...chiuso per...vacanza in Nepal !!...

gelato alla marmellata di ciliegie




Pljukanci con scampi e pesto al prezzemolo

Mancano solo 3 giorni alla mia partenza per il Nepal, nel prossimo post inserirò qualche informazione sulla cucina nepalese (e quindi su quello che mi aspetta lì eheheheeh), ve ne avevo già parlato qui. Il Nepal si trova fra Cina ed India, fra la pianura del Gange da cui è lambito nella parte meridionale e l'altopiano del Tibet. Oltre metà del territorio nepalese è occupato dalla più imponente catena montuosa del Pianeta, l'Himalaya, con diverse cime oltre gli 8000 metri d'altezza; nel complesso si tratta di un Paese ancora abbastanza arretrato a livello economico. Molto utile per trovare informazioni aggiornate e addirittura prenotare un driver questa volta non è stato il sito turisti per caso, non molto aggiornato nei suoi diari su questo stato, ma il forum di tripadvisor, dove abbiamo conosciuto Silvia di Milano (si chiama proprio come me) che praticamente va là da 8 anni e, tramite lei, abbiamo conosciuto Francesco, italiano anche lui che per la maggior parte dell'anno vive là...e così inizia anche questa nostra avventura con un unica nota quest'anno, questa volta abbiamo soltanto metà del viaggio prenotato (albergo+driver) l'altra metà no...se non è avventura questa...è pura pazzia...
Ma passiamo alla ricetta di oggi, sono stata ben contenta di prepararla per il contest di Claudia, verdecardamono, e Ambra, gattoghiotto, Istria blu con i sapori del mare. L'obiettivo principale del contest è quello di diffondere la conoscenza della cucina istriana pertanto si tratta di riprodurre le ricette proposte personalizzandole senza tuttavia snaturare il piatto stesso con l'aggiunta di ingredienti diversi da quelli presenti nel territorio.

torta di ricotta, erbe aromatiche e pomodori piccadilly

Continuano i preparativi per il mio viaggio in Nepal, partenza 30 giugnoqui trovate alcune informazione pre-viaggio, per chi è interessato ai viaggi vi segnalo la mia pagina, qui su questo blog, sui miei viaggi, qui. Ci sono tutti i viaggi fatti insieme al mio compagno, mancano i miei viaggi precedenti ma 10 anni fa non si usava inserire le foto su internet (nè tantomeno i filmati!!). Questa pagina, in realtà,  vi rimanda al blog del mio compagnoVIAGGIATORI PER CASOdove ci sono TUTTE le foto e i filmati dei nostri viaggi, blog statico, come già detto altre volte, cioè che non interagisce con nessuno, ma serve proprio come album di vacanze; se volete dei consigli su uno di questi viaggi scrivermi via email, sarò ben lieta di darveli...a mio avviso, perchè uno dei viaggi più belli (molto faticoso per i tanti spostamenti effettuati con i mezzi pubblici da soli, compreso passare il confine da Israele alla Giordania e perchè in un viaggio solo abbiamo visitato 2 stati) è quello in Israele, Giordania e territori palestinesi dell'agosto 2010, dove (in Israele mentre in Giordania avevamo un driver)  siamo andati da soli, senza driver, solo volo e albergo prenotato...nonostante possa sembrare un paese sempre in fermento...è andato tutto bene, e già soltanto la città vecchia a Gerusalemme (dentro le mura) vale il viaggio...un intenso fascino di popoli e religioni molto diversi tra loro...entusiasmante, giovane, ben organizzata e piena di vita la capitale, Tel Aviv; fuori da Tel Aviv quello che mi è piaciuto è stata la cordialità della gente, è bastato chiedere ad un negoziante indicazioni sul pullman che ci avrebbe riportato a Tel Aviv (da Nazareth) lui ha chiuso il negozio e ci ha accompagnato informandosi con gli autisti (questo è successo più volte in posti diversi)...piccoli gesti che adoro, proprio perchè mi trovo in un paese così diverso dal mio...
Menù del mio compleanno (passato ad aprile) completo:

