pizzelle fritte con pomodoro, parmigiano reggiano, alici e capperi

In attesa di ritrovare qualche ricetta persa...sto continuando a programmare il mio viaggio in Nepal (partenza 30 giugno, ormai mancano pochi giorni) a breve vi darò qualche dettaglio in più anche sull'organizzazione del viaggio stesso, come sapete viaggio con il mio compagno e mai con un'agenzia di viaggio, ma ci organizziamo tramite internet acquistando i biglietti aerei online, e poi scambiandoci email con persone del luogo che visiteremo e prendendo accordi per avere a disposizione lì il driver (che ci prenota anche gli hotel), che non è altro che un uomo che con la sua auto ci scarrozza per lungo e largo nel paese ospitante...è un uomo del luogo che spesso parla pure poco inglese (ma pure noi hihihihihihihihi) ma in anni di questi viaggi non abbiamo mai avuto problemi di nessun tipo, anzi questa persona, se capitano, ce li risolve...ci piace viaggiare così, diciamo pure un pò all'avventura ma questo ci permette di addentrarci meglio nelle usi e costumi del paese che andremo a visitare, di sentirci un pochino parte delle loro abitudini...di risparmiare soldi rispetto ad un tour organizzato dove vedi solo e soltanto quello che ti vogliono far vedere (cioè che è tutto bello e perfetto) e così di sentirci viaggiatori e non turisti...proprio come ci sentiamo noi...

Per il momento continuo a postare le ricette che ho preparato per il pranzo per il mio compleanno, qui la torta ed oggi lo sfizio che ho servito come antipasto...le pizzelle! Dal titolo può sembrare un qualcosa di pesante e invece no, nonostante il fritto...e facilissime da preparare...
Ingredienti per 6 persone:
Ho preparato una pasta per la pizza con un pizzico di sale, 250 gr di farina per pizza e il lievito di birra sciolto nel latte (si ormai non lo uso più ma ad aprile non avevo il lievito madre!). Ho aggiunto il latte e ho fatto mescolare nella macchina del pane.
Dopo un paio di ore ho tirato fuori la pasta e fatto delle palline che poi ho schiacciato, fritte in padella
in olio bollente le ho poi scolate, messe su carta assorbente per togliere l'eccesso di olio e condite con del sugo precedentente preparato in maniera molto semplice in padella con l'aggiunta di sale cotto per 15 minuti, parmigiano reggiano grattugiato, un pezzetto di alice  in salsa piccante e un cappero sopra ogni pizzella (BONOMO&GIGLIO). Ho abbinato un prosecco Jejo Desiderio Millesimato BISOL
Sono terminati da poco i Seminari di Cultura Enogastronomica tenuti al Centro Provinciale di Formazione Professionale "Castelfusano Alberghiero" ad Ostia Lido, ve ne avevo già parlato qui, qui, qui, qui, qui ed anche qui. Ho avuto il piacere di conoscere tante persone, tra cui Sabrina, food blogger anche lei del blog natosottoilcavolo e proprio grazie al suo articolo, che trovate qui, mi sono ispirata per scrivere questo qui sotto, grazie infinite Sabrina! 
Sono stati 2 mesi belli e intensi fatti di 9 lezioni (+ 1 degustazione vini e prodotti tipici del territorio, magari poi ve ne parlo), ogni volta un argomento diverso, e alle fine meravigliose ricette preparate per noi "allievi" assaggiate di volta in volta, che goduria! 
Questo è già il secondo anno che li propongono, spero ci siano anche il prossimo! A dar animazione a queste ricette c'è stato lui, Chef Pantaleone Amato, un uomo, seppur giovane, molto preparato professionalmente, e già con una una ventennale esperienza nel settore e appassionato...della cucina e quindi del suo lavoro! Nello stesso tempo ho trovato una persona umile e molto disponibile a trasmettere a tutti quello che lui ha imparato in 20 anni di esperienza lavorativa nel campo della ristorazione. Anche lui ha frequentato la scuola alberghiera e, appena diplomato, già insegnava in una scuola, magnifico!
Qualche notizie in più sulla sua carriera: nato a Salerno (Campano DOC!), Insegnante di Laboratorio Cucina presso I.P.S.A.R. "Paolo Baffi" Fiumicino, Insegnante di Tecnica Professionale Cucina, intaglio vegetale, pasticceria moderna e pralineria, panetteria ed impasti lievitati presso Centro Professionale Castelfusano Alberghiero eppoi, anche se lui non lo dice, ha partecipato a trasmissione televisive in Rai. Altra cosa è che promuove iniziative per il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata di prodotti della sua terra in cui crede come i suoi meravigliosi limoni!
Tiene dei corsi amatoria a Fiumicino, molto seguiti come potete immaginare, ho avuto  modo di parlare con alcune delle sue allieve entusiaste del loro maestro!
Tanto per avere un'idea questo è stato il suo programma appena concluso, ma fa anche corsi di intaglio:
1.      LEZIONE : INTRODUZIONE AL CORSO, CONOSCENZA DEL GRUPPO CLASSE.
Argomenti: Le basi della cucina e della pasticceria
2.      Lezione: Gli antipasti
Argomenti:  Acciughe baciate profumate al limone
                       Cannolo di pesce in veste di melanzane su passatina di pomoretto al basilico
3.      Lezione: Le salse calde  e fredde
Argomenti : Scialatielli fatti a mano con salsa ai frutti di mare                    
                      Salmone pressato agli agrumi con giardinetto di verdure e salsa ai cinque fiori
4.      Lezione:  Primi piatti
Argomenti: Risotto con crema di zucca e cozze
                      Risotto con gamberetti, zucchine e  fior di zucca
                      Il riso pilaf
5.      Lezione: I Pesci
Argomenti: Branzino scaloppato su letto di zucchine e provola con salsa allo zafferano
                      Pesce in crosta con meringa di sale
6.      Lezione La pasticceria di base
Argomenti:  Profiteroles con crema soffice ai limoni d’Amalfi
                      Crostatine di frolla alle mandorle con frutta fresca di stagione
7.      Lezione Il cioccolato
Argomenti: La torta caprese con salsa inglese e decorazione al cioccolato
                     Glassatura di una torta farcita
                     La crema ganache
Chef Amato mi ha dato la disponibilità a pubblicare una, ed una soltanto, ricetta delle sue! Diciamo che tra qualche giorno non solo la pubblicherò ma la preparerò, o almeno ci proverò! Mi è piaciuto anche il fatto che ama sperimentare e si tiene in continuo aggiornamento anche lui. Probabilmente anche il prossimo anno i seminari si terranno, ci dice il Preside della scuola dott. Fabrizio Fraschetti, quindi non ve li perdete!!
Vi lascio le foto dei suoi bellissimi intagli:







