi atmosfere musicali.

Le Bizzarre di Birra del Borgo conquistano l'Europa

(foto dell'ufficio stampa di Birra del Borgo)
Tornano i famosi appuntamenti di "Chef Bizzarri" e questa volta proseguono il loro cammino anche in Europa: si parte con la serata del 23 novembre a Roma, e poi andranno a Parigi, Londra, Bruxelles per terminare, a gennaio 2018, con la tappa di Milano.
Lo scorso anno Birra del Borgo ha organizzato una serie di incontri in tutta Italia, chiedendo agli chef coinvolti quali fossero gli abbinamenti migliori tra birra e cucina di qualità. Quest'anno le cene di "Chef Bizzarri" vanno oltre, in Europa, sempre alla ricerca dei migliori "abbinamenti imperfetti" cercando di diffondere quella relazione così stretta che c'è tra birra e cucina.

A tavola nascono nuovi eroi

(foto dell'ufficio stampa dell'evento)

E' stata presentato il 20 ottobre scorso, presso il ristorante "Hosteria Luce" di Roma (Via della Luce n.44) il progetto "A tavola nascono nuovi eroi" con il scopo di sostenere ed aumentare la conoscenza che riguarda il settore avicunicolo, progetto promosso dal Mipaaf e realizzato in collaborazione con l’Ismea. La conferenza stampa è stata poi accompagnata da una cena preparata dalla chef Ines Necci Bertini che ha presentato le sue ricette a base di uova e carne di coniglio inserite poi in un depliant che verrà distribuito in 800 punti vendita in tutta Italia. La nostra alimentazione quotidiana ha bisogno di essere sempre più varia ed equilibrata per questo motivo si sta cercando di rilanciare il consumo di uova e la carne di coniglio. Le abitudini degli italiana a tavola sono molto cambiate con il passar del tempo e non sempre in meglio.

Ballad Caffè



Poche settimane fa ho provato la cucina di questo jazz club che si trova nel cuore di Roma, nel quartiere San Lorenzo. Capita molto spesso che nei locali dove si ascolta buona musica, non sempre si mangia un granchè bene, perchè spesso il titolare, magari appassionato di musica, si sofferma nel migliorare ed ampliare la scelta musicale tralasciando una parte importantissima invece che è la cucina; questa volta, invece, mi sono totalmente ricreduta. Il giovane chef Andrea Zerilli, crede con tutte le sue forze in questo locale e ha trasformato la cucina, grazie al suo personale menù, preparando, giorno dopo giorno, piatti invitanti sia per gli occhi per per il palato. Le foto dei piatti sono quelli che ho assaggiato io ma anche quelli assaggiati dagli altri partecipanti alla serata.

ICHNUSA - fuori dalle rotte


La birra Ichnusa - Anima Sarda - è stata la protagonista assoluta del press tour "fuori dalle rotte", che si è tenuto il 24 e 25 ottobre a Subiaco, durante il quale è stata presentata la birra non filtrata. Ma come mai la scelta di Subiaco? E' presto detto: rappresentata proprio un itinerario "fuori dalle rotte" e fuori dal solito turismo di massa.
Il tour è iniziato con la conferenza stampa di presentazione della birra, alla quale hanno partecipato Patrick Simoni, Group Brand Manager Ichnusa, e Alfredo Pratolongo, Direttore Comunicazione e Affari Istituzionali HEINEKEN Italia, e della ricerca Doxa/Ichnusa “Fuori dalle rotte: gli italiani che odiano la routine".
Complice il compleanno del più antico birrificio di Assemini (in Sardegna) che ha compiuto 50 anni, è stata così lanciata la birra Ichnusa non filtrata, una birra bevibile a tutto pasto con profumi e aromi che caratterizzano il territorio dal quale proviene.

cheesecake alla zucca



una semplicissima cheesecake invernale con ingrediente principale la zucca, con aggiunta della base fatta di coni gelato e la copertura di cioccolata alle nocciole gianduia che rende il dolce ancora più goloso, si prepara in poco tempo e si mangia anche in pochissimo tempo!!