salmone alle erbe profumato al pecorino con tartufo in crosta

Mentre fervono i preparativi per il mio prossimo viaggio in Nepal, partenza 30 giugno (manca poco IUUUUUUUUUUUUU) ieri mattina volevo utilizzare al meglio la farina di grano monococco che mi era stata donata dall'Azienda Agricola Bertacco di Paliano, e così sono andata nel laboratorio di Pina Fioretto (la ricercatrice di semi antichi). Vi avevo già parlato di Pina Fioretto la quale mi ha chiesto di fare gli auguri ad una sua amica, Valentina, e quindi AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII, tra l'altro, per l'occasione Pina ha anche preparato degli ottimi muffins con anacardi, eccoli, ma la ricetta è sua e mi ha chiesto di non pubblicarla
  

vermicelli vongole veraci e zafferano

Oggi, prima dei soliti saluti per il fine settimana, ho un bel pò di cosette da raccontarvi...ieri mi ha scrittp Aria del blog ariaincucina e mi dice che ho vinto il suo contest (diciamo un secondo premio offerto da lei), questo qui, accipicchia che fortuna, grazie al piccolo Gioele che ha estratto il mio nome!!
Eccovi notizie fresche fresche riguardo il mio prossimo viaggio in Nepal (partenza 30 giugno, ancora per un pò di post vi assillerò di notizie...ehehehehehehehehe) insieme a qualche accorgimento utile per tutti per affrontare un viaggio del genere che riposante proprio non è...anzi, proprio tutto il contrario...;-)  Io mi sento viaggiatrice e non turista...;-)

torta charlotte ai frutti di bosco e torrone

E' proprio ora che io vada in vacanza, perchè? Perdo tutto, l'altra volta ho perso la ricetta delle polpettine di pesce spada, ora, invece, non trovo le foto del gelato alla nocciola e la volete sapere una cosa?!?!? Lo abbiamo finito tutto quindi per fotografarlo devo prepararlo di nuovo, accidenti!! E allora posto una torta che ho preparato per il mio compleanno di quest'anno (ad aprile), le foto sono state scattate proprio quel giorno, di corsa, prima di mangiare la torta ;)

pizzelle fritte con pomodoro, parmigiano reggiano, alici e capperi

In attesa di ritrovare qualche ricetta persa...sto continuando a programmare il mio viaggio in Nepal (partenza 30 giugno, ormai mancano pochi giorni) a breve vi darò qualche dettaglio in più anche sull'organizzazione del viaggio stesso, come sapete viaggio con il mio compagno e mai con un'agenzia di viaggio, ma ci organizziamo tramite internet acquistando i biglietti aerei online, e poi scambiandoci email con persone del luogo che visiteremo e prendendo accordi per avere a disposizione lì il driver (che ci prenota anche gli hotel), che non è altro che un uomo che con la sua auto ci scarrozza per lungo e largo nel paese ospitante...è un uomo del luogo che spesso parla pure poco inglese (ma pure noi hihihihihihihihi) ma in anni di questi viaggi non abbiamo mai avuto problemi di nessun tipo, anzi questa persona, se capitano, ce li risolve...ci piace viaggiare così, diciamo pure un pò all'avventura ma questo ci permette di addentrarci meglio nelle usi e costumi del paese che andremo a visitare, di sentirci un pochino parte delle loro abitudini...di risparmiare soldi rispetto ad un tour organizzato dove vedi solo e soltanto quello che ti vogliono far vedere (cioè che è tutto bello e perfetto) e così di sentirci viaggiatori e non turisti...proprio come ci sentiamo noi...

polpette di pesce spada profumate all'arancia su letto di salsa di melanzana con panatura alle nocciole

Prima di salutarci per il fine settimana, vi dico che ho ritrovato parte della mia ricetta delle polpettine di pesce spada (vale a dire soltanto gli ingredienti, uffi!!) e quindi? Quindi non ho tutte le dosi esatte, purtroppo, ma con questa ricetta voglio partecipare al contest di Vale, che scade proprio oggi e quindi... eccola qui!!

risotto alle fragole

Ho assaggiato, tempo fa, a casa di una mia amica, gli spaghetti alle fragole, e mi è venuta voglia di provare con il risotto, in realtà questo è una ricetta addirittura dell'anno scorso, la foto la dice tutta...ora non fotograferei più così...ma devo sbrigarmi per partecipare ad un contest!!

penne p-quadro ai carciofi con tartufo e...i vincitori del contest!!