55 commenti:

  1. sono i viaggi che piacciono a me.. ora temporaneamente sospesi.. squisite le pizzelle e con un buon prosecchino ancora di più. baci

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ti abbiamo dedicato un premio, lo puoi trovare su www.coccoecannella.blogspot.it!
    A presto, Elisa!

    RispondiElimina
  3. come al solito le tue prelibatezze sono senza limiti

    RispondiElimina
  4. Che buone le tue pizzelle complimenti e che bel viaggio che hai organizzato! Aspettiamo le foto al ritorno ;-)

    RispondiElimina
  5. anche io adoro i viaggi come i tuoi! e che bonta' le pizzette!

    RispondiElimina
  6. che dire, eccezionale come sempre.
    brava e buona giornata
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  7. In Nepal ?? Che meraviglia :)
    Come meravigliose sono queste Pizzelle ! Fantastiche :)

    RispondiElimina
  8. Aspettiamo ulteriori dettagli del viaggio e ottime le tue pizzelle

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia gli intagli!! Le pizzette hanno un 'aria fantastica!! Ti auguro un viaggio stupendo, anzi, meglio ancora, un'avventura stupenda!!!

    RispondiElimina
  10. Le pizzelle proverò a farle sicuramente, mi ispirano proprio. Che belle le verdure intagliate *_*

    RispondiElimina
  11. Un viaggio in Nepal è davvero un sogno... e queste "sculture" fatte con le verdure una meraviglia!!!
    Io fra poco passerei per un aperitivo sfizioso con queste pizzette... Mi aspetti???

    RispondiElimina
  12. Nell'augurarti una splendida vacanza, ti do un 10 e lode per queste pizzelle fritte (le mie origini campane... figurati se non le adoro!!!). E poi speriamo che il prossimo anno si organizzino di nuovo questi corsi, perché stavolta non vorrei mancare!!! Me lo fai sapere in tempo per organizzarmi??? Bacione!

