Il tempo dei sensi


E' partito il nuovo progetto gastronomico "Il tempo dei sensi” firmato dal "Circolo dei Buongustai" e curato dallo chef Fabio Campoli. Il progetto si svolge all'interno della meravigliosa ed elegante location del relais di campagna "Griffin’s Resort", immerso negli oltre 80 ettari dell’azienda agricola e vinicola San Michele, a 18 km da Orvieto (Località San Faustino).

Il Griffin's Resort si trova sulle colline umbre, una magnifica struttura dove rilassare totalmente corpo e mente. Dotato di diverse tipologie di camere, oltre a quelle superior e deluxe, vi sono anche le suite ed 1 appartamento, tutti arredati finemente. Questo splendido posto è dotato di ristorante con cantina in grotta, piscina immersa nel verde, sala degustazione, sala meeting, terrazza panoramica e giardino officinale (fornito inoltre di accesso per disabili ed ampio parcheggio).

La cantina in grotta ospita degustazioni di prodotti di produzione Griffin's: vino, olio, marmellate, biscotti ed erbe aromatiche, confezionati anche per essere immediatamente venduti. Il ristorante propone oltre al menù alla carta anche barbecue grazie alla carne di agnello allevata qui.
Nel Resort si producono formaggi, si coltiva uva da vino, olive delle colline orvietane per la produzione di olio extravergine di oliva, che qui diventa protagonista dei piatti: un piccolo bruciatore per oli essenziali sarà messo a disposizione degli ospiti per scaldare l’olio e arricchirlo con erbe e spezie messe a disposizione per loro. E ancora piante da frutto con le quali vengono preparate marmellate, macedonie, dolci e crostate. Non credo ci sia niente al mondo di più genuino come questi prodotti freschi e di alta qualità. Tutti si possono divertire a risvegliare tutti i loro cinque sensi: toccando con mano le materie prime; annusando piante e spezie per cogliere i reali profumi,  l’udito si abbandona ai sussurri delle piante e degli animali.

E' stato facile attuare qui il progetto "Il tempo dei sensi", grazie al bellissimo giardino dove si coltivano erbe officinali, inoltre qui si trovano espositori con oltre 150 tra spezie ed erbe aromatiche da utilizzare e volendo anche acquistare. Da tutto questo, dopo uno studio e ricerca sul territorio delle "cose buone" di un tempo, nascono le 40 ricette create appositamente dallo chef Fabio Campoli, non semplici ricette ma un vero e proprio progetto gastronomico che fonda le sue basi sulla rivalutazione del territorio e dell’ambiente che circonda il resort. “Una ricetta deve trasmettere qualcosa al commensale, affinché non venga percepito come un semplice piatto messo in tavola” ci spiega così lo chef Campoli la nuova filosofia, ovvero opportunità per sperimentare ed assaporare la natura.

Un progetto questo che non si può spiegare in un solo menù ma anzi, in due. Per questo chef Campoli ha deciso di dar vita a due menù: un primo, per l’appunto il ‘primo tempo’ che termina con i secondi piatti, e un ‘secondo tempo’ che ci consente di rimanere corpo e spirito in questo paradiso dei sensi, dedicato a frutta del territorio, formaggi (abbinati con erbe, sciroppi e spezie), dessert, e poi ancora le tisane, gli speciali tea blends e gli infusi, che ogni cliente ha libertà di scegliere tra quelle proposte o di prepararsi liberamente, conoscendo le erbe della tenuta.
I piatti in questo modo non "finiscono" alla cucina ma offrono al commensale la possibilità di personalizzarli, giocando, divertendosi, assaggiando, gustando prodotti nuovi e coinvolgendo tutti i suoi sensi. Un percorso dei sensi che vale davvero il viaggio.





Il pranzo degustato presso il Griffin's Resort:
*PRIMO TEMPO:
ANTIPASTI:
- non saper fare: crostina di pane bianco con crema di caprino locale e lamelle di pera, servito con insalatina di campo all'aceto di lamponi;
- Etruscotto: da un'antica ricetta che sfrutta la marinatura naturale con miele, melassa e rosmarino, nasce il loro affettato di suino servito con scaglie croccanti;
- Elite patè: il loro patè di fegato locale reso prezioso da foglie d'alloro, mirto e ginepro, servito con cipolle caramellate, insalatina e panbrioche tostato (preparato da loro);



 PRIMI PIATTI:
- risotto alla borragine: aromatizzato al Grechetto servito su curcuma e pepe;
- tagliolini ad maiora: tagliolini all'uovo fatti in casa in vellutata di pollo e indivia, velati al tartufo nero;




SECONDI PIATTI:
- Ghiotto: agnello in vellutata di erbe, panato e fritto con patate,
- brasato di agnello alle spezie: le carni d'agnello incontrano il gusto dello zafferano, delle carote e dei chiodi di garofano, per un brasato cotto lentamente, servito con cicoria ripassata;

**SECONDO TEMPO:
DESSERT:
- granita dei sensi: granita di fragole (variabile con le stagioni) al Grechetto Ponziani, accompagnata con brioche calda e salsa al cioccolato fondente,


http://www.fabiocampoli.it/
http://www.ilcircolodeibuongustai.net/
https://www.facebook.com/cheffabiocampoli/?fref=ts

Ufficio Stampa Il Circolo dei Buongustai
comunicazione@ilcircolodeibuongustai.net

Il Circolo dei Buongustai
c/a CAR Palazzina direzionale A
Via Tenuta del Cavaliere, 1 - 00012 Guidonia (ROMA)
telefono 06 60503550

7 commenti:

  1. Grazie mille per la segnalazione:il posto è bellissimo e tutte quelle prelibatezze mi fanno venire acquolina incredibile:))mi piace l'importanza che viene data ai prodotti di alta qualità:)).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  2. Che bel posto e che piatti favolosi !

    RispondiElimina
  3. un motivo in più per ritornare in Umbria !Grazie per le informazioni sempre precise ed esaurienti !Un bacione

    RispondiElimina
  4. Ho partecipato a diversi incontri con Fabio Campoli e li ho sempre apprezzati. Un bacio

    RispondiElimina
  5. Mamma mia un posto "incantato" con piatti sublimi!!!!

    RispondiElimina
  6. bellissimo il posto, buonissimi i piatti. Ci andrei subito!!!

    RispondiElimina