Buondì, oggi sono contenta in maniera particolare sia perchè ieri, finalmente, sono riuscita a prenotare il mio prossimo viaggio (partiremo il 30 giugno), ovviamente la meta sarà in Asia (tanto amata da me e dal mio compagno) e il paese che visiterò (insieme al mio compagno) è il NEPAL!!
E sia perchè più sotto, dopo la mia ricetta di pasta, ci sono i vincitori del contest DUSPAGHI (ma prima vi faccio stare un pò sulle spine, hihihihihihi).

dolcetti di pasta brioches e...Cerealia

Nel post di domani si sapranno chi sono le 2 vincitrici del contest in collaborazione con DUSPAGHI.
Ebbene si, di nuovo la pasta brioche, l'avevo già provata qui, ma questa volta ne ho fatto dei deliziosi dolcetti da colazione, inutile dire che sono finiti in pochi giorni, inutile dirvi che l'ho fatti con il lievito madre...la ricetta è quella dell'altra volta, la riposto di nuovo:
ingredienti:
300 gr farina manitoba
100 gr lievito madre rinfrescato la sera prima
latte
125 gr burro
100 gr zucchero
2 uova
vaniglia in polvere del Madagascar 
ciliegie candite 
1 pizzico sale
doratore CODAP

Ho fatto sciogliere il lievito madre in 3 cucchiai di latte tiepido, poi ho amalgamato 60 gr di farina  e ho ottenuto un impasto morbido, l'ho immerso in una ciotola di acqua tiepida e lasciato lievitare per 10-15 minuti, finchè galleggia. Ho messo la restante farina sulla spianatoia insieme allo zucchero, il sale e la vaniglia, ho fatto una fontana e ho messo le uova e ho impastato fino a che la pasta si stacca dalle mani, se necessario aggiungere un po' di latte.
Ho aggiunto il burro a pezzetti. Ho scolato e strizzato il panetto lievitato e amalgamato alla pasta. Ho lavorato per un pò, devono apparire delle bollicine, formato una palla, messa in una ciotola, coperta con pellicola e messa in un luogo fresco per 4 ore. Ho ripreso quindi la pasta, metà lo stesa e ho messo all'interno dell'uvetta ammollata e strizzata, ho chiuso e tagliato a pezzettoni e messa nella teglia da forno con sotto la carta forno, dell'altra metà nei ho fatto dei bocconcini con sopra una ciliegia candita e li ho aggiunti nella teglia da forno. Ho lasciato lievitare ancora fino al raddoppio del volume, coperta da un canavaccio. Una spruzzata di doratore e in forno a 200° per circa 15 minuti.
(ricetta tratta da Sale e Pepe dove io ho diminuito le dosi per adattare la ricetta)

...da domani si ricomincia a ridere...