    RispondiElimina
  13. ma che buone le pizzelle!! si che a me basta del semplice pomodoro e un impasto per farmi felice, quindi le mangerei tutte!!
    Buon viaggio se non ci risentiamo.. ovviamente al tuo ritorno aspetto di vedere tante belle foto del Nepal.
    un bacione

    RispondiElimina
  14. Silvia sulle pizzelle mi devo ancora riprendere...pagherei oro per averne una in questo momento...tra 10 giorni parti...Il Nepal che bello...mi raccomando se puoi raccontaci durante il viaggio...e soprattutto divertiti ;)

    RispondiElimina
  15. Bellissime e appetitose le tue pizzelle...auguri un pò in ritardo per il tuo compleanno...sono rimasta basita alla vista di quegl'intagli meravigliosi...in attesa di nuove notizie sul viaggio ti abbraccio...

    RispondiElimina
  16. Mi porteresti con te in Nepal? Non dò fastidio e mangio poco ^_^
    Magari mi mangio due di quelle pizzelle!!

    RispondiElimina
  17. deliziose queste pizzette,Silia:))e stupende all'ennesima potenza tutte le creazioni artistiche,raffigurate!buona estate ed un caro abbraccio!!smackkkk

    RispondiElimina
  18. anche noi giriamo sempre così all'avventura, ma mai con il driver sempre con la nostra auto; c'è da dire però che non siamo mai stati in paesi con culture troppo differenti dala nostra.
    Le pizzelle sono bellissime emi sa ch eil giorno del tuo compleanno è stata una gran festa anche per la pancia. Sei sempre più brava!
    Complimenti allo chef intagliatore, invidio fortemente chi è in grado di fare quei lavori, io che quasi non combino a fare nemmeno una o con il bicchiere. Un bacione

    p.s. da me hai un premio

    RispondiElimina
  19. quest'anno per me le ferie saranno all'insegna dell'assoluto relax, buone le pizzelle!

    RispondiElimina
  20. Silvia, che piacere rivederti e rileggerti. Il tuo compleanno mi era sfuggito: AUGURIIIIIIIIII e brava, a parte le tue pizzette stuzzicanti, per aver pubblicato quelle meraviglie di foto. Ti auguro buon viaggio, che bello deve essere conoscere quei posti dal vivo. Beata gioventù. Ciao a presto un bacione

    RispondiElimina
  21. wow le pizzettine così le faccio anche io ogni tanto,specie in estate le trovo davvero perfette anche per la cena fredda,
    meravigliose le sculture di verdure.
    bacioni

    RispondiElimina
  22. golose queste pizzelle, anche il nome è simpatico!!! meravigliose le verdure intagliate, complimenti!!!

    RispondiElimina
  23. ...è da ieric he vedo girare anche su fb queste pizzelle fritte ed è una tortura...urge provare a rifarle...Che belle!
    un saluto
    simo

    RispondiElimina
  24. le pizzette hanno un ottmo aspetto!!!!!
    ma le decorazioni sono spettacolariiiiiiiiiiiiiiiii
    complimenti!!!!!
    e preparati bene per il viaggio,,,credo sarà impegnativo!
    baci

    http://ladanzadeisensi.blogspot.it/2012/06/cipolle-allaceto-balsamico.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutti i nostri viaggi sono impegnativi, non amiamo "troppo" i viaggi comodi, perchè ci piace stare in mezzo alla gente del luogo e visitare tutto ciò che c'è da vedere...

      Elimina
  25. Se son passati 20 anni...è ora di tornare! :))
    Ti aspetto
    Gianly

    RispondiElimina
  26. che belle quelle scultura con frutta e verdura, complimneti per le pizzette , e si oggi i viaggi si fanno assolutamente da se

    RispondiElimina
  27. Buonissime le pizzelle..e il viaggio?? Una bellissima meta..son certa ci regalerai un resoconto bellissimo!!
    Buon w.e., un bacio

    RispondiElimina
  28. Che meraviglia queste sculture... chiamarle semplici decorazioni mi sembra riduttivo!!!! il tuo modo di viaggiare mi sembra il più vero, i tour organizzati spesso ti fanno vedere tutto dal finestrino dell'autobus... inoltre non puoi neanche scegliere le mete! In quel modo invece è tutto più spontaneo e avventuroso! Le pizzelle, per finire... troppo buone!!!! 1 bacio
    Valeria

    RispondiElimina
  29. Che buone le tue pizzelle, complimenti per questo bellissimo post. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  30. Ciao Silvia prima di tutto auguroni per il tuo compleanno che per te ci siano cento di questi giorni,tanti auguri per il tuo prossimo
    aventuroso viaggio,
    dal tuo coloratissimo blog non si esce mai a bocca asciutta complimenti per la scelta del prosecco il frascati non è male ma il prosecco e migliore,
    buon fine settimana

    Tiziano.