Guida Vini d'Italia 2018 di Gambero Rosso

436 Vini premiati con i tre bicchieri® e gli immancabili premi speciali, a cui si aggiunge il Premio Progetto Solidale.
Una nuova sezione dedicata ai vini del Canton Ticino

Ichnusa non filtrata



Mancano solo 1 giorno alla mia partenza per il prossimo tour organizzato da birra ICHNUSA. Sarà un tour breve ma intenso che mi porterà a Subiaco per scoprire le novità di questa birra sarda, il programma è ricco e va dalla degustazione della birra insieme alle ostriche dove saremo guidati da Francesca Rocchi, Vice Presidente Slow Food Italia, alla cena con prodotti tipici e ricette del territorio, fino a rimanere in compagnia dell’astrofisico  Paolo Colona che ci farà  osservare le stelle, e poi la visita dei Monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica e del Museo della Stampa accompagnati da una guida professionista e ancora una passeggiata attraverso un sentiero che conduce al laghetto di San Benedetto, una piccola oasi protetta dalla folta vegetazione della valle dell’Aniene, accompagnati da un rappresentante del Parco Naturale dei Monti Simbruini (di cui la valle fa parte) che ci racconterà la storia e le curiosità del territorio, senza dimenticare che si dormirà presso la Foresteria  del Monastero di San Benedetto di Subiaco. Vi lascio intanto qualche notizia sulla birra Ichnusa.

Enoteca Bulzoni



Il locale che mancava in zona Parioli, a Roma, ha riaperto i battenti il 12 ottobre: l'enoteca Bulzoni.
Storica enoteca di zona aperta fin dal 1929, grazie al restyling voluto dai fratelli Alessandro e Riccardo Bulzoni, ritorna a splendere di luce propria aggiungendo alla vasta proposta per gli appassionati di vino anche un'ottima proposta di cucina, un lungo e confortevole bancone completa il tutto.
Qui oltre a scegliere ed acquistare, lo si può degustare accompagnata da una buona scelta di ricette pensata appositamente per accompagnare i vini.

blog tour 100 ore nel Piceno



Ho avuto il grande piacere di partecipare insieme ad altri 8 blogger, dal 7 all'11 giugno scorso, al blog tour: "100 ore nel Piceno".
Il titolo del blog tour la dice tutta perchè tanto è durato questo blog tour (ben 100 ore), più che un tour è stato una mini viaggio alla scoperta dei territori e della cultura enogastronomica di questi posti che poco conoscevo. Il tour è stato organizzato dalla Picenum Tour, associazione che si occupa di promuovere il territorio nella provincia di Ascoli Piceno e dintorni. Ringrazio loro, l'anima e la mente di questa associazione: Marco, Emanuele, Federica e Giorgio.
Tutto si è svolto in maniera impeccabile con orari rispettati e un ricco programma di ben 9 pagine cartacee, dove c'è scritto tutto: oltre al programma del tour, le informazioni sulle aziende visitate (food, wine e alloggi) con tutti i loro riferimenti (sito, social network e nome del responsabile o chef) e tutti i menù assaggiati nei vari ristoranti/locali, tutto organizzato alla perfezione, per me che viaggio da 30 anni è stata una garanzia, sono partita già con il piede giusto.
Ho potuto così godere appieno delle tante bellezze che questi luoghi offrono: dai paesaggi meravigliosi, alla grande cultura del cibo e del vino del territorio (con il massimo rispetto del territorio!), senza dimenticare la grandissima accoglienza che contraddistingue, senza ombra di dubbio, questi territori. Mi fa piacere anche ringraziare gli altri blogger partecipanti con i quali si è creata una bella sintonia per tutto il viaggio: non sono mancate così tante chiacchiere e soprattutto tante risate: Adele Giraldo (Piemonte), Mariachiara Carelli (Puglia), Ruggero Falone (Abruzzo), Annalisa De Benedictis (Puglia), Serena Bri (Lazio), Felicia Sangermano (Campania), Luca Cuffari (Valle d'Aosta), Emily Carrer (Vneto). Mi hanno messo vicino proprio alla più alta, io sono la più bassa!!
(foto di Marco Cicconi!!)

Za'atar


 
Ha aperto da poco questo ristorante mediorientale, il 31 maggio scorso, in zona Testaccio ed io insieme ad altre 3 donne, giornaliste e blogger, lo abbiamo provato.
Iniziamo a parlare del nome, Za’atar, mai fu più azzeccato visto che è una miscela di spezie. La ricetta base prevede timo, sesamo e sale poi anche erbe aromatiche come maggiorana, santoreggia, finocchio, cumino, sommacco (ricetta tipica libanese) e issopo. Si conserva sotto sale, sott'olio o lasciandolo essiccare al sole. E' un condimento molto antico, in Libano si utilizza dai ragazzi prima degli esami perchè si dice che "rafforzi la mente". Molto usata anche in Egitto, Turchia e Giordania dove si utilizza come insaporitore di carni, verdure, formaggi.