Oggi no, niente ricetta, questo blog, come dico sempre, è si un blog di cucina e ricette ma è anche di informazione...il titolo è di forte speranza, che tutto questo finisca e si ricominci a ridere...ho copiato pezzi da altri blog, non ho bisogno certo di negarlo, per far prima a diffondere, diffondere è il minimo che si può fare...buon week end a tutti, SILVIA
*Dal blog di Sere cucchiaiodistelle:
Una delle cose che possiamo fare (oltre alle donazioni!) è acquistare direttamente dagli emiliani i prodotti della loro terra:
- LAMBRUSCO e ACETO BALSAMICO
- Cooperativa la Lanterna di Diogene
Area di produzione: Solara di Bomporto Referente della comunità: Giovani Cuocci
tel. +393287236256  
      lalanterna@lalucciola.org
(trovate belle foto della cooperativa qui)
- GRANA PADANO
- Latteria Sociale Mantova Soc. Agr. Coop.
via F.lli Kennedy 48 - 46047 S.Antonio di Porto Mantovano (MN).
Tel.            0039-0376-390808      end_of_the_skype_highlighting       Fax 0039-0376-396250
Email: info@lsm427.it   Sito: http://www.lsm427.it/
- PARMIGIANO REGGIANO
- Caseificio Soc. 4 Madonne di Bompresso di Sorbara a Modena
Fedagri Confcooperative Emilia Romagna Tel: 051375210 Fax: 051 371569Cell: 3316319827
Email: pieri.d@confcooperative.it
Sito: http://www.fedagri.confcooperative.it/C0/Emilia%20Romagna/default.aspx
- Caseificio Sociale S. Paolo
via per Vallalta 2 - 41033 Concordia Sulla Secchia (MO).
Lo spaccio del caseificio è aperto da lunedì a sabato 9:00-12:30 e 16:00-19:00 domenica: 9:00-12:30
Tel.  0535 40683   Fax: 0535 412245     Email: caseificio.sanpaolo@gmail.com
- Agricola Caretti
via Zenerigolo 4/B - San Giovanni in Persiceto (Bo). Tel. 347-5716823 e 051-823198          
Email: terremoto@aziendacaretti.it   Sito: www.aziendacaretti.it;
- Caseificio San Simone
via Garcìa Lorca 18 (via Emilia) Marmirolo (RE) Tel. 0522 – 340129    
Email: caseificiosansimone@alice.it
AGGIORNAMENTO DEL 9 GIUGNO, BARBARA DEL BLOG giornisenzafretta CI DICE: "io vivo a pochi km dai paesi danneggiati e vorrei informare te e tutti i tuoi lettori che purtroppo ad oggi il caseificio san simone non riesce piu a inviare gli ordini di parmigiano ma riesce a fare solamente la vendita in caseificio per piccole quantità."
- Caseificio Sociale LA CAPPELLETTA di San Possidonio
Soc. Coop. Agr. via Matteotti 80 – 41039 S. Possidonio (MO). Per ora solo vendita diretta.
Tel e fax: 0535 39084    Email: caseificiolacappelle@libero.it
- Azienda Agricola Biologica Casumaro Maurizio
via per Cavezzo - Camposanto 19 – Loc. Solara – Bomporto (MO).
Tel. 346 1779737    oppure    340 9016093     Email: elisa.casumaro@yahoo.it
- Caseificio Sant'Angelo S.N.C.
via Imbiani 7, San Giovanni in Persiceto (Bologna) 051/824811
indirizzo del negozio: via Zenerigolo 4/b, San Giovanni in Persiceto 051/823198      .
Sito: www.aziendacaretti.it/  Email: terremoto@aziendacaretti.it


Poi ci sono altri mille modi per aiutare, e la donazione è uno dei più semplici e immediati, e sempre qui trovate un elenco talmente dettagliato che non avrete più scuse per non dare una mano!
Se poi tu che stai leggendo sei anche una foodblogger ti dico che su Facebook è nato un gruppo per provare a dare una mano e lo trovi qui: https://www.facebook.com/groups/474931099200730/

*questo altro contributo viene dal blog di Teresa scattigolosi:
Terremoto: appello de "La lanterna di Diogene"
La Lanterna di Diogene è una cooperativa sociale dove alcuni ragazzi con problemi sperimentano l’attività lavorativa,
insieme a educatori e collaboratori professionali si occupano di orto, pollaio, maiali, vigna e acetaia. I prodotti sono
utilizzati nella cucina dell’osteria, situata in una casa rurale presso l’argine del fiume Panaro, che porta lo stesso nome
della cooperativa e in cui lavorano gli stessi ragazzi. Il locale si distingue per la qualità e tipicità dei prodotti, reperiti
presso produttori selezionati - molti biologici- e per la loro trasformazione secondo procedimenti e ricette della
tradizione emiliana. Il terremoto ha dato a questa cooperativa un colpo durissimo. Questa, la loro richiesta di aiuto*.
 Stiamo tutti bene, stiamo ripulendo e vogliamo andare avanti; chiediamo a tutti non beneficenza, ma l’opportunità di rialzarci attraverso il lavoro
 E’ l’appello lanciato dai soci della ‘Lanterna di Diogene’, l’osteria ubicata a Solara di Bomporto, divenuta in pochi anni punto di riferimento di Slow Food per la qualità dei prodotti utilizzati. Del resto, sin dalla fondazione dell’omonima cooperativa sociale, nel 2003, la volontà e sempre stata quella di concretizzare i sogni di alcune persone per dare risposta al desiderio che tutti esprimono quando devono affrontare il mondo del lavoro: fare un lavoro che piace, che dia soddisfazione, fatto insieme a persone con le quali si sta bene. Si è così costruita un’attività dove potessero lavorare anche persone con problemi, (sindrome di down, psicosi, paralisi cerebrale infantile), dove il lavoro fosse costruito insieme cercando di andare incontro agli interessi dei collaboratori.