    RispondiElimina
  31. che buone le pizzette *__* bravissima! e che belle queste decorazioni sugli ortaggi *__* ciao

    RispondiElimina
  32. In Nepal???
    ..da favola!!! Ottime le pizzette. Buoni programmi.

    RispondiElimina
  33. Deliziose le pizzette monoporzioni e quegli intagli della frutta sono davvero strepitosi!

    RispondiElimina
  34. Golosissime queste pizzelle! Farei fuori l'intero vassoio senza fatica.. ;)

    RispondiElimina
  35. bellissima e buona questa ricetta , ciao

    RispondiElimina
  36. Deliziose queste pizzette!!!! D'inverno le faccio spesso, ne sono golosissima!!! :)
    E che gran bel viaggio che avete organizzato!! Sarà interessantissimo visitare quei luoghi :)

    A presto, Giada.
    http://sorbettoalimone.blogspot.it/

    RispondiElimina
  37. Sarà un viaggio stupendo, vi invidio per la voglia di "buttarvi" nella realtà totale del paese che visitate, imprevisti compresi ;-) Chissà che belle immagini ci mostrerai!!
    Quanti buoni piatti nel tuo corso, sono curiosa di vedere la ricetta che hai avuto il permesso di pubblicare!!
    Complimenti all'artista che ha fatto gli intagli, cosi colorati e freschissimi fanno un figurone!

    RispondiElimina
  38. ecco, se volevi farmi provare un po' di "invidia" ce l'hai fatta. Anche a me è sempre piaciuto viaggiare così, ma i miei viaggi hanno sempre avuto mete decisamente più vicine. Dunque buon viaggio! Divertitevi anche per noi che restiamo qui, invece, a "consolarci" con delle ottime pizzelle, le tue! Un abbraccio

    RispondiElimina
  39. deliziose queste pizzelle, bellissime le foto degli intagli e ...buone vacanze

    RispondiElimina
  40. Buoooone!!!
    Proprio l'altro giorno ho fatto degli spaghetti con lo stesso condimento, bunissimi!

    RispondiElimina
  41. che delizia queste pizzelle!! :) sono super invitanti!! :) un bacio, buon weekend! :)

    RispondiElimina
  42. Oh mamma le pizzette.....che ricordi d'infanzia! :-)

    RispondiElimina
  43. Pizzette gustose e che belle decorazioni! buon week end!

    RispondiElimina
  44. Grazie di tutte le info che ci dai... le pizzette sono cosi buone!!!Ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
  45. Il viaggio in Nepal dev'esser davvero un sogno. E questi intagli di frutta e verdura da lasciarci davvero gli occhi. Oh signur che capolavori!!! Un bacione, buon fine settimana

    RispondiElimina
  46. Che buone le pizzelle fritte, è una vita che non le faccio...ma rimedierò! ;-)

    RispondiElimina
  47. Ciao! Passo per salutarti perchè sei stata davvero dolcissima! Mi hai commentato in questo periodo di assenza! :) Mi ha fatto molto piacere :)
    Innanzitutto auguroni anche se in ritardo! Sono imperdonabile :(
    Sono andata a sbirciare la torta, ma era meglio che non c'andavo perchè m'ha messo un'acquolina in bocca!!! :D :D Strepitosa! Ancora auguroni!!!
    Queste pizzelle? Una delizia! Hanno un aspetto davvero invitante !
    Poi ti faccio un grosso in bocca al lupo per questo splendido viaggio! Aspetterò poi il resoconto :) Un abbraccio
    PS. gli intagli sono bellissimi! MI piacciono tantissimo!

    RispondiElimina
  48. Oddio , mi fanno una gola! Io non le ho mai assaggiate me devono essere tipo ciliegie:-) Mi piace il tuo blog! da oggi ti seguo anch'io, buon viaggio!!!

    RispondiElimina
  49. Senza parole: per il viaggio (che t'invidio molto), per le pizzette e per quelle fantastiche decorazioni!

    RispondiElimina
  50. Queste pizzelle le faceva la nonna di mio marito! foto stupende...

    RispondiElimina

!-- Nivo Slider Inizio-->