Roma, 28 aprile 2013

Io credo che non servano tante parole per descrivere quello che è successo oggi a Roma, e sono sicura che TUTTI voi avete sentito le notizie al telegiornale, anche se, secondo me, i giornalisti per giustificare ne inventano di storie...anche troppe...resta il fatto che un poveraccio, si, questo è secondo me l'attentatore, ha sparato ad altri 2 poveracci, 2 carabinieri...e ferito anche una donna incinta...servono altre parole?? NO!

29 commenti:

  1. No, non servono altre parole! Purtroppo!

    RispondiElimina
  2. Brava bisogna sottolineare che lui era un poveraccio, perchè ora vorranno solo farlo passare per un malato di mente, mentre era un poveraccio impazzito per la disperazione :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo in pieno! I giornalisti poi...che se ne inventano di stronzate!

      Elimina
  3. L'Italia non ne può più! Lo vogliono capire o no?
    Segnali d'allarme ci sono stati molti ultimamente, anzi troppi!!! Troppe famiglie rovinate, troppa gente che si toglie la vita. Questo periodo entrerà nella storia. E non per cose belle, purtroppo.

    RispondiElimina
  4. Molto Pasolini...finisce che chi si rivolta se la prende col proprio simile...intanto chi sta sopra resta sempre sopra...cri

    RispondiElimina
  5. Non servono parole, la disperazione porta a questo!

    RispondiElimina
  6. Concordo con il tuo pensiero.. e ci va sempre di mezzo la gente che non ha colpa...

    RispondiElimina
  7. sono stati eletti per fare l'interesse della popolazione e ci stanno prendendo tutti in giro... non c'è da stupirci che qualcuno dia di matto.. pensa a quanti suicidi che dovrebbero avere sulla coscienza se solo l'avessero, un peccato solo per quel povero carabiniere che faceva solo il suo dovere

    RispondiElimina
  8. Non servono altre parole, la disperazione purtroppoporta anche a questo. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  9. i poveracci ci vanno di mezzo...e'tutto sbagliato!!!ciao cara ^^

    RispondiElimina
  10. No, non servono parole..c'è tanta rabbia...rabbia legittima..il problema è che a pagare sono sempre gli stessi, i più deboli..che schifo !

    RispondiElimina
  11. infatti le parole non servono. Vorrei solo che la smettessero di rimetterci sempre e solo i poveracci. I "giornalisti" hanno definito la giornata di ieri come un "giorno di festa". Ma quale festa? Io con un governo così mi sento solo presa per il naso, come sempre.

    RispondiElimina
  12. vorrei solo che fosse riuscito a colpire (non uccidere, no) ma colpire uno dei sedicenti politici che si riempiono la bocca di vuote parole e continuano a toglierci anche il sangue... Fino a che non colpiremo loro, e non si sentiranno in pericolo per la vergogna che ci proprinano ogni giorno, nulla cambierà. Non credo però che manchi ancora molto.

    RispondiElimina
  13. Le parole non servono, i fatti parlano, speriamo che qualcuno capisca.

    Ciao.

    RispondiElimina
  14. ciao... non servono...non servono purtroppo

    RispondiElimina
  15. Questo purtroppo e' il quadro desolante che ci riserva la nostra Italia, mentre dei signori Politici(signori e politici si fa per dire) hanno in mano il potere di cambiare e non lo usano.

    RispondiElimina
  16. Temo, nemmeno questa volta, capiranno che siamo arrivati alla frutta!

    RispondiElimina
  17. Cara Silvia a me questi gesti fanno davvero tanta paura.
    Non siamo neanche più sicuri durante una passeggia in un pomeriggio primaverile.
    Speriamo che fatti come questo non accadano più e soprattutto che qualcuno intervenga affinché questa nostra Italia possa vivere giorni migliori.
    Un bacio.
    Miky

    RispondiElimina
  18. Ciao Silvia, Le parole non contano basta guardare per capire
    il problema é che chi dovrebbe capire non capisce!
    buon pomeriggio.

    Tiziano.

    RispondiElimina
  19. non fanno altro che inferocirci... questa è proprio una brutta storia e soprattutto una brutta brutta strada...

    RispondiElimina
  20. Hai ragione però adesso cosa ha risolto? Si è rovinato la vita per sempre.

    RispondiElimina
  21. Non ci sono davvero parole... ma c'era da aspettarselo che prima o poi qualcuno l'avrebbe fatto! :(

    RispondiElimina
  22. Questi politici vivono in un mondo a parte , la vera fatica del lavoro nn la conoscono e tanto meno i bisogni delle singole vite che un lavoro l' hanno perso ...sono molto demoralizzata , vorrei per mia figlia un mondo meno cinico .
    Ciao

    RispondiElimina
  23. sarà un poveraccio ma il gesto è totalmente sbagliato, non si va a sparare agli altri se le cose ti vanno male; era sotto un palazzo pieno di politicie va a sparare in strada? se ce l'aveva con loro poteva aspettarli. Questo purtroppo è il frutto di parole dette da comici-politici che fomentano e basta senza pensare che persone deboli poi partono e agiscono. Nessuna pietà per lui, nessuna pietà per chi mette in giro certe idee, tanto ma tanto affetto per i due carabinieri feriti

    RispondiElimina
  24. Il malessere purtroppo può portare anche a queste situazioni disperate, che sicuramente non giustifico, ma oltre alle belle parole i nostri politici devono impegnarsi seriamente per migliorare questo grande disagio che affligge da tempo noi italiani!

    RispondiElimina