L’EPHEMERE


Le Carré Français, l'angolo di Francia a Roma, oltre alla sede storica di Via Vittoria Colonna n. 30, vicino Piazza Cavour (aperto tutti i giorni della settimana dalle 7 alle 23,30, la domenica dalle 9 alle 23,20 ed il sabato dalle 9 alle 23,30) raddoppia la sua offerta al pubblico (e per fortuna aggiungo io!!). Dal  9 giugno al 5 settembre infatti lo troviamo anche in versione estiva sulle sponde del fiume Tevere, tutte le sere della settimana dalle 18:00 alle 2:00, esattamente a Ponte Palatino, lato Trastevere (di fronte al Ponte Rotto/Isola Tiberina).
Facciamo un passo indietro, al 2015, quando è stato inaugurato questo bellissimo ed enorme locale di esclusiva cucina "Made in France".

Mangialonga Picena 2017


Sei chilometri di piatti gourmet, vini tipici e natura per la Mangialonga Picena 2017

Domenica 23 luglio la quarta edizione della passeggiata enogastronomica tra le eccellenze del sud delle Marche. Incontri tra i vigneti con chef e vignaioli per riscoprire dove nascono il bello e il buono

cento ore nel Piceno



CENTO ORE NEL PICENO è un'iniziativa promossa dalla Picenum Tour per la promozione e conoscenza del territorio piceno al quale parteciperanno alcuni food/travel blogger che vivranno appieno, appunto per 100 ore, questo territorio ammirando luoghi e paesaggi, partecipando a tour culturali, assaggiando prodotti tipici locali, visitando aziende agricole, prendendo parte a laboratori gastronomici, tutto il meglio che questa regione può offrire.
Questa iniziativa è stata voluta e promossa dalle aziende che vi partecipano per con lo scopo di rilanciare il turismo dopo i disastrosi eventi dei mesi scorsi che riguardano il terremoto. L'organizzazione è stata affidata alla Picenum Tour, un'associazione nata proprio con lo scopo di promuovere e valorizzare il territorio della provincia di Ascoli Piceno.
Questo il programma del tour #100orenelpiceno:

Secondo Tradizione


Dall'unione tra il Pagliaccio (due stelle Michelin) e La Tradizione (bottega storica di gastronomia che si trova in Via Cipro) è nato un nuovo modo di mangiare a Roma: "Secondo Tradizione". Un locale rinnovato da poco che si trova a pochi passi dalla metropolitana A - fermata Cipro (comodissimo!!) in Via Rialto n. 39. Dietro questo locale, che ha cambiato gestione da circa 6 mesi, c'è una assoluta grande professionalità e un'attentissima scelta delle materie prime e una conseguente cura estrema nella lavorazione delle stesse.

VOY & CINEGUSTOLOGIA


Si è svolta l'8 maggio scorso la prima delle tre cene di Cinegustologia con Marco Lombardi, serata che, tra l'altro, è stata anche ripresa da Rai News 24 per il programma "Mordi e fuggi".
Cinegustologia cos'è? E' l'unione, perfetta dico io, di 2 grandi passioni che diventano quasi un tutt'uno, scatenando tutti i nostri sensi e facendoci doppiamente emozionare.
Nella Cinegustologia si prende visione di una serie di film (sia italiani che internazionali) e si abbinano a piatti prendondo spunto da un argomento come filo conduttore della serata, et voilà il gioco e fatto!
Un matrimonio di assoluto amore quello tra il cinema e il cibo che dura da sempre e che prende forma proprio durante queste interessanti serate, la prima è stata divertente e ricca di spunti sui quali riflettere.

Piacere Etrusco


“Piacere Etrusco” invita i romani, e non solo,

a scoprire arti e sapori della Tuscia

Iniziata la kermesse che, tra la Capitale e il centro storico di Viterbo,
fino al 1° maggio promuove le eccellenze del territorio.
 