 Così, pezzo dopo pezzo, è arrivata la coltivazione di un vasto orto, la realizzazione di un vigneto di trebbiano per la produzione di aceto balsamico tradizionale di Modena, la piantumazione di alberi da frutta , l’allevamento di galline modenesi, maiali, pecore, conigli. Per anni, ogni giorno, un pezzo di sogno si è trasformato in realtà. Poi il terremoto.

 “Le nostre strutture non hanno subito danni – spiega Giovanni Cuocci, presidente della cooperativa- il ristorante è aperto, ma praticamente senza clienti, poiché molti di loro abitavano in zona e ora sono senza casa. L’aiuto concreto che chiediamo? Mandateci clienti, comprate il nostro aceto balsamico e il nostro lambrusco; abbiamo bisogno di dare un senso alla ricostruzione."




Ringraziamo di cuore tutti quanti vorranno spendersi per noi.”

Area di produzione: Solara di Bomporto
Referente della comunità:
Giovani Cuocci
tel.+393287236256
lalanterna@lalucciola.org

*. chinque voglia condividere questo appello, può - qualora lo ritiene opportuno - utilizzare queste foto, scattate ieri DA TERESA presso la sede del ristorante.


ed infine, un altro, immancabile appello qui in questo mio blog, diciamo quasi una preghiera, non li abbandonate, loro non vi abbandonerebbero mai...
"Loro erano li a lavorare per salvare le nostre vite... Hanno trovato e salvato una signora dopo 12 ore... Non chiedono mai niente se non una ciotola d'acqua, una di cibo e delle coccole... Pensateci quando credete siano un fastidio!!! Grazie amici!!!"






IL MIO ELOGIO A TUTTI I VOLONTARI DELLA PROTEZIONE CIVILE CHE IN QUESTO MOMENTO, E CON UN GRANDE SPIEGAMENTO DI FORZE, STANNO AIUTANDO LE POPOLAZIONI COLPITE DAL TERREMOTO NEL NORD ITALIA!






UNA STORIA PER RIFLETTERE!! 
Il 25 maggio 1996 il quotidiano indiano "Aajkaal" ha pubblicato un articolo dove raccontava che tre cani randagi avevano adottato temporaneamente una neonata che era stata abbandonata per strada. Quando un gruppo di persone del posto è venuto a conoscenza dei fatti hanno preso la bambina per portarla alla stazione di polizia di Burtolla, i tre cani li seguirono fino alla stazione di polizia per cercare di proteggere la bambina.
► Gli esperti di etologia cognitiva, come Marc Bekoff mostrano come gli animali possono avere un comportamento morale, essere compassionevole, empatici, altruista e giusti. In questo caso, l'empatia e altruismo va oltre, manifestandola verso membri esterni alla loro specie.
► Gli animali hanno un comportamento istintivo, ma il loro desiderio di vivere e la capacità di sentire e rifiutare il dolore sono qualità sufficienti che li mettono al nostro stesso o superiore livello e quindi meritano il massimo rispetto.







cialde di Montecatini con crema alla vaniglia e frutti di bosco

Avevo queste squisite cialde di Montecatini e così, era Pasqua, ho preparato un dolce...non mi dite che non le conoscete, non ci credo...;-)  Io le adoro!
La cialda è una specialità che risale al periodo tra la prima e la seconda Guerra Mondiale; questo tipico prodotto montecatinese nasce da un'antica ricetta.Dalla miscela di farina, miele, mandorle tostate, zucchero e vaniglia, prende forma la cialda, biscotto famoso per la sua armonia di gusti e friabilità. La sua creazione ebbe, ed ha ancora oggi, un successo irripetibile.
La Cialda è il dolce tipico di Montecatini Terme, una ricetta tradizionale che si tramanda di padre in figlio perchè le cialde siano per chi le gusta un viaggio sensoriale unico nel suo genere. L'utilizzo di un minimo del 44% di mandorle pugliesi scelte racchiuse tra due sottilissime sfoglie fanno delle cialde il complemento ideale per gustare gelato, panna, frutta o per arricchire la pausa del tè del pomeriggio (dal web)