Solstizio d’Estate – Illuminati dal Gusto




“Solstizio d’Estate – Illuminati dal Gusto”
V edizione
In scena al Salone delle Fontane la kermesse dell’Enogastronomia di Eccellenza Italiana

Chinappi Roma


Alla carne preferisco sicuramente una bella cena di pesce, come quella avvenuta di recente nell'elegante ristorante Chinappi di Roma, un posto riservato e discreto, che concentra il suo menù a base di ricette di pesce.

Palatino Bistrot



Sono sempre alla ricerca di ristoranti e posti nuovi dove poter mangiare...ma mangiare bene! Uno che ho provato la scorsa settimana e dove ho mangiato un gran bene è il Palatino Bistrot. Appena entrata nulla in particolare mi ha attratto per quanto riguarda questo ristorante di cucina francese, se non per l'angolo dedicato alla creperie formato da 2 piastre poste in un lato della sala, entrando a destra, dove ho visto all'opera Florent Carrière (uno dei soci) mentre preparava, appunto, le deliziose crepes. Oltre a ricordarmi la Francia dove sono stata per un viaggio di piacere, oltre 25 anni fa (e nello specifico a Parigi per passare un Capodanno) le crepes mi ricordano un lungo periodo della mia vita dove mi sono divisa tra lavorare di giorno come segretaria di un avvocato e poi lavorare la sera, anche fino a tarda notte nei fine settimana, in un cocktail bar dove appunto preparavo anche crepes espresse dolci da abbinare ai cocktails preparati dal barman.....

gnudi di ricotta al burro e salvia


...finalmente torno ad aggiornare il blog con una nuova ricettina...adoro la ricotta e tutte le ricette possibili che si possono preparare proprio come questa, 
molto semplice e sfiziosa...partiamo dal nome...gnudo in toscano vuol dire nudo...infatti questa è una preparazione senza pasta intorno, quindi nuda...la ricetta viene dalla trasmissione "cuochi e fiamme" Chef Simone Rugiadi...si possono condire in tanti modi, questa volta li ho provati semplicemente con burro fuso, salvia e parmigiano grattugiato...vecchia ricetta mai postata...buona settimana...

dolce alle noci



....in questo periodo ho trascurato un pochino il blog, che a fine dicembre ha compiuti ben 6 anni (esattamente il 26 dicembre scorso)...sicuramente non posso continuare, per mancanza di tempo, ad aggiornarlo anche 4 volte a settimana, come ho quasi sempre fatto fino ad alcuni mesi fa, ma lo aggiornerò con 1 o 2 post a settimana...oggi vi lascio con questo semplicissimo dolce alle noci, l'ho preparato per provare questo stampo molto carino e molto elegante...dolcissimo e soleggiato (speriamo!!) fine settimana a tutti, un abbraccio SILVIA

zucchette di pane


...ben ritrovati...spero che questo sarà un anno carico di tante ricette buone...nel periodo natalizio mi sono divertita a preparare vari tipi di pane, le zucchette è uno di questi...molto carine da vedere, facili da preparare e gustose da mangiare...buona settimana!!

eton mess ai lamponi

L'Eton Mess è un dolce inglese, servito il 4 giugno dopo l'annuale partita di cricket tra gli studenti di Eton e quelli del Winchester College. La ricetta è molto semplice, bisogna porre in un bicchiere le meringhe sbriciolate, i lamponi freschi e la panna montata, il dolce è tutto qui! Una vecchia ricetta del 2014 mai postata (anche questa) per fare a tutti voi i miei migliori auguri per un sereno Natale e uno scintillante Anno Nuovo!! Un abbraccio SILVIA

pizzoccheri con cavolo nero e speck



....la cucina di questo blog riapre, piano piano...oggi pizzoccheri, che fanno parte della tradizione della cucina valtellinese, vengono preparati con 2/3 di farina di grano saraceno (per questo il colore scuro) e solitamente vengono conditi con patate, verza e formaggio Casera (prodotto proprio da quelle parti), io invece avendo il cavolo nero toscano nel mio orto ho provato questa variante che mi è piaciuta molto...ricetta facile e veloce...Buon Anno a tutti voi!!   
 

Niko Sinisgalli Chef Executive




Mi sono chiesta più volte, anche in qualità di aiuto cuoca, quale poteva essere il modo migliore di gestire il menù di una cucina di un raffinato hotel a 5 stelle. La risposta è arrivata grazie ad un lunch dove sono stata poco prima di Natale presso il "Ristorante Tazio e Champagneria" che si trova all'interno dell'hotel Boscolo Exedra di Roma.