crema di piselli e calamaro saltato con olio all'arancia


Per partecipare al contest di Donatella ho preparato questa ricetta, diciamo quasi un secondo con un contorno all'interno...
PER 2 PERSONE

per la crema di piselli:
200 gr baccelli piselli
1 patata piccola
mezza cipolla
1 spicchio aglio
olio extravergine di oliva 100% italiano
sale
pepe bianco 
2 calamari
olio extra vergine di oliva all'arancio MARINA COLONNA
*bistecchiera antiaderente Brilla IPAC
ho abbinato un vino rosè Burlesque RACEMI
In una padella ho messo la cipolla e l'aglio con poco olio, ho unito la patata pelata, ho  regolato di sale e coperto con acqua e lasciato cuocere velocemente. Ho sbollentato i piselli, fatti raffreddare sotto l'acqua fredda e scolati. Ho frullato il liquido aromatizzato con la patata e i piselli. Ho pulito i calamari, tagliati a striscioline e fatti saltare nella bistecchiera con un filo d'olio all'arancio, ho aggiunto del pepe bianco, cotti per 5 minuti, li ho aggiunti nella ciotolina sopra alla crema di piselli. 





stelle di pasta ripiene profumate al limone

Prima dei saluti per il fine settimana vi parlo di questa interessante manifestazione che si tiene a Roma


Vinòforum di Emiliano De Venuti, evento di degustazioni enogastronomiche e fiera dei produttori di vino, riunisce a Roma le migliori aziende vitivinicole: 16 giorni di degustazioni dei migliori vini italiani e internazionali.
Un Villaggio di 10.000 mq che si sviluppa nel cuore di Roma e in cui i visitatori, muniti di bicchiere e sacchetta, possono intraprendere un percorso attraverso più di 500 aziende che presentano in degustazione 2.500 etichette.
Per i più esperti e appassionati, Vinòforum organizza un calendario di eventi e degustazioni guidate tenute da esperti del settore, che accompagneranno il pubblico alla scoperta di nuovi abbinamenti enogastronomici. Per info visita la sezione Eventi.
Al fine di completare l'offerta gourmet, Vinòforum realizza diverse aree ristorative, dando la possibilità di cenare, all'interno del Villaggio, con prodotti di alta gastronomia. Nell'area Simply Food i visitatori potranno scegliere tra menu differenti che esaltano i sapori della tradizione italiana e ben si abbinano ai vini in degustazione.
BIGLIETTI
domenica - giovedì: euro 16
venerdì: euro 20
sabato: euro 25
Il costo del biglietto include bicchiere, sacchetta e la degustazione libera dei vini offerti all'interno del Villaggio.
Esclusivamente il venerdì ed il sabato, con l'acquisto del biglietto il visitatore ha a disposizione un carnet di n° 12 degustazioni valide solo per il giorno corrente e per l'intero Villaggio ad eccezione delle aree ad accesso riservato e delle aree ristoro a pagamento.
MODALITÀ D'INGRESSO
L'ingresso non è consentito ai minori di 18 anni non accompagnati.
soci dell'Associazione Italiana Sommelier in regola con l'iscrizione 2012 – con un accompagnatore - potranno usufruire di un ingresso agevolato al costo di 10 euro.
Gli operatori del settore, presentando le loro credenziali e un valido documento di riconoscimento, potranno acquistare, escluso il lunedì, il biglietto di ingresso al costo di 10 euro.
Dove:

 - 

Lungotevere Maresciallo Diaz (Farnesina) – RomaORARI
dom – gio ore 19,00 - 24,00
ven – sab ore 19,00 - 01,00
Il lunedì dalle 19 alle 22, l'ingresso è riservato esclusivamente agli addetti al settore.